Il mistero delle ossa in Nunziatura
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

STEFANO CUCCHI POTEVA SALVARSI SE I SANITARI NON AVESSERO ASCOLTATO LE SUE VOLONTA’

di Simona Boenzi (AG.RF 07.11.2018) ore 18:11

(riverflash) – “Si poteva salvare Stefano Cucchi? È una domanda a cui posso dare una risposta «tecnica». Secondo me sì se nelle condizioni psicologiche in cui si trovava i sanitari non avessero ascoltato le sue volontà. Se, a quanto finora è emerso, è vero che il ragazzo rifiutava le cure, avrebbero dovuto sottoporlo a un trattamento obbligatorio. Purtroppo Stefano era in condizioni critiche. Qualsiasi sostanza possa aver assunto, senza ombra alcuna di dubbio, durante la notte è andato incontro ad una crisi di astinenza, condizione fisico/mentale che altera le capacità decisionali. Ma io non posso andare oltre poiché non conosco la gravità delle ferite riportate con cui è entrato in ospedale “. A dirlo è lo psicologo comportamentale, esperto anche in dipendenze, Mordeca Marraudino, 30 anni di Faenza. “Ho provato un senso di profonda sconfitta quando ho appreso la notizia della morte di questo ragazzo – prosegue il terapeuta – soprattutto c’è ancora scarsa conoscenza in materia di dipendenze da sostanze tossiche. La tossicodipendenza è una malattia e come tale si può curare, o meglio, il primo passo è la presa d’atto dell’individuo che è quello di avere un problema, ma la soluzione, tantomeno la responsabilità, non è al di fuori – famiglia, società – società – istituzioni, come spesso leggo anche qui sui social, la responsabilità della nostra malattia è dentro noi stessi, ne dobbiamo essere consapevoli, ma proprio perché il tossicodipendente è un malato, ha il sacrosanto diritto di essere trattato con cure adeguate, non lasciato morire fra le coperte di un freddo letto d’ospedale, da solo”.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*