La storia dei rifiuti di Roma
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

VIETATO UTILIZZARE GUINZAGLIO ANTIABBAIO PER I CANI: MULTA DI 800 EURO AL PADRONE DEI SUOI DUE “FEDELI AMICI”, PER MALTRATTAMENTO

collarei-kqje-u11012071402658t2d-1024x576lastampa-it

AG.RF.(redazione).26.01.2017

“riverflash” –  La Cassazione ha confermato la multa di 800 euro per maltrattamento nei confronti di due cani da caccia ‘setter’, a carico del proprietario dei due quattrozampe ai quali l’uomo, Andrea D., trentacinquenne residente a Vigasio nel veronese, aveva messo un collare antiabbaio «per evitare che disturbassero i vicini». L’imputato ha fatto ricorso alla Suprema Corte contro la sentenza emessa dal Tribunale di Verona nel 2014, sostenendo che i cani erano comunque stati trovati in salute, dai vigili urbani che erano intervenuti in soccorso dei due animali, e senza lesioni, e che non è provato che il collare antiabbaio «abbia recato sofferenze» ai suoi setter. Ma la cassazione ha respinto il ricorso, affermando che il collare in questione, integra il reato di maltrattamenti «in quanto concretizza una forma di addestramento fondata esclusivamente su uno stimolo doloroso tale da incidere sensibilmente sull’integrità psicofisica dell’animale».  Inoltre, i cani in questione, sono stati trovati dai vigili all’interno di un recinto, muniti appunto di collare antiabbaio, tanto che all’avvicinarsi degli uomini, non avevano minimamente abbaiato e alcuni testimoni avevano raccontato che i 2 setter indossavano sempre quello strumento di “ tortura”: l’imputato è stato condannato anche a versare 2000 euro alla Cassa delle ammende.

 

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*