CALCIO: la Serie A 2021-2022
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

Sound Visual Landscapes, spazio aperto alla cultura tra piazzale Preneste e il Pigneto

valigia-dei-ricordiAG.RF 04.10.2014 (ore 16:27)

(riverflash) – Installazioni multimedia e interattive mai esposte a Roma: La valigia dei ricordi, Lo scrigno di Pinksie, Tribute to Studio Azzurro. Da sabato 7 ottobre, ore 18.00,  sarà possibile visitarle, presso la Scuola Giulio Ceasare, via Conte di Carmagnola 27 – Roma.

Sound Visual Landscapesa cura della Prof.ssa Valentina Valentini, responsabile scientifica e coordinatrice del progetto, ha vinto con la Scuola Giulio Caesare, situata fra Piazzale Preneste e il Pigneto, il bando “Scuola: spazio aperto alla cultura”, promosso dalla Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e periferie urbane” che intende sviluppare la relazione fra la scuola, il suo tessuto urbano e storico di riferimento e il contesto culturale contemporaneo.

Quali stimoli, quali strumenti, quali linguaggi immaginare per “aprire la scuola alla cultura  del territorio e reciprocamente far usufruire dagli abitanti, dai nuovi cittadini arrivati da altri paesi e ambienti, quello che la scuola può condividere? Innanzitutto, un luogo – infatti il progetto prevede – e ha realizzato- la ristrutturazione di uno spazio della scuola da utilizzare per le attività  culturali, formative e di svago insieme – adulti e ragazzi.  Scrive la Dirigente scolastica, dott.ssa Rita Micarelli: “Il restauro e l’adeguamento  di   spazi interni alla scuola   ha lo scopo di favorire l’aggregazione e l’accoglienza delle varie componenti scolastiche e della comunità locale e offrire loro esperienze artistico-culturali, oltre che nuove possibilità creative ed espressive,  con lo scopo di fondere la nostra tradizione con le attuali istanze culturali e con le  innovazioni tecnologiche, con uno sguardo  anche all’integrazione interculturale”.

Infatti, il cortile della Scuola Giulio Cesare, un edificio storico per tre giorni (21, 22, 23 settembre) è diventato sede di concerti, proiezioni, feste barocche e dance club e vjing.

Dal 7 ottobre alle ore 18.00 (fino al 27), le due sale, ristrutturate con i fondi del bando, accolgono installazioni multimedia e interattive con una specifica valenza “didattica”, mai esposte a Roma: La valigia dei ricordiLo scrigno di Pinksie, Tribute to Studio Azzurro

La Valigia dei Ricordi (nella foto) è un progetto ideato dalla Cooperativa Paloma 2000, in collaborazione con: Centro Diurno Integrato I DelfiniIED Istituto Europeo di Design Milano – Visual Communication. La Valigia dei Ricordi è un laboratorio sulla memoria, tenuto con i Caregivers di pazienti malati di Alzheimer. Con l’aiuto di alcune fotografie, i partecipanti hanno lasciato un ricordo parlato, legato alla vita con il famigliare malato; una testimonianza sul delicato rapporto con la malattia di Alzheimer, rivolta in primo luogo agli altri Caregivers. I ricordi evocati sono raccolti in una videoinstallazione interattiva, composta da una Valigia e alcune Cartoline fotografiche. Scegliendo una cartolina e posizionandola nella valigia, si avvierà il contributovideo-sonoro del ricordo associato a quell’immagine. È possibile accedere al contenuto delle cartoline anche con smartphone e via web. La progettazione/realizzazione è a cura di Davide Sgalippa, Paolo Solcia, Martina Rocchi, Dario Gavezotti, Federica Rebaudengo, Giacomo Ferrari, Carla Cesar Sergio, Andrea Rech, Francesca Marchese. (https://vimeo.com/205561031)

Lo scrigno di Pinksie è un progetto realizzato da Giovanni Baffetti, Enrico Carucci, Painé Cuadrelli, Dario Gavezotti, Mery Glez, Jacopo Panfili, Davide Sgalippa, Paolo Solcia in un laboratorio con gli alunni e le maestre delle classi 5A, 5B, 5C, scuola primaria Tito Speri di Milano. È stato realizzato uno scrigno di Pinksie per ogni ragazzo. Lo scrigno contiene le proprie differenze, specificità: i propri ‘particolari particolari’. Lo scrigno di Pinksie è anche un dispositivo interattivo che permette di accedere a un contributo multimediale, un video e una registrazione audio, che racconta ciò che è contenuto nello scrigno. È stato realizzato un lettore multimediale a forma di acquario dove, appoggiando lo scrigno, si possono vedere e sentire cosa i ragazzi vi hanno racchiuso. Ogni scrigno ha un codice Qrcode, che permette di accedere al contributo multimediale via internet. Con una APP, attraverso smartphone o tablet, si può accedere al sito Lo Scrigno di Pinksie, e vedere tutti gli scrigni realizzati. Lo scrigno contiene i materiali realizzati dai ragazzi: una loro interpretazione di Pinksie, i loro sogni, le loro paure, la loro immaginazione. Con questo progetto si è deciso di riflettere sulla diversità partendo da una apparente, forzata, uguaglianza. Gli scrigni, dal di fuori, sono tutti uguali, neutri, non riconoscibili. Gli scrigni sono chiusi, sigillati; i tesori che racchiudono sono le cose più intime della persona; sono sentimenti privati, ma non per questo non condivisibili. Chi nasconde un tesoro, in fondo, lo fa nella speranza che qualcuno lo trovi. Lo nasconde affinché non lo trovi chiunque, ma solo chi davvero vuole cercarlo, chi davvero vuole scoprirlo. Per trovare, scoprire, accettare e lasciar apparire le nostre differenze, bisogna entrare in contatto, bisogna lasciarsi contattare. Nell’equipe di lavoro convivono le competenze di Sound Design, Video Design, Interaction Design ed Interior Design.

Tribute to Studio AzzurroIn omaggio alla lunga collaborazione, tuttora in corso, con Studio Azzurro, camerAnebbia, fondato da Marco Barsottini, Matteo Cellini e Lorenzo Sarti, propone tre installazioni con cui rivisita alcuni lavori celebri dello Studio, attraverso una lente apparentemente scientifica, che lascia emergere la passione per la grafica generativa e per la poetica del “codice”, come metafore di quella trama digitale invisibile sottesa alle immagini e, forse, al mondo stesso. Seguendo Il Nuotatore si rivelano i modelli matematici che sostengono l’ordine delle cose visibili e invisibili.

Orario di visita delle installazioni dal 7 ottobre al 27 ottobre:

lunedi dalle ore14 alle 18,30

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*