il decesso di Morricone a 91 anni
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

A ROMA CI SONO STADI E PISCINE ABBANDONATI O SCARSAMENTE UTILIZZATI

(riverflash) – A Roma si vogliono costruire nuove case, anche se quelle che sono stata costruite da poco non vengono vendute. Uno dei pretesti sarebbe il nuovo stadio della Roma che dovrebbe sorgere al posto dell’ex-ippodromo di Tor di Valle, dove fino a dicembre 2012 correvano i trottatori. James Pallotta, presidente giallorosso, è nella capitale sia per seguire il derby di Coppa Italia, sia per verificare l’esito delle elezioni perché lo stadio romanista si farà solo in caso di riconferma di Alemanno. In casi di vittoria di Alfio Marchini o Marcello De Vito, ad esempio, niente cemento sull’ansa del Tevere dove c’è Tor di Valle.

A Roma, però, ci sono impianti abbandonati o scarsamente utilizzati che potrebbero essere rinnovati, ma non sono appetibili a chi vuole costruire e fatturare. Forse più fatturare che costruire.

Subito dopo ponte Marconi e prima di imboccare la via del Mare, ad esempio, c’è lo stadio degli Eucalipti, che ha un fondo ottimo per i rimbalzi del pallone da calcio (sicuramente meglio di Trigoria) oltre a una pista di atletica leggera. Impianto a cui possono accedere solo gli studenti dell’Università Roma Tre oltre a un piccolo gruppo sportivo a cui viene concesso di utilizzarlo solo in una piccola fascia settimanale. Ha un solo handicap: non è possibile far sorgere un quartiere limitrofo su cui fatturare.

Nello stesso quadrante della città c’è la piscina di Valco San Paolo, costruita durante la gestione in Campidoglio di Alemanno nel 2009 per consentire spazi di allenamento ai nuotatori venuti a Roma per i Mondiali. Doveva diventare una risorsa per gli abitanti del futuro IX Municipio invece è chiuso. Adesso una piscina per cui sono stati spesi 20 mln di euro che ha gravi segni del tempo, piena di materiale che servirebbe a concluderne i lavori ma che invece è completamente abbandonato da anni.

AG.RF  24.05.2013

valco san paoloLa-piscina-esterna_fullstadio eucalipti

3 Commenti »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


3 Risposte a “A ROMA CI SONO STADI E PISCINE ABBANDONATI O SCARSAMENTE UTILIZZATI”

  1. 1

    Antonio dice:

    Stiamo continuando a lottare con la partecipazione delle istituzioni di prossimità del municipio VIII ex XI, la piscina è stata oggetto di inchieste, scandali e di abbandono fino ad oggi, lo stadio degli eucalipti che mi è da proscenio visto che la casa dove vivo si affaccia su di esso, e un’ altro bene che dovrebbe essere comune ma è servito unicamente ad aiutare la speculazione degli affitti della zona con la scusa della riqualificazione “campus” dell’università Roma tre. Due beni che se funzionanti e popolari potrebbero seriamente modificare lo stile di vita di un quartiere di rilevante importanza naturale (ANSA del Tevere) che invece è stato da sempre abbandonato a se stesso e fatto oggetto di speculazioni votate al profitto dei soliti noti. Ma noi abitanti resistenti, resistiamo e continueremo a farci sentire.

  2. 2

    Ok MORANDO SERGIO Crocefieschi Genova Malpotremo Lesegno Italia Argentina San Morando dice:

    In Italia in generale però nelle piscine pubbliche NON abbandonate ma aperte ..vi sono NON in poche piscine Comunali le stesse quasi identiche problematiche gestionali sai esse di cooperative che di società sportive ovvero certi ben noti COMUNI danno e ridanno le gestioni cercando di lavarsene le mani su quanto poi accade durante la gestione del bene pubblico delle piscine! Così si avranno Lavoratori NON pagati ,contratti fittizi che NON rispettano sia i Lavoratori che la SICUREZZA degli stessi che poi ricadano sui frequentatori delle pubbliche piscine comunali bambini adulti, e sempre presenti chi nelle piscine fa il secondo lavoro spesso anche proveniente da altri lavori del pubblico impiego e presenti pure i pensionati che anche loro arrotondano..quanto già percepiscono ma che spesso entrambi NON pagano le dovute relative tasse ,ma in questo modo portano via lavoro ad i tanti disoccupati bagnini ,istruttori nuoto ecc. iscritti e disponibili presso gli Uffici Centro per l’impiego ! Senza poi contare che certi COMUNI danno e ancora ridanno NONOSTANTE i fallimenti di cooperative e società sportive NUOVAMENTE ridanno le piscine Comunali alle stesse identiche facce che nel frattempo si sono presentate negli Uffici Comunali con nuovi nomi societari o di cordata con altri..ma SEMPRE identiche facce! Ricreando nelle piscine comunale poi gli stessi quasi identici PROBLEMI sopra descritti! Anche nel nord Italia succedono queste pessime cose si vedano i casi emblematici delle piscine Comunali di Mondovì Saluzzo ecc. ecc. finite su tutte le cronache di vari giornali persino con zampino della massoneria come descritto in più articoli su il mensile La Strada del 09-10-2007 e su La Stampa di Cuneo del 13-11-2007, ma ancora attualmente in inchieste ed ispezioni nella piscina nella bufera in articoli recentissimi su
    Il Corriere di Saluzzo di giovedì 23- gennaio 2014 e seguenti..tutto ancora si ripete ! Tribunali inchieste e a rimetterci sono sempre i Lavoratori delle piscine e l’utenza delle stesse. ma sia ben chiaro i Comuni interessati NON sono esenti di codesto pessimo continuato fare pertanto le Ispezioni contrapposte della Guardia Di Finanza Ispettori Dei Vigili del Fuoco Ispettori del Lavoro ecc. devono essere fatte anche dentro a certi UFFICI COMUNALI che sanno e sapevano quello che accade nelle piscine comunali durante le gestioni !!! Senza poi contare che molte piscine comunali peccano di igiene pertanto devono anche intervenire i NAS e Ispettori ASL.. anche negli uffici di controllo e di igiene pubblica che a volte chiudono gli occhi..bisogna ricordare che nelle piscine pubbliche comunali devono valere le stesse leggi delle scuole pubbliche e sopratutto NON si deve rischiare sulla sicurezza dei Lavoratori e dei bambini adulti che frequentano in gran numero le piscine Comunali ! Spesso gli stessi Lavoratori NON hanno neppure i corsi di Legge D.L.gs 8172008 ecc. ecc. Ispezioni contrapposte farebbero scoprire in un baleno tutto questo ! Serve onestà nelle gestioni e onestà negli Uffici Pubblici Comunali !
    Morando

  3. 3

    Izetta dice:

    Pretty section of content. I just stumbled upon your web site and in
    accession capital to assert that I acquire actually enjoyed account your blog posts.
    Anyway I will be subscribing to your feeds and even I
    achievement you access consistently rapidly.

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*