Johnny Depp respinge Amber Heard
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

ROMA CULTURE: ECCO I NUOVI APPUNTAMENTI DAL 18 AL 24 GENNAIO 2023

AG.RF.(redazione).18.01.2023

Il programma degli eventi è disponibile su culture.roma.it, sui canali FB e IG @cultureroma, TW culture_roma e con #CultureRoma #Pasolini100Roma

“riverflash” – In partenza una nuova settimana di eventi di Roma Culture con le iniziative proposte dalle istituzioni culturali cittadine e con la programmazione di PPP 100 – Roma racconta Pasolini, dedicata alla celebrazione del centenario pasoliniano. Tutte le informazioni e gli aggiornamenti sono disponibili sul sito culture.roma.it, culture.roma.it/pasolini100roma e sui canali social di @cultureroma. Ecco alcuni degli appuntamenti.

TEATRO E DANZA

All’Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone il 19 gennaio in Sala Petrassi Giuseppe Cederna sarà protagonista dello spettacolo Storia di un corpo di Daniel Pennac: il viaggio di una vita, uno straordinario percorso dentro un’esistenza. Un tenero e sorprendente regalo post mortem, in forma di diario, che un padre fa alla figlia. Una confessione e insieme un’analisi, fisica ed emozionale, che il nostro io narrante ha tenuto dall’età di dodici anni fino agli ultimi giorni della sua vita. Regia e adattamento di Giorgio Gallone. Spettacolo alle ore 21. Biglietti online su https://www.ticketone.it.

Prosegue la programmazione del Teatro di Roma – Teatro Nazionale. Al Teatro Argentina, appuntamento fino al 29 gennaio con Interno Bernhard: Andrea Baracco dirige Glauco Mauri e Roberto Sturno in questo progetto che unisce due testi dell’autore austriaco: Minetti e Il riformatore del mondo. Lo spettacolo nasce dalla certezza che le due opere, pur nelle loro sostanziali differenze, abitino un luogo che è da sempre lo stesso e che va oltre il tempo della lettura o dell’aprirsi e del chiudersi di un qualche sipario. Sul palco anche Federico Brugnone, Stefania Micheli, Zoe Zolferino e Giuliano Bruzzese. Orari: martedì, giovedì e venerdì ore 20, mercoledì e sabato ore 19, domenica ore 17, lunedì riposo. Biglietti online su https://teatrodiroma.vivaticket.it.

Al Teatro Tor Bella Monaca, in Sala Grande, dal 20 al 22 gennaio va in scena Il sequestro di Fran Nortes (traduzione di Piero Pasqua). Un quintetto d’attori d’eccezione – Roberto Ciufoli, Nino Formicola, Sarah Biacchi, Daniele Marmi e Alessandra Frabetti, diretti da Rosario Lisma – porta sul palco una perfetta macchina teatrale. Il mercato rionale non può chiudere: per sventare la speculazione edilizia, che metterebbe sulla strada decine di famiglie, viene sequestrato il figlio dell’autorità che si accinge a firmare il decreto. Ne consegue un’inarrestabile serie di esilaranti equivoci e fraintendimenti (venerdì e sabato ore 21, domenica ore 17.30). In Sala Piccola, il 18 gennaio ultima replica alle ore 21 di Cronache dalla Shoah. Filastrocche della nera luce, spettacolo di Giuseppe Manfridi interpretato da Manuele Morgese con musica dal vivo a cura di Andrea di Pilla (tromba) e Alessio Scialò (piano). Un “canto recitato” a più voci in cui Morgese, con la regia di Livio Galassi, si cala nei panni di più personaggi testimoni e narratori dei drammatici episodi legati alla Shoah. Sempre in Sala Piccola, dal 19 al 21 gennaio alle 21 appuntamento con La chiave, spettacolo ispirato all’omonimo testo di Jun’ichiro Tanizaki, adattato e diretto da Tiziana Biscontini, con Rosmunda D’Amico e Fausto Cassi. Una coppia di coniugi, attraverso i propri diari, svela l’uno all’altro quello che non sono in grado di dirsi a voce: una vicenda sensuale, torbida, a tratti anche tragica, ma densa di ironia il cui clima musicale anni ‘40 crea un’atmosfera di leggerezza, anche scenografica e di costume. Biglietti online su https://www.vivaticket.com.

