Johnny Depp respinge Amber Heard
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

IN ARRIVO DA EATALY IL FESTIVAL DEL CACIO E PEPE

AG.RF.(redazione).14.01.2023

Quando: Dal 20/1/2023 al 22/1/2023

“riverflash” – Per tutti gli appassionati torna, alla sua quarta edizione, il cacio e pepe festival: un week end all’insegna del gusto dedicato a uno dei piatti più iconici della cucina romana.
Una selezione delle migliori realtà romane ti aspetta al terzo piano di Eataly per farti provare la cacio e pepe in tantissime versioni. Vieni a scegliere la tua ricetta preferita tra il classico tonnarello, la pasta ripiena, i fritti e molto altro. Il tutto accompagnato da vini laziali selezionati dalla grande enoteca di Eataly e birra artigianale del territorio.
Non mancheranno show cooking dedicati, lezioni di cucina, intrattenimento musicale e laboratori creativi per bambini.

LE DATE E GLI ORARI
Venerdì 20 gennaio | 19.00 – 24.00
Sabato 21 gennaio | 12.00 – 16.00 | 19.00 – 24.00
Domenica 22 gennaio | 12.00 – 16.00 | 18.00 – 22.00

MODALITA’ DI PAGAMENTO
Ingresso gratuito
– Tutte le proposte potranno essere acquistate tramite gettoni.
Per mangiare e bere al 3° piano potrai acquistare i gettoni alle casse dedicate.

• 1 gettone = 2€

Promo Gettoni:
• L’assaggiatore… ci prova | 14 gettoni = 26€ (anziché 28€)
• Il romano D.O.C.… le prova tutte | 30 gettoni = 55€ (anziché 60€)

Le casse chiudono 30 minuti prima della fine dell’evento.

DOVE
Al terzo piano di Eataly Roma

Cosa mangiare e bere al Cacio & Pepe Festival di Eataly Roma

Sono tante le proposte food che ti aspettano per questa tre giorni culinaria. Potrai degustare i piatti speciali preparati per l’occasione da alcune tra le più importanti realtà di Roma e assaggiare tante versioni di un classico senza tempo, compresa quella gluten free.


Prova le specialità di:

  • Felice a Testaccio

    Tonnarelli cacio e pepe | 4 gettoni

  • Pastifico Secondi

    Mattonella di lasagna fritta cacio e pepe | 2 gettoni

    Ravioli ripieni di cacio e pepe con guanciale croccante | 3 gettoni

    Raviolo assoluto di topinambur con crema cacio e pepe e nocciole tostate | 4 gettoni

    Taralli cacio e pepe | 1 gettone

  • Bottega Trattoria De Santis

    Mezza manica cacio e pepe | 4 gettoni

    Gnocchetto cacio, pepe, carciofi e menta | 4 gettoni

  • Centro

    Hot Dog home Made Cacio e Pepe con coppa e puntarelle alla Romana | 4 Gettoni

    Pacchero Fritto Ripieno con Cacio, Pepe e baccalà | 2 gettoni

  • Supplì Bros

    Frittatina di pasta con bucatino cacio e pepe | 2 gettoni

    Patate croccanti con salsa cacio e pepe | 2 gettoni

    Supplì pomodoro e mozzarella | 1 gettone

  • Fornerie Alessandrino | Senza Glutine e senza lattosio

    Pici pecorino romano dop “Deroma” e pepe di Sichuan| 4 gettoni

    Tortino con cuore caldo al pecorino romano dop “Deroma” e pepe di Sichuan, cipolle caramellate all’arancia e noci | 3 gettoni

    Polpette crema cacio e pepe con pere al vin brulè | 4 gettoni

    Dolce: Panna cotta ai frutti di bosco | 2 gettoni

  • Bottega Ioli & Matteucci

    Maritozzo salato Cacio&Pepe-Roni | 2 gettoni

    Cheesecake Lamponi e pepe Sansho|2 gettoni

    Bignè della bottega| 1 gettone

    Maritozzo con panna| 1 gettone

Potrai accompagnare ogni piatto con le birre artigianali e i drink del nostro bar.

BIRRA AGRICOLA:
• Mou Contadini Birrai
MOU coltiva cereali come luppolo e farro antico monococco e l’orzo distico da trasformare in malto, da destinare alla produzione della propria birra agricola. Le birre MOU non sono solo artigianali, ma anche territoriali e gastronomiche, raccontano il territorio dei Monti Prenestini.

