il 20 giugno riparte la Serie A
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

EUROPEI di SCHERMA: nella sciabola bronzo del napoletano Luca Curatoli

luca-curatoli-foto-bizzi-fie-750x460AG.RF 16.06.2017 (ore 09:06)

(riverflash) – Niente oro per l’Italia al quarto giorno degli Europei di Scherma in corso a Tblisi. Dopo tre medaglie d’oro nei primi 3 giorni la spedizione azzurra ha ottenuto il bronzo nella sciabola individuale con Luca Curatoli, mentre hanno deluso le donne della spada, fuori dalla fase finale. L’Italia si regala comunque la nona medaglia in terra georgiana con il bronzo di Luca Curatoli al primo podio individuale in una competizione continentale, a dodici giorni dal primo successo in Coppa del Mondo. Il 23enne napoletano si ferma solo in semifinale al cospetto del bicampione olimpico ungherese Aron Szilagyi, che dirotta l’azzurro sul terzo gradino del podio con la stoccata del definitivo 15-10.
Luca Curatoli aveva festeggiato la gioia della certezza del podio dopo il successo giunto ai quarti di finale contro l’ucraino Andriy Yagodka col punteggio di 15-10, dando seguito alle vittorie dappima contro il romeno Alin Badea per 15-13 e poi, per 15-4, contro il georgiano Beka Bazadze.

L’idolo di casa, Sandro Bazadze, poi sul podio assieme a Curatoli, ha eliminato l’altro azzurro, Luigi Samele, nel turno dei 16, piazzando la stoccata del 15-14 ai danni del foggiano che, in precedenza aveva sconfitto il russo Dmitryi Danilenko per 15-14.
Stop nel turno dei 32 per Enrico Berrè, eliminato per mano del francese Tom Seitz col punteggio di 15-11.
Era uscito di scena invece nel turno dei 64 Aldo Montano, sconfitto 15-8 dall’ucraino Oleksiy Statsenko.

Nella gara di spada femminile è stata Giulia Rizzi la migliore delle azzurre. La spadista friulana è uscita di scena nel turno delle 16, perché sconfitta al minuto supplementare per 13-12 dall’olimpionica ungherese Emese Szasz, dopo che nel match precedente aveva superato 15-12 la svedese Asa Linde.
Si sono fermate nel tabellone delle 32 Mara Navarria, Rossella Fiamingo ed Alberta Santuccio.
La prima, dopo un’ottima fase a gironi, ha subito la stoccata decisiva del 15-14 dal parte della lussemburghese Lis Fautsch.
Rossella Fiamingo, dal canto suo, dopo aver affrontato e vinto l’assalto contro la portoghese Fabiana Bonito, per 15-4, è stata sconfitta dalla sua “bestia nera”, la russa Tatiana Logunova col punteggio di 15-11.
Stop nel turno delle 32 anche per Alberta Santuccio che, dopo aver vinto il primo assalto di giornata, nel turno delle 64, contro la svizzera Noemi Moeschlin, al termine del quale si è imposta per 15-12, è stata superata 15-14 dalla tedesca Alexandra Ehler.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*