Il Teatro Biblioteca Quarticciolo, nell’ambito di Orbita la Stagione Danza promossa da ORBITA | Spellbound Centro Nazionale di Produzione della Danza, ospita due serate che vedranno in scena tre spettacoli: il primo è C’è vita su Venere della Compagnia Abbondanza/Bertoni che vede la stessa Alessandra Bertoni mettere in evidenza la differenza e le diversità del corpo, tra anatomia e un senso più soggettivo del fisico femminile, nell’evolversi dell’età e del tempo. A seguire, due coreografie di Spellbound Contemporary Ballet: Unknown woman, un raccoglitore di memorie e di pensieri del coreografo Mauro Astolfi che porta sul palco il suo rapporto con un’artista importante in 20 anni di collaborazione e di condivisione (con Maria Cossu); Trust, un breve racconto di due donne che non sanno come comportarsi l’una nei confronti dell’altra (coreografie e regia di Mauro Astolfi, con Maria Cossu e Giuliana Mele). Orari: sabato ore 21, domenica ore 17. Biglietti online su https://www.vivaticket.com.

Al Teatro del Lido di Ostia il 22 novembre alle 17.30 nuovo appuntamento della rassegna Condividere le emozioni a cura di Luciano Meldolesi, dedicata ai protagonisti della scena teatrale contemporanea. L’incontro di questa settimana sarà dedicato al teatro di Giorgio Strehler e in particolare ad Arlecchino servitore di due padroni e La tempesta. Ingresso gratuito.

MUSICA

Prosegue la programmazione di Musica per Roma all’Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone: attesa alle stelle per Unplugged di Achille Lauro che torna il 22 gennaio in una nuova veste. Quello dell’artista romano in Sala Santa Cecilia sarà infatti uno show intimo ed essenziale che lo vede per la prima volta esibirsi nei teatri. Il 20 gennaio l’appuntamento è in Sala Petrassi con la Jumpin’ Jive Orchestra che, in Unforgettable Duets, farà rivivere la magia dei celebri duetti dell’era dello swing attraverso una ricercata selezione di brani firmati da autori quali George Gershwin, Irving Berlin, Cole Porter e Duke Ellington. Due gli appuntamenti invece con Naska (22 e 23 gennaio) che nel Teatro Studio Borgna presenterà per la prima volta il suo album di debutto, Rebel, in chiave acustica. Concerti alle ore 21. Biglietti online su https://www.ticketone.it.

Numerosi anche gli eventi alla Casa del Jazz: si parte il 19 gennaio con Adriano Viterbini ed Enzo Pietropaoli che tornano insieme sul palco con un nuovo lavoro discografico fatto di frammenti appuntati nel tempo e provenienti da suggestioni molto diverse tra loro. Il 20 gennaio è la volta di Elisabetta Pasquale con il suo progetto Orelle; il 21 gennaio sarà sul palco l’Antonio Floris Quartet che proporrà musiche originali in cui si amalgamano sonorità del jazz contemporaneo nazionale e internazionale; il 22 gennaio appuntamento con Mariasole De Pascali, Anais Drago e Giovanni Guidi insieme per il concerto Canto per Europa. Spettacoli alle ore 21. Prosegue, inoltre, il ciclo di incontri Il repertorio del jazz italiano: un tesoro nascosto con Luigi Onori: il 22 gennaio alle 11 giornata dedicata a Franco D’Andrea e Bruno Tommaso, dal Modern Art Trio alle rispettive carriere. Biglietti online su https://www.ticketone.it.

Ancora grande musica con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Sarà l’islandese Víkingur Ólafsson a salire sul palco per i concerti del 19 (ore 19.30), 20 (ore 20.30, in diretta anche su Rai Radio3) e 21 gennaio (ore 18) all’Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone diretti da Antonio Pappano al suo secondo appuntamento dell’anno nel calendario di concerti ceciliani. La serata verrà aperta dalla Sinfonia n. 1 “Classica” di Sergej Prokof’ev, tra le composizioni più celebri del compositore russo. Seguirà il celebre Concerto in sol di Maurice Ravel e in chiusura di serata risuonerà la Quinta Sinfonia di Jean Sibelius. Biglietti online su https://www.ticketone.it.

