il decesso di Morricone a 91 anni
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

ROMA vs EXPO – MOZAMBICO 40 ANNI D’INDIPENDENZA: UNITÁ, PACE E PROGRESSO

roma vs expoAG.RF 25.06.2015 (ore 15:38)

(riverflash) – Nel 1992 frequentavamo la Basilica di Santa Maria in Trastevere e don Matteo Zuppi era il giovane vice-parroco. Rimanemmo stupiti quando a porre termine alla guerra civile in Mozambico fu chiesta la mediazione della Sant’Egidio, formata da giovani uomini che frequentavano Santa Maria in Trastevere, e non dell’ONU.

Dal 25 giugno al 9 luglio la Sala Giubileo del Complesso del Vittoriano (Ala Brasini) ospita “Mozambico 40 anni d’indipendenza: unitá, pace e progresso” con cui la Repubblica di Mozambico si presenta nell’ambito di “Roma verso Expo”.

Il 25 giugno è il giorno in cui il Mozambico celebra i quarant’anni dall’indipendenza dal Portogallo. La Lotta per la Liberazione Nazionale, iniziata il 25 settembre 1964, è stata condotta dalla Frelimo (Fronte di Liberazione del Mozambico), nata nel 1962 sotto la guida di Eduardo Mondlane per liberare il Paese dal dominio coloniale portoghese e dare dignità al popolo mozambicano. Il Presidente Samora Moises Machel, che succedette a Eduardo Chivambo Mondlane, guidò la lotta armata fino all’Indipendenza Nazionale, proclamata il 25 Giugno del 1975. Il 4 ottobre 1992 fu firmato a Roma l’Accordo Generale di Pace tra il Governo e la RENAMO (Resistência Nacional Moçambicana) con la mediazione della Comunità di Sant’Egidio e con l’appoggio del Governo Italiano. Il Mozambico è oggi un Paese dove la pace e la stabilità prevalgono.

Il Mozambico possiede una delle economie più promettenti dell’Africa. Negli ultimi 15 anni, ha registrato progressi significativi soprattutto nelle aree economiche e sociali, con un tasso medio di crescita economica del 7-8%. È un Paese con elevate opportunità e potenzialità, specie nei settori della agricoltura e dell’agro-industria, del turismo, della pesca e dell’acquacultura, delle risorse minerarie, dell’energia e delle energie rinnovabili, dei trasporti, della costruzione di infrastrutture e Real State.

volto_di_bambinaDalla tradizione all’innovazione: nutrire le vite, coltivare i sogni”, è il tema della partecipazione a Expo Milano 2015, all’interno del Cluster Cereali e Tuberi. Il Mozambico vuole raccontare storie, curiosità e caratteristiche di alcuni dei suoi prodotti tipici, come la manioca, le patate, il mais, il miglio e alcuni tipi di radici; vuole mostrare la sua storia, le sue usanze e le sue ricchezze culturali attraverso due itinerari tematici: “Il ruolo delle donne in agricoltura” e “Biodiversità e conservazione dell’ecosistema”. L’obiettivo è quello di presentare la ricchezza delle varietà agroalimentari presenti nel Paese e di raccontare gli sforzi compiuti nella ricerca di tecniche agricole più efficaci, favorendo al contempo lo scambio di conoscenze e competenze sui temi della sicurezza alimentare.

In mostra nella Sala Giubileo del Complesso del Vittoriano (Ala Brasini) opere degli artisti mozambicani Bertina Lopes, Malangatana e Miguel Rodrigues, e un quadro dell’artista italiano Angelo Savarese che riproduce la bandiera della Repubblica del Mozambico. Esposti anche oggetti dell’artigianato artistico mozambicano, come sculture di arte makonde, batik, conchiglie, capulane (i teli colorati che ogni donna mozambicana possiede), maschere tipiche. Saranno inoltre esposte anche alcune opere letterarie di autori mozambicani residenti in Italia, come Amilca Ismael (La casa dei ricordi, Il racconto di Nadia, Effimera Libertá), Celestino Victor Mussomar (Lo sviluppo integrale endogeno per l’Africa Sub-Sahariana) e Amarildo Ajasse (Conversazioni impossibili – C’era una volta). Cura l’esposizione Velia Littera di Pavart in collaborazione con Miguel Rodrigues.

Il Progetto

Roma è una vetrina d’eccezione per assicurare all’Expo del 2015 la massima diffusione e il coinvolgimento del grande pubblico, grazie alla sua centralità nei flussi turistici e alla sua vocazione naturalmente internazionale rafforzata dalla presenza delle Ambasciate e degli istituti di Cultura. Un luogo di elezione unico, dunque, per offrire visibilità agli oltre 140 Stati che hanno aderito alla prossima Esposizione Universale. Per questo è nato il progetto “Roma verso Expo”, un ricco programma di mostre, conferenze, e incontri con il coinvolgimento delle Ambasciate, che consentirà ai Paesi aderenti a Expo Milano 2015 di presentare in location esclusive i propri progetti di partecipazione, ma anche la propria immagine, le eccellenze produttive, culturali e turistiche.

Il progetto “Roma verso Expo” è voluto da Roma Capitale unitamente a Expo Milano 2015 con la partecipazione della Regione Lazio e  Unioncamere Lazio – Camere di Commercio del Lazio, si avvale del patrocinio del Ministero degli Affari Esteri e Cooperazione internazionale e del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, con la partecipazione e il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e con la collaborazione di Aeroporti di Roma.

L’organizzazione è di Zètema Progetto Cultura e di Comunicare Organizzando.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*