Johnny Depp respinge Amber Heard
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

UDINESE – ROMA 1 A 1: GIALLOROSSI INGUARDABILI PAREGGIANO AL 94ESIMO – GOL DI MOLINA E PELLEGRINI

AG.RF.(redazione).14.03.2022

“riverflash” – una Roma inguardabile senza idee e senza gioco, deve ringraziare per il match di ieri, il suo portiere Rui Patricio che ha parato l’imparabile e la freddezza di Pellegrini che al 94esimo ha realizzato un rigore discutibile. La “dea bendata” ieri ha dato un inaspettato e non meritato aiuto alla squadra di Mourinho, che ha comunque conquistato un punto prezioso, rimanendo imbattuta da 8 giornate. “Molti giocatori non sono abituati a giocare in coppa e campionato – ha commentato Mourinho a fine partita, non senza un certo imbarazzo per la prestazione dei suoi giocatori, al limite della vergogna – già dal riscaldamento mi ero accorto che la squadra era stanca e poco concentrata: subito mi sono reso conto di aver sbagliato la mia analisi pre-partita e siamo riusciti ad entrare nel gioco solo grazie ai cambi che ci hanno dato un po’ di energia”. E così, con i continui retropassaggi tra Smalling, Ibanez e Mancini, con Zaniolo frenato dalla paura di essere ammonito ( e saltare il derby), con Pellegrini spettatore in campo e Abraham che di dava da fare inutilmente senza ricevere palloni, la Roma ha dato il peggio di sé, passeggiando per il campo, contro l’Udinese che ha disputato una partita perfetta (come sempre succede alle squadre che giocano contro i giallorossi..) arrivando sempre prima sulla palla, comprimendo gli avversari nella propria metà campo tanto che al 15esimo arriva il meritato vantaggio dei padroni di casa, grazie ad uno splendido gol di Molina che con un destro a giro, infila la porta di Rui Patricio che sancisce il dominio friulano. I giallorossi non reagiscono, Abraham e Zaniolo sperduti in campo provano a darsi da fare ma non ci sono spazi e si scontrano con il muro innalzato dall’Udinese che al 38esimo va vicinissima al raddoppio con Marendo, ma il tiro si stampa sulla traversa. Dopo un primo tempo da dimenticare, la ripresa inizia con El Shaarawy a posto di Sergio Oliveira ma il trend della partita non cambia: la squadra di Cioffi continua a spingere giocando in velocità, Pellegrini continua a sbagliare un infinità di palloni e tutta la squadra continua a mostrarsi lenta e svogliata, non riuscendo a costruire un’azione degna di questo nome, nonostante l’ingresso di Felix e Shomurodov al posto di Zalewshky (ieri deludente) e Abraham e proprio al giovane ghanese capita l’occasione del pareggio ma il suo tiro va fuori di pochissimo: al 76esimo poi, El Shaarawy ci prova, la palla viene respinta da Silvestri. Manca poco alla fine e i giallorossi non danno la sensazione di poter pareggiare e sembrano ormai “rassegnati” alla sconfitta, quando al 94esimo Di Bello assegna un rigore alla Roma per un fallo di mano che probabilmente  solo lui ha visto. Pellegrini va sul dischetto e non sbaglia: è l’1 a 1 che permette ai giallorossi di rimanere sulla “scia” europea, con la consapevolezza che con “queste prestazioni”, la squadra di Mourinho non andrà molto avanti: giovedì 17 alle ore 21, ci sarà da affrontare il match di ritorno con il Vitesse per la Conference League e domenica prossima il derby contro la Lazio.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*