Modello di Autocertificazione
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

ROMA: SCIOPERO DEL TRASPORTO PUBBLICO DI 4 ORE GIOVEDÌ 28 GENNAIO

sciopero28gennaiodi Andrea Pranovi (AG.RF. 26.01.2016) (ore 23,20) (riverflash) – Possibili disagi per il trasporto pubblico a Roma nella giornata di giovedì 28 gennaio. Per quattro ore, dalle 10,30 alle 14,30, è infatti in programma uno sciopero del personale Atac indetto dal sindacato Orsa. Saranno quindi a rischio le corse di autobus, filobus, tram, metropolitane e ferrovie in concessione Termini-Centocelle, Roma-Lido e Roma-Civitacastellana-Viterbo.

Sul sito dell’Agenzia per la Mobilità del Comune di Roma si legge che è “possibile, comunque, una mediazione per cercare di arrivare a un rinvio, o magari una revoca della protesta. Ad oggi, comunque l’agitazione è confermata”. Lo sciopero era stato già indetto per il 13 gennaio, ma era poi stato differito. La protesta non riguarderà il personale della Roma Tpl, di Cotral e di Trenitalia: sarà quindi regolare la circolazione delle linee periferiche, dei bus extraurbani e dei treni gestiti da Ferrovie dello Stato.

Il giorno successivo, venerdì 29 gennaio, incroceranno invece le braccia i lavoratori del trasporto pubblico della società Schiaffini Travel operanti nei comuni di Fiumicino, Marino, Grottaferrata, Ciampino, Nemi, Rocca di Papa e Castel Gandolfo. In questo caso gli scioperi, proclamati dall’Ugl, sono previsti dalle ore 8,30 alle 12,30.

E intanto si continua a discutere sul futuro della Roma-Lido, al centro di voci su una possibile privatizzazione. “Trasformeremo la vecchia ferrovia Roma-Lido in metropolitana. Resterà pubblica e garantirà il diritto alla mobilità di migliaia di romani”: lo ha scritto oggi su Twitter il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. Il trasporto pubblico è stato inoltre all’ordine del giorno del Consiglio regionale straordinario, durante il quale l’assessore alla Mobilità Michele Civita ha sottolineato l’importanza di “trovare le risorse per trasformare la Roma-Lido in una metropolitana. Il lavoro che stiamo mettendo in campo è per raggiungere questo obiettivo”.

L’assessore ha poi spiegato che “abbiamo ricevuto una proposta di project da una Ati con in testa Ratp Italia e Ansaldo che non prevede la vendita della linea, che resta pubblica e pubblica rimane, ma che prevede investimenti per la trasformazione in metro e l’acquisto di treni, in cambio di un canone annuale per oltre vent’anni per poter ammortizzare gli investimenti. Come prevede la legge abbiamo voluto esaminare con una ‘conferenza dei servizi preliminare’ il progetto arrivato. Ci sono alcune condizioni poste dal progetto, come un investimento iniziale che dovrebbe fare la Regione, che per noi vanno superate altrimenti il project non avrà l’interesse pubblico. Se avessimo avuto già tutti i soldi infatti avremmo fatto subito la gara e non il project. Vogliamo mettere in campo una iniziativa che in prospettiva risolva la situazione: è il lavoro giusto da fare per rispetto dei cittadini e dei pendolari”.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*