ARTE

Al MACRO queste le mostre in corso: Rome is still falling presenta un nucleo di venti opere di Robert Smithson, realizzate tra il 1960 e il 1964, molte delle quali sono presentate al pubblico per la prima volta (fino al 21 maggio). Pendio piovoso frusta la lingua è la personale di Diego Perrone che unisce opere degli ultimi vent’anni di produzione dell’artista italiano con cinque nuovi lavori: due opere/display, una distorsione dello spazio, un video e una serie fotografica (fino al 19 marzo). La compositrice e artista del Kuwait Fatima Al Qadiri presenta invece la sua sperimentazione sonora con Isekai: la sala per l’ascolto del museo offre un percorso attraverso la sua produzione, dagli esordi alle collaborazioni con il cinema (fino al 12 marzo). Hanuman Books 1986-1993 è dedicata alla casa editrice fondata nel 1986 dall’artista Francesco Clemente e dall’editor e curatore Raymond Foye, che presenta l’intero catalogo delle pubblicazioni insieme a una selezione di materiali di archivio (fino al 5 marzo). Il mondo del graphic design è rappresentato dalla mostra Deep Publishing di Åbäke, il collettivo transdisciplinare fondato a Londra nel 2000 da Benjamin Reichen, Kajsa Ståhl, Maki Suzuki e Patrick Lacey (fino al 5 marzo). Infine con Philippe Thomas declines his identity viene offerto un ritratto articolato dell’artista francese Philippe Thomas (1951-1995) e della sua ricerca sul concetto di autorialità (fino al 26 febbraio). Tutte le mostre sono a ingresso gratuito e visitabili dal martedì al venerdì ore 12-19; sabato e domenica ore 10-19. Ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura.

Al Mattatoio proseguono fino al 26 febbraio le due mostre attualmente in corso: l’esposizione di Jonas Mekas Images Are Real, progetto espositivo a cura di Francesco Urbano Ragazzi allestito nel Padiglione 9b, che nel centenario dalla nascita del regista e teorico lituano, presenta un’ampia selezione delle sue opere cinematografiche che va dagli anni ‘60 alla fine degli anni ’10 del nostro secolo, dentro e oltre la storia del cinema d’avanguardia; la mostra Roma: William Klein – Plinio De Martiis, a cura di Daniela Lancioni e Alessandra Mauro, allestita nel Padiglione 9a, incentrata sulla Roma degli anni ’50 e che mette a confronto lo sguardo di William Klein, acclamato fotografo di fama mondiale, e quello di Plinio De Martiis, leggendario gallerista romano, che da giovane abbracciò la professione di fotografo con risultati sorprendenti. Entrambe le mostre sono visitabili dal martedì alla domenica dalle 11 alle 20; ultimo ingresso un’ora prima. Biglietti su https://ecm.coopculture.it.

Al Palazzo delle Esposizioni, per la seconda edizione della rassegna Mostre in mostra, fino al 26 febbraio è in corso, a cura di Daniela Lancioni, l’esposizione intitolata Mario Merz. Balla, Carrà, de Chirico, de Pisis, Morandi, Savinio, Severini che venne allestita alla Galleria dell’Oca di Roma il 15 marzo del 1978. Una mostra nata dalla collaborazione tra Luisa Laureati Briganti, fondatrice della storica Galleria, e i galleristi Luciano Pistoi e Gian Enzo Sperone. Riconosciuta dai testimoni e dagli studiosi come una pietra miliare nella storia delle esposizioni contemporanee, la mostra colpisce per l’accostamento, all’epoca considerato spregiudicato, tra i lavori di Mario Merz – esponente di spicco della neoavanguardia che aveva minato tecniche e processi tradizionali dell’arte – e i dipinti dei maestri del Novecento italiano. Il sabato alle ore 18 e domenica alle ore 12.30 è possibile partecipare alle visite guidate a cura di Coopculture (per un massimo di 25 persone) con un supplemento al prezzo di ingresso. Prenotazioni e biglietti su https://ecm.coopculture.it. La mostra è visitabile da martedì a domenica ore 10-20. Ingresso fino a un’ora prima della chiusura.

