Stelle Michelin: 3 a Enrico Bartolini
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

Una ragazza transessuale di 8 anni ha chiesto all’Assemblea della Extremadura di rispettare la diversità

AG.RF 03.12.2019

(riverflash) – È bastato solo 1 minuto e mezzo per scuotere l’Assemblea della Extremadura, regione occidentale della Spagna. Tanto è durato l’intervento di Elsa, una ragazzina di 8 anni che chiedeva leggi che tutelassero la diversità delle persone. Un messaggio di comprensione, integrazione e rispetto nei confronti di chi si trova ad affrontare un percorso di vita differente senza averlo scelto.

Elsa, la ragazzina di 8 anni, è una transessuale, che vive da femmina pur essendo nata con organi sessuali maschili. Davanti all’Assemblea dell’Extremadura, senza abbassare lo sguardo, ha raccontato la sua storia: “Sono una ragazzina transessuale, vivo ad Arroyo de San Serván e negli ultimi 4 anni sto affrontando un percorso molto importante, il percorso della mia felicità. Studio nel collegio Nuestra Señora de la Soledad, la scuola della mia cittadina, ed è proprio lì che ho avuto la fortuna di trovare compagni e compagne pronti a comprendere quale fosse la mia natura umana, fin dal primo giorno. Ricordo a tutti il mio diritto a essere chiamata con il nome di ragazza perché è quello che sento di essere”.

Elsa non si è limitata a raccontare la sua storia, ma ha fatto anche una domanda ai dirigenti politici: “Di tutto quello che vorrei dire oggi, la cosa più importante è questa: signori e signore che si occupano di politica, continuate a scrivere leggi che riconoscano le diversità delle persone, anche se venite minacciate. Soprattutto non dimenticate che noi, persone transessuali abbiamo diritto a essere quelle che siamo. Non permettete che qualcuno cerchi di privarci della felicità”.

L’intervento di Elsa è arrivato 4 anni dopo che sua madre aveva contestato un raduno LGBTIfóbico: “Mia figlia non ha sofferto algun tipo di discriminazione. Per fortuna lei può vivere in un mondo senza odio”.

 

Fonte: https://www.elmundo.es/

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*