Coppa di Africa dal 13 gennaio
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

NUOTO – CHIUSURA DEGLI EUROPEI NEL SEGNO DEL “BOMBER” ORSI

orsiAG.RF 06.12.2015 (ore 22:28)

(riverflash) – Marco Orsi, venticinquenne di Uisp Bologna e Fiamme Oro allenato da Roberto Odaldi, è stato il protagonista della quinta e ultima giornata degli Europei in vasca corta, disputati in Israele. Primo posto nella classifica a squadre; secondo nel medagliere. L’Italia scrive la storia ai 18esimi campionati europei in vasca corta nuotati alla National Olympic Swimming Pool di Netanya, in Israele. Diciassette medaglie (7 ori, 5 argenti ed altrettanti bronzi); 17 record italiani col mondiale, nonché europeo di Gregorio Paltrinieri, 4 migliori prestazioni italiane con costume in tessuto, 61 primati personali (!) Numeri che danno la dimesione della crescita trasversale di una selezione che tiene nell’elite e spinge dal basso malgrado qualche assenza già programmata da tempo nella pianificazione della stagione olimpica.
Nell’ultima giornata gli azzurri conquistano due ori, un argento ed un bronzo. Il primo acuto è di Marco Orsi detto Bomber che riporta in Italia la medaglia d’oro nei 100 stile libero dopo il successo di Filippo Magnini nel 2006. Stacco imperioso dal blocco quattro, virate che ai 50 lo spingono primo in 22″03 per la chiusura in solitario da 46″05 (il belga Timmers secondo, è a 56 centesimi), ad un centesimo dal suo record italiano stabilito il 19 aprile scorso a Riccione.

LEN European Short Course Swimming ChampionshipsIl settimo oro, quello della storia, come a Valencia 2000 ma con 8 medaglie in più a fianco, lo vince in chiusura di manifestazione la 4×50 mista maschile col record italiano e dei campionati. Un mix d’entusiasmo di giovani e campioni che diverte, appassiona e segna 1’31″71. Apre nel dorso Simone Sabbioni (23″29 dopo il 23″09 10 minuti prima per l’argento nell’individuale), prosegue Fabio Scozzoli con una rana da 25″88; Matteo Rivolta rintuzza l’attacco della Russia nella farfalla da 22″19 e lancia Marco Bomber Orsi, che rifinisce con un crawl da 20″35. Dietro gli specchietti non si vede nessuno, la Russia è a 46 centesimi (1’32″17). La staffetta non vinceva l’oro dal 2011 e batte il precedente record assoluto gommato di 1’32″17 del 10 dicembre 2009, all’edizione di Istanbul, stabilito da Mirco Di Tora, Alessandro Terrin, Rudy Goldin e Filippo Magnini.

In precedenza il “bambino d’oro” del nuoto azzurro Simone Sabbioni conquistava l’argento nei 50 dorso (ex-aequo con l’inglese Walker-Hebborn) in 23″09, e batteva di nuovo il record italiano dopo il 23″23 nuotato in semifinale. Vittoria per il polacco Polewka in 22″96. Mai un azzurro aveva conquistato una medaglia in questa specialità nella rassegna continentale, che peraltro si aggiunge al bronzo nei 200 e agli ori con le miste.

LEN European Short Course Swimming ChampionshipsPoco dopo c’è il bronzo col record italiano per la 4×50 mista di Elena Gemo (26″85), Martina Carraro (30″06), Silvia Di Pietro (24″98) ed Erika Ferraioli (23″74) che conquistano la terza medaglia di giornata col record italiano di 1’45″73, abbassando il precedente di 1’46″47 nuotato ai mondiali di Doha il 5 dicembre 2014 da Elena Di Liddo, Arianna Castiglioni, Ilaria Bianchi e la velocista ‘garante’ Erika Ferraioli.

Nelle altre finali sfugge per 2 centesimi a Ilaria Bianchi il podio nei 100 farfalla che la bolognese, campionessa nel 2012 a Chartres, chiude quarta in 56″45; quinta Silvia Di Pietro col personale di 56″63. Quinta col personale nei 200 rana Ilaria Scarcella in 2’21″25. Nei 400 stile libero Erica Musso è settima col personale in 4’02″28 e Diletta Carli ottava in 4’03″36.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*