Tra i tanti appuntamenti promossi dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, si segnala che dal 20 gennaio apre al pubblico, al Museo di Roma in Trastevere, la mostra fotografica La Movida. Spagna 1980-1990 con gli scatti di Miguel Trillo che documentano il periodo di costruzione della nuova Spagna democratica, durante il quale i più giovani si concentrano sul godimento del regime di libertà e la Movida diventa l’immagine eccessiva di questa nuova Spagna nascente: giovane, selvaggia, irriverente, colorata, edonistica e libera (visitabile fino al 30 aprile, dal martedì alla domenica ore 10-20; ultimo ingresso un’ora prima).

È prorogata invece fino al 12 marzo la mostra Colori dei Romani. I mosaici dalle Collezioni Capitoline in corso alla Centrale Montemartini, che attraverso mosaici, affreschi e sculture, offre un significativo spaccato della società romana tra il I secolo a.C. e il IV d.C. illustrando anche i contesti originari di rinvenimento (visitabile da martedì a domenica ore 9-19; ultimo ingresso un’ora prima).

Prosegue per tutto gennaio e febbraio, Circo Maximo Experience, l’emozionante visita immersiva in realtà aumentata e virtuale del più grande edificio per lo spettacolo dell’antichità e uno dei più grandi di tutti i tempi, il Circo Massimo. Il visitatore potrà immergersi totalmente nella storia del sito grazie alle ricostruzioni architettoniche e paesaggistiche di tutte le sue fasi storiche Le visite, la cui narrazione è disponibile in italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo, russo, cinese e giapponese, si svolgono dal martedì alla domenica dalle 10 alle 16 (ingresso ogni 15 minuti, l’ultimo alle 14.50). Biglietti preacquistabili online sul sito www.circomaximoexperience.it oppure al contact center 060608 (attivo tutti i giorni ore 9-19).

Per il ciclo aMICi il 18 gennaio sono in programma tre appuntamenti: alle 11 la visita guidata Sopra le quinte! Il Museo del teatro Argentina, a cura di Vanessa Ascenzi, per scoprire le opere esposte che raccontano la storia del piccolo museo e i due secoli e mezzo del teatro; alle 15.30 al Museo di Roma in Trastevere la visita guidata, a cura di Roberta Perfetti e Silvia Telmon, con Tommaso Silvestrini e Martina Tramontana alla mostra in corso I Romanisti. Cenacoli e vita artistica da Trastevere al Tridente; alle 16 ai Mercati di Traiano, nell’ambito degli incontri sulla mostra in corso 1932, l’elefante e il colle perduto, appuntamento con Il giardino di Villa Rivaldi: una meraviglia perduta di Roma barocca, a cura di Nicoletta Bernacchio, che illustra la storia del giardino realizzato tra XVI e XVII secolo e completamente distrutto nel 1932 con lo sbancamento del colle Velia. Il 19 gennaio alle 12 Antonella Corsaro con la visita Corsi e ricorsi, historia magistra vitae accompagnerà alla scoperta dei Fori Imperiali, lungo un percorso su passerelle senza barriere architettoniche, soffermandosi sia sugli uomini che hanno concepito e progettato i monumenti sia sul tema di arte e architettura di propaganda. Il 20 gennaio alle 16, al Casino dei Principi di Villa Torlonia, visita alla mostra in corso Pietro Cascella inedito – Le opere degli esordi a Roma, con Annapaola Agati e Francesca Triozzi, curatrice della mostra. Il 21 gennaio alle 15 alla Galleria d’Arte Moderna di via Crispi, a cura di Daniela Vasta, visita alla mostra in corso Pasolini pittore, l’ampia rassegna che, a cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini (1922-1975), ne esplora la produzione grafica e pittorica in dialogo con la storia dell’arte del Novecento. Due infine gli appuntamenti del 24 gennaio: alle 16.30 al Museo di Roma La Carità a Roma: la pittura per le canonizzazioni, visita a cura di Alessandra Cicogna e Federico De Martino, e alle 17.30 al Museo dell’Ara Pacis l’incontro Tellus, la bella bizaria, a cura di Lucia Spagnuolo.

