Johnny Depp respinge Amber Heard
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

ROMA – LAZIO 0 A 1: IBANEZ “REGALA” IL DERBY AI BIANCOCELESTI

AG.RF.(redazione).07.10.2022

“redazione” – Errare è umano, perseverare è diabolico: Ibanez compie un grossolano errore nel derby capitolino (quello che “non si deve giocare ma vincere”) e regala la  vittoria alla Lazio, rilanciandola al terzo posto in classifica, scavalcando di nuovo la Roma che si deve accontentare del quinto posto insieme alla Juventus, vittoriosa ieri per 2 a 0 contro l’Inter. Non è la prima volta che il brasiliano compie simili errori, ma al di là di questo, quella di ieri è stata una delle più brutte partite del campionato. La realtà però è questa: La Roma attualmente, ha grossi problemi in attacco, dove Abraham è irriconoscibile, Belotti non incide in nessun modo, Zaniolo ci “prova” ma riceve pochi palloni (l’unica nota positiva è stata la traversa nel primo tempo). Non è mancata nemmeno la ciliegina sulla torta: Pellegrini, in questo momento irriconoscibile anche lui, è stato costretto ad uscire dal campo per un  problema al flessore, lasciando il posto al giovane Volpato. Si è trattato di una sconfitta amara per i giallorossi, resa peggiore in considerazione del fatto che ai biancocelesti mancavano Milinkovic e Immobile, seduto in panchina per dare carica ai suoi compagni. Si è trattato di un match (durato 100 minuti) “soporifero”, noioso e privo di emozioni, dove si percepiva da entrambe le parti, la voglia di non perdere, La Roma ci ha provato forse di più, ma la Lazio si è compattata bene dopo il gol di Felipe Anderson (Ibanez scivolando, lo ha messo davanti al portiere e da quella posizione era difficile sbagliare…), chiudendosi bene in difesa e non lasciando spazi agli avversari. E diventa difficile commentare perché le emozioni ieri, sono state quasi nulla e a regnare sovrano è stato il nervosismo: nel finale c’è stato un accenno di rissa mentre i giallorossi cercavano disperatamente il pareggio, La palla è uscita dalle parti della panchina biancoceleste, Radu ha raccolto il pallone e lo ha trattenuto dietro la schiena, ostacolando la ripresa del gioco che il portiere romanista Rui Patricio avrebbe voluto accelerare. Il portiere romanista ha recuperato palla con le maniere forti, Radu è caduto a terra: dalla panchina laziale sono scattati praticamente tutti, i giocatori della Roma sono arrivati in massa e l’arbitro Orsato ha dovuto faticare non poco per riportare la calma. Alla delusione dei tifosi giallorossi, si è contrapposta la gioia dei tifosi biancocelesti, (Romagnoli in testa), che sono andati a festeggiare sotto la nord. Soddisfatto Maurizio Sarri che ha così commentato:  “Il match non è stato di altissimo livello, ma vibrante, di dispendio di tante energie fisiche e mentali. I miei due centrali sono stati bravissimi, soprattutto nel finale con le palle alte: sono contento per i tifosi”. Di umore opposto ovviamente, Josè Mourinho: “Troppa emozione e poca consapevolezza dell’organizzazione di gioco. Non è facile giocare contro una squadra tutta bassa, che ha gestito molto intelligentemente il tempo. Noi senza quella luce di qualità che ci portano i giocatori di qualità, ci è mancato qualcosa. Senza Dybala e Pellegrini è difficile segnare, non avevamo lucidità.”. La brutta figura quindi è andata in scena, in casa, all’Olimpico proprio davanti ai tifosi giallorossi: ce n’è abbastanza per rimboccarsi le maniche e ripartire ancora una volta.

 

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*