Johnny Depp respinge Amber Heard
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

AS. ROMA: 2 A 0 ALLO SPEZIA – RETI DI EL SHAARAWY E ABRAHAM E AGGANCIO MOMENTANEO AL TERZO POSTO IN CLASSIFICA

 AG.RF.(redazione).23.01.2022

“riverflash” – Sempre lui, il nostro faro, il nostro “gioiello”, quello che distribuisce assist come fossero caramelle: Paulo Dybala. Questa volta però ha avuto due “complici” eccezionali: El Shaarawy che ha tecnica e incide come pochi e Abraham, (che sta tornato ai livelli dello scorso anno) criticato e a volte fischiato per lo scarso rendimento, che da un paio di giornate, sta facendo ricredere anche i tifosi più scettici. Ecco che, in questo modo è stato costruito il meritato successo della Roma contro lo Spezia; i liguri non incidono e la Roma corta e compatta come non mai, ha “confezionato” la sua vittoria senza rischiare nulla. La squadra di Mourinho, oltre alla vicenda Zaniolo che sta tenendo banco in questi giorni (il mister è convinto che resterà a Roma perché al momento non ci sono richieste concrete…) e la possibile penalizzazione di punti in classifica della Juve (“non ci interessa..”), sta di fatto marciando sulla retta via, ancora in corsa su 3 competizioni: momentaneo terzo posto in classifica, ai quarti di finale in Coppa Italia e in piena corsa anche per l’Europa League: oggi anche i tifosi più scettici posso tacere di fronte ad una squadra “nulla da dire”, con le dovute cautele.. perché in tema di sorprese, la Roma è maestra. Con Pellegrini (acciaccato in panchina) e senza Zaniolo (che si è tirato fuori), con Matic e Cristante a centro campo e il modulo 3-4-2-1, scelto da Mourinho, i giallorossi, senza il supporto dei loro tifosi (interdetti per gli scontri con i napoletani), hanno dato il meglio, lottando su ogni pallone e mostrando finalmente la voglia di vincere. Lo Spezia dal canto suo, falcidiato dagli infortuni, non ha mai inciso e nulla ha potuto fare contro questa squadra che, quando “decide” di vincere, non ce n’è per nessuno. Il primo tempo è guardingo e il match si presenta bloccato e con poche occasioni: il primo sussulto arriva al 17esimo con un’incursione di Zalewski (bravo ieri ma un pò  impreciso), fermato in area con quello che sembrava un fallo e un possibile rigore, subito risolto perché le immagini hanno mostrato che il giocatore non è stato toccato. Sul finire del primo tempo, un’azione da manuale: la palla (offerta  da Dyabala nemmeno a dirlo), arriva a El Shaarawy che sigla facilmente l’1 a 0. La ripresa si mostra subito più vivace, i giallorossi sanno di dover mettere al sicuro il risultato e così sarà: “il solito” Dybala, innesca Abraham, ieri indiavolato, che nell’uno contro uno vince il contrasto e s’invola in porta indisturbato, siglando il raddoppio. A quel punto Mournho tira fuori il faraone e Dybala (che voleva continuare..), risparmiandoli per il prossimo incontro, inserendo Belotti e Bove. Finisce così con la vittoria dei giallorossi per 2 a 0, che da morale e sicurezza: e ora, sotto con il Napoli.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*