Per il ciclo Archeologia in Comune in programma il 18 gennaio alle 10.30 Lungo le Mura: trekking urbano da Porta Nomentana a Porta Tiburtina, una passeggiata lungo il circuito difensivo della Roma imperiale, a cura di Lorenzo Conte. Il 21 gennaio alle 11 la visita guidata Mitra ed il suo culto misterico, a cura di Elisabetta Carnabuci, al Mitreo del Circo Massimo (appuntamento in piazza Bocca della Verità, 16). Il 22 gennaio alle 11.30 visita guidata teatralizzata lungo Il camminamento delle mura Aureliane di Via Campania, riutilizzato come muro di confine della Villa Boncompagni – Ludovisi e, dai primi decenni del Novecento, come sede di studi d’artista (appuntamento in via Campania, di fronte al civico 21). Infine, il 24 gennaio alle 15.15, a cura di Carla Termini, è prevista la visita al Mausoleo di Monte del Grano, monumento attribuito all’imperatore Alessandro Severo e a sua madre Giulia Mamea (appuntamento in piazza dei Tribuni, interno parco pubblico).

Si segnala inoltre che, per il ciclo di conferenze Roma Racconta… le professioni del patrimonio culturale, al Museo di Roma si terranno due incontri, seguibili sia in presenza che online: il 19 gennaio alle 16.30 la conferenza Materia. Il legno che non bruciò ad Ercolano – Il mestiere del direttore, con relatore Francesco Sirano, Direttore del Parco Archeologico di Ercolano. Le particolari dinamiche del seppellimento della città durante l’eruzione del 79 d.C., infatti, hanno garantito la conservazione non solo di elementi architettonici e strutturali, ma anche di strumenti e soprattutto di mobilio. Lo studio del legno e del suo utilizzo aiuta a gettare nuova luce sulla vita degli abitanti dell’antica città, aprendo nuove prospettive di ricerca; il 24 gennaio, sempre alle 16.30, l’incontro  Musei e media digitali: lo stato dell’arte – Il mestiere del comunicatore, un dialogo/confronto fra Nicolette Mandarano (digital media curator delle Gallerie Nazionali di Arte Antica, Barberini e Corsini) e Isabella Toffoletti (responsabile della Comunicazione per la Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali), sui temi della comunicazione digitale dei musei a partire dal libro Musei e media digitali pubblicato nel 2019.

La partecipazione in presenza alle due conferenze è libera e gratuita fino a esaurimento dei posti disponibili. Per seguire invece gli incontri online è necessario compilare sul web il modulo di prenotazione entro le ore 14 del giorno stesso della rispettiva conferenza; si riceverà poi una mail con il link all’aula virtuale sulla piattaforma Google Suite. Info su https://sovraintendenzaroma.it/content/roma-racconta-le-professioni-del-patrimonio-culturale.

Tanti anche gli appuntamenti in programma al Planetario di Roma: nello spettacolo La Notte Stellata con gli astronomi si potranno passare in rassegna le stelle, le costellazioni e gli oggetti del cielo profondo come nebulose e galassie visibili nell’oscurità del cielo stellato (19 e 24 gennaio alle 18; 18, 20, 21 e 22 gennaio alle 17); nello spettacolo Planetario: ritorno alle stelle accompagnati dalla narrazione dal vivo degli astronomi e sostenuti dalle più aggiornate tecnologie di visualizzazione, dalla Terra ai confini della galassia, ci si potrà immergere in un immenso volo nello spaziotempo sorvolando pianeti, nebulose e galassie, fino a rivivere tappe cruciali dell’esplorazione spaziale e dell’astronomia più recente (18 e 20 gennaio alle 18; 19 e 24 gennaio alle 17; 21 gennaio alle 11 e alle 16; 22 gennaio alle 10 e alle 16). Infine con Space Opera i visitatori del Planetario potranno intraprendere un viaggio interplanetario con una visuale a 360°, interamente basato sulle note della suite Op.32: The Planets di Gustav Holst (il 21 gennaio alle 10, il 22 gennaio alle 11 e il 24 gennaio alle 16). Biglietti online su https://museiincomuneroma.vivaticket.it.

Presso il foyer del Teatro del Lido di Ostia si conclude il 22 gennaio, la mostra HEIMAT di Nora Krug. L’esposizione realizzata in collaborazione con Goethe-Institut Rom e Liceo F. Enriques di Ostia, presenta le tavole della omonima graphic novel di Nora Krug edita da Einaudi. Un racconto poetico e commovente sulla ricerca delle proprie radici nella complessa storia della Germania hitleriana. Ingresso gratuito dal venerdì alla domenica dalle 17 alle 20.