Viola – Italian Grape Ale (IGA) | 400ml 3 gettoni
Viola è una birra dal colore rosato, prodotta aggiungendo al mosto di birra il mosto di uva Cesanese di Affile coltivato nel nostro territorio.  Il colore, particolare, è dato dalla macerazione delle bucce nel mosto.   Note di frutti di bosco, cenere, amaro non pronunciato.
Sophia – Italian Grape Ale (IGA) | 400 ml 3 gettoni
Sophia è una birra dal colore giallo oro, prodotta aggiungendo al mosto di birra il mosto di uva Passerina del frusinate coltivato nel nostro territorio.  Il colore, particolare, è dato dalla macerazione delle bucce nel mosto. Profumata, con note mielate e agrumate.
166 Ettari – Birra alle castagne | 400ml 3 gettoni
166 Ettari è il frutto della collaborazione tra MOU ed Agromnia, azienda agricola produttrice delle mosciarelle delle casette di Capranica Prenestina, presidio SlowFood. Questa birra rappresenta il frutto della sinergia del nostro territorio, per la valorizzazione delle produzioni locali. È una birra dal colore arancio carico, ambrato, con note affumicate ed un amaro piacevole.

Alla Terra – Italian WIT | 400 ml 3 gettoni
Bevendo questa birra si possono apprezzare i cereali che la caratterizzano, in particolare l’antico farro monococco. Alla terra è una bevuta fresca, piacevole, con note di frutta gialla e sentori rustici del farro monococco. Amaro gradevole sul finire della bevuta.

  • BAR

    Vini alla mescita delle migliori cantine laziali:

    Bollicine – Silvestri Brut – Cantine Silvestri |3 gettoni

    Bianco – Frascati Sup DOCG “Poggio Verde” – Principe Pallavicini |3 gettoni

    Bianco – “Gallieno” Malvasia puntinata – Riserva della Cascina |3 gettoni

    Rosato – “Tellus” rosato – Falesco | 2 gettoni

    Rosso – Cesanese del Piglio docg “Tenuta della Ioria” – Casale della Ioria | 3 gettoniRosso – “Capolemole” – Marco Carpineti | 3 gettoni

    Bibite analcoliche | 1 gettoneCaffe’ Illy | 1 gettone

    Birra senza glutine | 2 gettoni

    Acqua | 1 gettone

Le attività e gli incontri del Cacio & Pepe Festival

• Venerdì 20 gennaio dalle ore 19.00
al 3° piano di Eataly Roma si terrà la presentazione dei libri “Annamo Bene! La cucina romana di Sora Lella” di Francesca Romana Barberini, Renato e Mauro Trabalza, edito da Giunti Editore con la moderazione di Roberta Petronio e Laura Pranzetti Lombardini – autrici di “Le Romane un racconto dietro le quinte della Città Eterna”Edizioni Gridaudo che disserteranno sulla cucina romana di Sora Lella e delle sue storiche ricette, tra cui l’iconica cacio e pepe – ingresso libero fino ad esaurimento posti

Annamo bene! La cucina romana di Sora Lella
Elena Fabrizi, alias “Sora Lella”, è uno dei personaggi più amati del cinema italiano. Ma Lella più che attrice fu cuoca e ristoratrice, tanto da rendere celeberrima l’omonima insegna della trattoria storica sull’Isola Tiberina a Roma, oggi gestita dai suoi quattro nipoti: Renato, Mauro, Simone ed Elena. Proprio da loro, con l’aiuto di Francesca Romana Barberini, nasce il primo libro sulla cucina romana di Sora Lella, un ricettario personale ma anche un volume ragionato che cerca di sistematizzare il sapere di una cucina, quella romana, che oggi vive una seconda giovinezza e una popolarità mai vista prima. Le ricette, divise per capitoli e associate a diversi luoghi della città, riprendono tutte le tradizioni della cucina capitolina: quella giudaica, quella testaccina (o del quinto quarto) e quelle della campagna romana.

