Johnny Depp respinge Amber Heard
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

TORINO – ROMA 0 A 3: GIALLOROSSI IN EUROPA LEAGUE GRAZIE ALLA DOPPIETTA DI ABRAHAM E AL GOL DI PELLEGRINI

AG.RF.(redazione).21.05.2022

“riverflash” – I giocatori tutti abbracciati alla fine del match contro il Torino, la dice lunga sulla “fame di vincere della Roma: il primo dei due obiettivi che la squadra si era posta per gli ultimi 180 minuti di gioco in questa stagione, è stato raggiunto. I giallorossi hanno battuto il Torino per 3 a 0 in una partita a senso unico e doppio Abraham e Pellegrini, hanno regalato a Mourinho e ai tifosi, la prima soddisfazione: un posto in Europa League. Ma al di là di questo, occorre dare merito allo “Special One” di aver riportato a Roma quella “magia”, quell’entusiasmo che mancava da tempo: 60mila tifosi allo stadio festanti e “innamorati” della propria squadra ne sono la prova. Ma attenzione perché sono rimasti ancora “90 minuti cruciali” per completare l’opera:  «Ora possiamo pensare al Feyenoord – ha commentato Mancini che ha parlato al posto del mister giallorosso – Mourinho ci ha dato qualcosa in più: c’era il rischio di finire anche ottavi e non volevamo, la partita più importante era quella di stasera. Il Torino è una squadra forte che lavora sull’1 contro 1, mentalmente libera. Potevano crearci problemi. Le altre partite ce le siamo complicate da soli, stasera dovevamo solo vincere. Lo abbiamo fatto e questo ripaga il lavoro della stagione: in campo ci si aiuta e siamo cresciuti a livello di determinazione e cattiveria”. I tifosi aspettavano Abraham che non segnava da 7 partite e il numero 9 non ha voluto deludere i suoi sostenitori, segnando 2 gol in 10 minuti. In vista della finale di Conference League a Tirana, Mourinho fa riposare Smalling, Karsdorp, Cristante e Zaniolo, puntando su Abraham dal primo minuto e ancora una volta ha avuto ragione: al 33esimo i giallorossi passano in vantaggio grazie all’errore di Brekalo che si lancia in un passaggio orizzontale davanti alla propria area intercettato da Pellegrini che riesce a servire perfettamente Abraham in area, mentre Zima e permette al fantasista giallorosso di trovarsi solo davanti al portiere e il vantaggio giallorosso diventa un gioco da ragazzi. Passano 8 minuti e il Toro sbaglia di nuovo: Rodriguez effettua un retropassaggio al portiere troppo lento e di nuovo Abraham si inserisce ma viene steso da Berisha ed è rigore, perfettamente da lui trasformato. I giallorossi vanno a riposo con un confortante vantaggio di 2 gol, difficile da rimediare per un Torino poco incisivo e confusionario. Ma non è finita perché al 33esimo del secondo tempo, Zaniolo conquista un altro rigore a danno di un ingenuo Buongiorno che lo stende: finisce così la partita che regala la qualificazione in Europa ai giallorossi. Ma ora lo scoglio più grande da superare: la coppa di Conference League che i tifosi sognano, quella che manca al mister giallorosso: l’entusiasmo è alle stelle e con questa vittoria, i giocatori sono ancora più motivati: “Il mio cuore è qui a Roma – ha commentato Abraham a fine partita – ora chiudiamo con un trofeo, io ci credo”. E non solo lui…

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*