CINEMA

Al Nuovo Cinema Aquila proseguono le proiezioni di Le otto Montagne (Italia/Francia/Belgio, 2022) di Felix Van Groeningen e Charlotte Vandermeersch; EO (Polonia/Italia, 2022) di Jerzy Skolimowski (v.o sottotitolata in italiano), The Fabelmans (USA, 2022) di Steven Spielberg e dell’edizione restaurata di Strade perdute di David Lynch (Francia/USA, 1997). In sala da questa settimana anche Babylon di Damien Chazelle (USA, 2022). I biglietti sono acquistabili esclusivamente presso il botteghino del cinema. Il 23 gennaio alle 18.30 è in programma la Giornata di Solidarietà: l’Associazione Nazionale Autori Cinematografici al fianco dei cineasti e registi iraniani. Un pomeriggio di testimonianze di artisti e letture di testi di autori iraniani, con filmati e un intervento di musicisti dall’Iran. A seguire, la proiezione del film Il male non esiste di Mohammad Rasoulof (Germania/Iran/Repubblica Ceca, 2020), premio Orso d’Oro al Festival di Berlino 2020, gentilmente concesso dalla Satine Film (ingresso gratuito fino a esaurimento posti).  Info su https://www.cinemaaquila.it.

Al Palazzo delle Esposizioni, per il ciclo A qualcuno piace classico, il 24 gennaio alle 20 in Sala Cinema appuntamento con la proiezione (in versione originale con sottotitoli) del film Colpo di fulmine di Howard Hawks, con Barbara Stanwyck e Gary Cooper (USA, 1941). Per sfuggire alla polizia, una ballerina legata alla malavita accetta un lavoro inaspettato: fare da consulente a un timido glottologo sullo slang dei bassifondi. Una delle commedie più originali e scintillanti della Hollywood classica, scritta da Billy Wilder, che verrà presentata al pubblico da Franco Montini. Ingresso libero fino a esaurimento posti con prenotazione obbligatoria su https://ecm.coopculture.it dalle ore 9 del giorno precedente alla proiezione fino a un’ora prima.

PPP100 – ROMA RACCONTA PASOLINI

Proseguono le tre mostre del progetto espositivo Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO coordinato e condiviso da Azienda Speciale Palaexpo di Roma, Gallerie Nazionali di Arte Antica e MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo che intendono celebrare, nelle rispettive sedi museali, la figura del regista, scrittore e artista.

A Palazzo delle Esposizioni è visitabile fino al 26 febbraio Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO. Il corpo poetico, a cura di Giuseppe Garrera, Cesare Pietroiusti, Clara Tosi Pamphili e Olivier Saillard (co-curatore per la sezione dedicata ai costumi). Un’accurata selezione di oltre 700 pezzi che vanno a comporre un ritratto “corporeo” e inedito del grande intellettuale italiano. Al centro del percorso espositivo, lo spazio circolare della Rotonda di Palazzo delle Esposizioni è trasformato in una grande sala-lettura in cui sono presenti numerose edizioni di libri su e di Pier Paolo Pasolini liberamente fruibili dal pubblico. Dal martedì alla domenica ore 10-20. Ingresso fino a un’ora prima della chiusura. Biglietti online su https://ecm.coopculture.it.

A Palazzo Barberini, invece, fino al 12 febbraio si può visitare Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO. Il corpo veggente, mostra a cura di Michele Di Monte che esplora il ruolo determinante dell’ispirazione della tradizione artistica nel cinema e nell’immaginario figurativo pasoliniano. Il percorso espositivo, concepito come un “montaggio”, illustra il potere di sopravvivenza delle immagini trasfigurate dall’obiettivo poetico di Pasolini (visitabile da martedì a domenica ore 10-19; ultimo ingresso alle 18). Biglietti online su https://www.ticketone.it.

Fino al 5 febbraio, inoltre, ogni domenica alle ore 11, salvo le prime domeniche del mese, in programma visite guidate per adulti a cura di Si pArte! ASP.