Le Romane – un racconto dietro le quinte della Città Eterna
Perché un libro sulla nativa della Città Eterna? Perché è arrivato il momento di dare una risposta alle autocelebrazioni della parigina e della milanese, rimboccandoci le maniche e mettendo finalmente nero su bianco (quasi) tutto quello che sappiamo e vediamo nelle nostre “scorribande” quotidiane tra le incalzanti opportunità generate dalla Capitale. Con Le romane Roberta Petronio e Laura Pranzetti Lombardini puntano a risvegliare l’orgoglio di appartenenza delle loro concittadine, tracciando nel frattempo le linee guida di un viaggio da insider nella città più bella del mondo, attraverso il racconto puntuale, leggero, realistico, sereno, (auto)ironico, a tratti entusiasta, filtrato dall’esperienza di due “local” che hanno imparato a distillare il meglio dalla sterminata e, solo apparentemente, disordinata offerta di cultura e socialità prodotta tra gli otto colli (sette “certificati” dalla Leggenda, più il Gianicolo, entrato di diritto nel palmarès).

• Venerdì 20 gennaio dalle ore 19.00 alle 22.00
al 3° piano di Eataly Roma si terrà il corso “La trilogia del Cacio” – SOLD OUT

La pasta cacio e pepe è uno dei piatti più gustosi e conosciuti della tradizione culinaria laziale. Nonostante la semplicità degli ingredienti, questo piatto non è così immediato come potrebbe sembrare e gli errori di esecuzione sono molto frequenti.
In compagnia di Gabriella Cinelli, archeocuoca dell’Alleanza Slow Food, imparerete come fare una cremosissima Cacio e Pepe partendo dalle sue origini, le naturali evoluzioni storiche e non solo.

Le ricette che realizzeremo:
• Cacio e pepe
• Gricia
• Amatriciana

• Sabato 21 gennaio dalle ore 19.00 alle 21.30
al 3° piano di Eataly Roma si terrà il corso “Mezzogiorno di cacio: birre e caci dal sud” Gli anziani una volta dicevano che le regioni del Sud, nonostante le loro criticità, potrebbero essere considerate il giardino d’Europa. Un giardino fatto di produzioni uniche e di tante aree incontaminate, percorse da tratturi più che da strade carrabili. Proprio per la valorizzazione di questo straordinario patrimonio agricolo, vogliamo dedicare una serata all’assaggio e all’abbinamento di quattro formaggi (a pasta filata e non) tipici del Sud e quattro Birre artigianali del Mezzogiorno italiano.

Sarai guidato in questo incontro dai gastronomi e formatori Slow Food Roberto Muzi e Andrea Russo.

• Sabato 21 gennaio dalle ore 20.00 alle 21.00
al 3° piano di Eataly Roma si terrà lo Show cooking “La quadricomia del pepe: viaggio in cucina tra saperi e sapori” – ingresso libero fino ad esaurimento posti

Tra le spezie, il pepe è sicuramente quello più utilizzato in cucina dagli italiani. In occasione del cacio e pepe festival Mauro Secondi, del Pastificio Secondi, preparerà la sua personale ricetta de La cacio e pepe. Fabio Gizzi, dell’Emporio delle spezie, selezionerà per lui quattro miscele di pepi esclusive, provenienti da diverse parti del mondo. Parteciperà anche il maestro pasticcere Angelo De Vita, ci racconterà la sua personale ricetta dei taralli cacio e pepe con una particolare varietà di pepe nero.

Vi aspettiamo per un viaggio sensoriale, antropologico tutto da scoprire…e da assaggiare!

• Domenica 22 gennaio dalle ore 11.00 alle 14.00
al 3° piano di Eataly Roma si terrà il “Master di cucina per ragazzi” – SOLD OUT

Un appuntamento dedicato ai ragazzi che vogliono avvicinarsi al mondo della gastronomia e dell’educazione alimentare, per scoprire una passione e per cominciare a viverla!
Per chi sogna di diventare chef e vuole cominciare a fare sul serio perché non è mai troppo presto per mettersi ai fornelli. Durante la lezione si apprenderà la teoria sul corretto consumo degli alimenti, sulla gestione della cucina e si realizzeranno insieme alcune ricette. I ragazzi saranno seguiti da Gabriella Cinelli, formatrice Slow Food e cuoca dell’Alleanza, e realizzeranno con le loro mani le preparazioni in programma. Durante le lezioni i ragazzi degusteranno i piatti da loro realizzati. Ad ogni partecipante sarà consegnato un attestato di partecipazione. Per partecipare sarà necessaria l’autorizzazione di un genitore che dovrà compilare la modulistica ricevuta via mail a chiusura delle prenotazioni.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*