Modello di Autocertificazione
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

DALLA RUBRICA RIVERSI: ECCO ALCUNE POESIE DI ZINGONIA ZINGONE

Stampa

AG.RF.(MP).24.05.20\6

“riverflash” – CORNICE EMOTIVA A CURA DI MASSIMO PEDRONI. La rubrica Riversi, continua nella Rassegna Riversi a proporre, grazie alla loro gentile collaborazione, la produzione poetica di Poeti italiani. Presentiamo oggi ai nostri lettori, alcune liriche di Zingonia Zingone.

In esse troviamo una dolce spinta vitale. Una energia, che l’ Autrice trova nella natura e ce la trasmette nella sua fragranza. Erba , cielo, fiori, ma anche  rocce, diventano propellenti creativi intorno ai quali  la Zingonia, fa la scintillante tessitura del suo fare poetico. E’ una poesia garbata, senza apparenti devastanti lacerazioni. In apparenza, per l’appunto. Ma l’inquietudine che dà il vivere pulsa tra le righe “l’uomo nel suo gaudio afferrato al suolo si perde”. Una natura posta quasi come filtro, nell’ accompagnarci alla presa  di coscienza piena, dei tumulti della vita.

Poesie di Zingonia Zingone da Le tentazioni della luce (inedito)

i.

due gabbiani ballano

in un angolo del cielo

tra le rocce

e il mare

il movimento ripetuto e sensuale

un tango sospeso

l’esistenza

ii.

calpesto l’erba del silenzio

cerco

una parola che riassuma

atomo e stella

sentirla in un fiore

che si apre piano

iii.

il fiocco di neve scende

e copre in silenzio

il verdore del prato

la nudità del granito

cambia

acqua che scende per sorgere

nel vapore del tempo

l’uomo

nel suo gaudio

afferrato al suolo si perde

solo

nell’inverno riprende vita

il fiocco che mai muore

iv

come una calamita

il tuo sguardo polarizza

le mie viscere

le pietre

sono vita fossilizzata

per questo

nello stringere al petto

un disco di giada

sento farsi caldo

il respiro pausato

dell’immortalità

v.

i fiori di Kyoto

non germogliano dal ciliegio

e non crescono

nella foresta dei bambù

là lontano dai templi

dietro un paravento

nella penombra

danzano le ombre

inclinano con garbo le fronde

e non è dal vento

la carezza che accende

i petali bianchi della sera

i fiori di Kyoto

sprigionano aroma di ciliegia

e increspando

rossissime labbra riempiono

di silenzio le vie

del piacere

 images

Zingonia Zingone (1971)

 Poeta, scrittrice e traduttrice; scrive prevalentemente in spagnolo. Cresciuta tra Italia e Costa Rica, è laureata in Economia. Ha pubblicato quattro raccolte poetiche: Máscara del delirio (Ediciones Perro Azul, 2005), Cosmo-Agonía (Ediciones Perro Azul, 2007), Equilibrista del olvido (Raffaelli Editore, 2011; Editorial Germinal, 2012), e Los naufragios del desierto (Vaso Roto Ediciones, 2013). I suoi libri sono tradotti in italiano, francese, inglese, kannada e marathi, e pubblicati in Italia, Spagna, Messico, Costa Rica, Francia e India. Il suo poema in francese Petit cahier du grand mirage da voce al libro d’artista del pittore Robert Lobet (Éditions de la Margeride, 2016). Le sue poesie appaiono in numerose riviste letterarie e sono tradotte in svariate lingue. Curatrice e traduttrice di raccolte poetiche da inglese, spagnolo e italiano. Cura per la rivista digitale MINERVA la rubrica di poesia internazionale “Il grido e il sussurro”.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*