Al MAXXI continua invece Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO. Il corpo politico a cura di Hou Hanru, Bartolomeo Pietromarchi e Giulia Ferracci. In questa esposizione la chiave di lettura dell’opera pasoliniana è restituita attraverso le voci di artisti contemporanei le cui opere evocano l’impegno politico dell’autore e l’analisi dei contenuti sociali ispirati alle sue opere. L’esposizione è visitabile dal martedì alla domenica dalle 11 alle 19 (la biglietteria è aperta fino a un’ora prima della chiusura del Museo). Biglietti online su https://maxxi.archeoares.it. In occasione della mostra, presentando in biglietteria un biglietto di Palazzo delle Esposizioni o delle Gallerie Nazionali Barberini Corsini, si avrà diritto a un ingresso ridotto al Museo; la promozione è valida fino al 12 marzo, data di chiusura della mostra.

Legata a Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO. Il corpo poetico è anche la mostra gratuita in corso al MACRO fino al 19 febbraio dal titolo Pier Paolo Pasolini ed Ezra Pound. A Pact, a cura di Giuseppe Garrera. Il percorso espositivo ripercorre l’incontro televisivo tra Pasolini e Pound avvenuto nel 1967 come punto di arrivo di un percorso di odio, ripensamento e ricongiungimento. Una selezione di documenti storici, articoli di giornali e libri contestualizza l’evoluzione del rapporto tra i due ripercorrendo una storia di devozioni, dubbi, perplessità, considerazioni sul ruolo della poesia (visitabile dal martedì al venerdì ore 12-19; sabato e domenica ore 10-19; ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura).

Nell’ambito delle iniziative proposte dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, per la rassegna Pasoliniana, che affianca la mostra Pasolini pittore in corso alla Galleria d’Arte Moderna in via Crispi, il 20 gennaio alle 18 si terrà l’incontro Scrittrici corsare, parole di poetesse e scrittrici a confronto/scontro con i temi della scrittura pasoliniana, dall’amore all’ambiente, dalla ricerca di un linguaggio innovativo al senso della poesia nella contemporaneità. A cura di Patrizia Chianese, con la partecipazione di Lucianna Argentino, Antonella Maria Carfora, Enza Cigliano, Laura Colombo, Rossana Coratella, Stefania Di Lino, Laura Facchini, Raffaella Lanzetta, Maria Teresa Laudenzi, Carolina Lombardi, Nina Maroccolo, Camelia Mirescu, Alessandra Monti, Maria Grazia Savino, Rossella Seller. Ingresso libero fino a esaurimento posti (max 40). Durante l’incontro non è possibile visitare le due mostre in corso.

ATTIVITÀ DELLE BIBLIOTECHE

Tra gli appuntamenti promossi dall’Istituzione Biblioteche di Roma si segnala il 19 gennaio alle 17.30 presso la Biblioteca Europea la presentazione del libro Noi rifugiati di Hannah Arendt a cura della filosofa Donatella Di Cesare (Giulio Einaudi editore, 2022) in collaborazione con il Centro Astalli. Interverrà l’autrice con Rav Benedetto Carucci Viterbi, biblista e scrittore, P. Camillo Ripamonti, presidente Centro Astalli, e Soumaila Diawara, attivista maliano, rifugiato in Italia; modera Felice Cimatti, Radio Rai 3.

Il 21 gennaio alle 11 appuntamento alla Biblioteca Vaccheria Nardi per la presentazione di Hypnophobia di Marco Cipriani (Maxottantotto, 2020). Dialogherà con l’autore Laura Fadda, editor della casa editrice, mentre Sara Ercoli leggerà alcuni brani tratti dal romanzo.

La Biblioteca Casa delle Letterature ospita il 24 gennaio alle 18 la presentazione del libro Alla linea, romanzo-poesia di Joseph Ponthus (Bompiani, 2022). Intervengono Paolo Giordano, Davide Orecchio, Vincent Raynaud e Alberto Prunetti.

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero fino a esaurimento posti.

KIDS

Tra i tanti appuntamenti dedicati dalle Biblioteche di Roma ai bambini e ai ragazzi nel segno della lettura e delle attività culturali, questa settimana si segnalano: il 18 gennaio alle 17 presso la Biblioteca Nelson Mandela, l’incontro di lettura ad alta voce per bambini di 3-6 anni, a cura dei volontari di Servizio civile del progetto Un Nido di libri (ingresso libero fino a esaurimento posti); ancora alle 17 alla Biblioteca Aldo Fabrizi letture ad alta voce e laboratori creativi per bambini dai 3 anni in su nell’ambito della rassegna “Raccontami una storia”.

