il decesso di Morricone a 91 anni
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

ROMA, IN PIAZZA IL PUBBLICO IMPIEGO: CONTRATTO SUBITO O SCIOPERO GENERALE

OXQ8G3D75956-koiE-U10602395869081FaD-700x394@LaStampa_it

AG.RF. 29.11.2015 di Giuseppe Licinio

 

 

 

 

 

 

“riverflash” – “Contratto subito”. Recitava così lo striscione portato avanti ieri, in piazza della Repubblica a Roma, dai manifestanti alla testa del corteo: la manifestazione è stata promossa dai sindacati del pubblico impiego di Cgil, Cisl e Uil, da Confsal e Gilda. A protestare sono state diverse categorie professionali, dipendenti dei ministeri e degli enti locali, il personale della scuola e della sanità. Erano presenti circa 30mila persone, secondo gli organizzatori.

Il leit motiv dell’evento, sono state le dichiarazioni del ministro Poletti, secondo il quale, “l’ora di lavoro è un parametro superato e in ogni caso non può essere l’unico parametro”, dichiarazione che ha fatto insorgere la leader della Cgil, Susanna Camusso, la quale ha accusato il ministro di non conoscere affatto come è fatto il lavoro e affermando che le condizioni per i lavoratori, stanno peggiorando sempre di più. “Il governo non vuole il rinnovo dei contratti”, ha aggiunto la Camusso e se ciò non verrà fatto in tempi brevi, ci sarà lo sciopero generale.

Ma in piazza ieri, non c’erano solo i lavoratori, c’erano anche i rappresentanti della Fiom e della Fp Cgil, che chiedevano a gran voce il rinnovo del contratto bloccato da 6 anni, un blocco ritenuto incostituzionale e un aumento di 150 euro per restituire almeno in parte i soldi persi in sei anni dai lavoratori, in media 4.800 euro, mentre il governo ha stanziato solo 300 milioni, pari a 5 euro al mese: “solo una mancia”, secondo i sindacati. Per questo ora, secondo quanto sottolineato dalla Camusso, “dipenderà tutto da Renzi” e se non si troverà un accordo, sarà, appunto, sciopero generale.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*