Coppa di Africa dal 13 gennaio
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

QUALE STRATEGIA DEI GOVERNI SULL’IMMIGRAZIONE?

untitled

AG.RF.(Claudio Peretti).26.08.2015

 “riverflash” – Continuano a chiamarli “migranti” e non clandestini. I nostri italiani che il secolo scorso sono andati a lavorare all’estero: Svizzera, Germania, Belgio, America, quelli sì che erano emigranti: andavano per lavorare, il lavoro c’era, erano richiesti, controllati, dovevano rispettare le leggi degli stati in cui emigravano, ma questi che vengono in Europa dal medio oriente e dall’Africa, che razza di migranti sono?

Qualcuno si è posto il problema di fare una previsione degli arrivi? Quanti ne verranno da qui alla fine dell’anno? Quanti il prossimo anno? E così via. Questa previsione, o budget che dir si voglia, è fatta da tutte le imprese e da tutte le amministrazioni, perché in questo caso non si fa?

Cosa faremo loro fare, visto che il lavoro non c’è neppure per gli Italiani? Quanto tempo dovremo mantenerli a spese dei nostri popoli (qui per popoli intendo sia quello Italiano che quello Europeo, visto che i costi per il mantenimento sono pagati con le tasse che i rispettivi governi requisiscono!). Qualcuno si è mai preoccupato di sapere cosa ne pensa il popolo di queste spese e di questa situazione? Perché non si fa un referendum su questa accoglienza buonista a tutti i costi?

Si, perché ormai non si tratta solo più di oneri economici, ma di oneri sociali, di sicurezza per la popolazione, come dimostrano i recenti disordini alle porte di Milano.

Possibile che i nostri governanti non si pongano questi problemi? Che razza di governanti abbiamo: sono stupidi o in mala fede? Già, perché ormai l’equazione da risolvere non è più “NOI + LORO”, ma “NOI oppure LORO”.

La soluzione della prima equazione: “NOI + LORO” sta nel buonismo (attenzione, buonismo non significa bontà) che alla fine provocherà sommosse, gravi problemi di ordine pubblico e forse anche la rivolta.

La soluzione della seconda equazione “NOI oppure LORO” comporta la sopravvivenza della nostra civiltà e della nostra democrazia.

Tutte queste persone scappano da situazioni di fame e di guerra, è vero, e vengono da noi, a farsi amministrare da noi europei: questo significa che non facciamo loro così schifo, anzi, ci vedono come il paradiso terrestre: allora perché non andare là, nei loro paesi d’origine a governarli? Perché abbiamo tanta paura a tornare a parlare di colonialismo? Perché non combattiamo l’ISIS, mentre prima avevamo combattuto contro Gheddafi, che era mooolto meno peggio dell’ISIS? Cosa c’è sotto? Perché quando Francia ed Inghilterra hanno attaccato la Libia nell’ultima stupida ed insulsa guerra che ha causato questo sfascio non hanno chiesto il permesso all’ONU (il permesso è arrivato solo dopo i primi bombardamenti), mentre ora ci vengono a dire che senza il permesso dell’ONU non ci si muove? Perché non ce la raccontano giusta? Queste ed altre domande si pone chi usa un po’ il cervello e non se lo lascia lavare dai mass media (che, come sappiamo ormai tutti, sono in mano ai gruppi di potere che ci vogliono tenere ciechi e stupidi).

Comunque una cosa è certa: ieri sono arrivati in Italia oltre 4000 clandestini, per ognuno di essi il nostro governo ha stanziato un minimo di 35 € al giorno, pari a 140.000 € al giorno in più di quelli già stanziati per gli oltre 120.000 clandestini mantenuti in Italia. Sono altri 4.200.000 al mese oltre a 126.000 € che si stanno già pagando per quelli che sono già qui. Questi soldi vanno alle cooperative gestite dai comuni e dalle province, quindi controllate dai politici locali: un bel business, non vi pare? Siccome con la recente denuncia di mafia capitale ci si era accorti che i clandestini venivano gestiti dalla così detta mafia, chi ci impedisce di pensare che la stessa cosa sia ora fatta da altri? Se la cosa era possibile allora, visto che le leggi e le disposizioni non sono cambiate, che ci impedisce di pensare che dietro a questa accoglienza buonista a tutti i costi non ci siano forti interessi? Interessi cieche e poco lungimiranti, ovviamente, ma intanto i nostri politici ed imprenditori vivono ormai da decenni in base al motto di. “arraffa tutto quello che puoi e scappa”!

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*