Il 19 gennaio dalle 14.30 alle 18.30, presso la Biblioteca Franco Basaglia, il primo incontro del progetto L’Ora di Musica a cura dell’Associazione Andrea Soldani, rivolto ai giovani tra i 10 e i 18 anni del quartiere Primavalle. In programma ogni martedì e giovedì lezioni e laboratori musicali gratuiti di: canto, chitarra, clarinetto, sassofono, pianoforte, teoria musicale e solfeggio (info 06.45460369 – ill.francobasaglia@bibliotechediroma.it).

Il 21 gennaio alle 10.30 alla Biblioteca Villa Leopardi la scrittrice per bambini Loredana Simonetti presenterà il suo libro Il bambino imperfetto: da Collodi a Rodari, insieme a Pinocchio (Il Convivio, 2022), in cui l’imperfezione del burattino di Collodi, e il successivo processo della fantasia di Rodari, diventano occasione di superamento della paura di crescere. Dialogherà con l’autrice Alberto D’Antoni; al pianoforte Claudia Simonetti proporrà brani musicali classici scelti per l’occasione, introducendo la storia dei compositori, già bambini prodigio (Mozart e Chopin). A seguire, laboratorio creativo per bambini dai 4 anni in su: Alla scoperta di Pinocchio a cura delle ragazze del servizio civile (presentazione a ingresso libero fino a esaurimento posti; laboratorio su prenotazione: 06.45460621 – ill.villaleopardi@bibliotechediroma.it).

Al Palazzo delle Esposizioni, il 22 gennaio alle 11, nell’ambito della mostra Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO, settimo appuntamento con Costumi di scena, il percorso animato in mostra con laboratorio per ragazze e ragazzi dai 7 agli 11 anni. Un’attività per familiarizzare con manichini, cartamodelli, stoffe e passamanerie, e realizzare in piccolo un costume di scena. Per info: laboratoriodarte@palaexpo.it. Prenotazione: https://ecm.coopculture.it.

Il concerto musica e cinema Ciak, si gira! è tra i più attesi della stagione dedicata ai più piccoli dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Anche quest’anno, il 24 gennaio alle 10.30 (Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone, Sala Santa Cecilia) la prestigiosa Banda Musicale della Guardia di Finanza diretta da Leonardo Laserra Ingrosso eseguirà le musiche di celebri film di vario genere, seguendo diverse tappe della storia del cinema. Un modo originale per conoscere due espressioni artistiche dal forte impatto emotivo: la potenza sonora della Banda Musicale e la carica emozionale dei grandi film. Per bambini dagli 8 anni in su. Biglietti online su https://www.ticketone.it.

Tra gli appuntamenti per bambini e famiglie promossi dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, si segnala che al Planetario di Roma, il 21 gennaio alle 12 nello spettacolo Accade tra le stelle, bambini e adulti, accompagnati da Gabriele Catanzaro nei panni del Dottor Stellarium, andranno alla scoperta di tutto quello che si muove tra le stelle di notte e di giorno: pianeti, satelliti naturali e artificiali, comete, asteroidi e stelle cadenti. Nel pomeriggio, alle 18, nello spettacolo Vita da Stella con il dottor Stellarium si andrà alla scoperta degli ammassi di giovani stelle intente a giocare tra loro, seguendo il loro evolversi fino alle ultime fasi di vita, dalle nebulose planetarie alle esplosioni di supernovae, dalle nane bianche alle stelle di neutroni, fino ad arrivare a schivare un immenso buco nero.  Il 22 gennaio alle 12 e alle 18 torna invece l’appuntamento con Girotondo tra i Pianeti lo spettacolo giocoso e interattivo, per bambini e genitori, in cui la sala del Planetario diventa un’immaginaria rampa di lancio verso i pianeti del sistema solare e oltre. Biglietti online su https://museiincomuneroma.vivaticket.it.

 TUTTE LE INFO SU CULTURE.ROMA.IT E SUI SOCIAL DI ROMA CULTURE: FACEBOOK: facebook.com/cultureroma

INSTAGRAM: instagram.com/cultureroma

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*