La Serie A, stagione 2020-2021
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

LA ROMA PAREGGIA IN RIMONTA A CAGLIARI (2 A 2) NELL’ULTIMA AMICHEVOLE DI PRE-CAMPIONATO

AG.RF.(redazione).13.09.2020

“riverflash” – Tra ombre e luci (più ombre che luci) o meglio “senza infamia e senza lode”, la Roma ieri a Cagliari, alla Sardegna Arena, ha pareggiato per 2 a 2, grazie alle reti di Under e Mkhitaryan, dopo lo svantaggio “rimediato” nel primo tempo con il gol di Rog e Walukiewicz. È stata la “solita” Roma “sparita” nel primo tempo, con i soliti problemi sulla trequarti per la difficoltà di affondare in area e gli svarioni in difesa. L’inizio “molle” dei giallorossi e la mancanza di incisività, hanno permesso al Cagliari di passare in vantaggio al 37esimo con Rog servito ottimamente da Simeone e al 43esimo ha raddoppiato con un gol di testa di Walukiewicz, al quale era stata anche annullata una rete in avvio per fuorigioco. Nel secondo tempo la Roma si è finalmente svegliata, grazie anche all’ingresso in campo di Under al posto di Cristante e il cambio di modulo dal 3-4-2-1 al 4-2-3-1 e, in tre minuti, i giallorossi hanno riacciuffato in pareggio prima con Under al 59esimo, poi con Mkhitaryan (al 61esimo), che ha girato in rete il cross di Karsdorp respinto da Cragno dopo il tacco di Dzeko. Da segnalare l’infortunio a Perotti che si è fatto male da solo (questa non è certo una novità), mentre c’è da segnalare anche una nota positiva ed emozionante per i 1000 tifosi ammessi allo stadio: l’ingresso nel finale nel Cagliari di Bruno Conti, figlio di Daniele e nipote della “bandiera giallorossa”. Mister Fonseca a fine partita, ha così commentato: “La Roma mi è piaciuta (probabilmente solo a lui…), ho parlato con Friedkin e il figlio, stiamo lavorando per migliorare la squadra”. Questo è ciò che si augurano i tifosi giallorossi che ieri si sono scatenati sul web: “Questa squadra non riesce più a dare emozioni, non si percepisce più lo spirito di appartenenza”, “Under non deve essere ceduto”, “Mancano 2 centrali da affiancare a Mancini, un terzino destro e un vice Dzeko” e ancora “Via subito Cristante e Pau Lopez”. Insomma ci sarà tanto da lavorare per il presidente Friedkin, le aspettative sono tante e i tifosi sono delusi e stanchi di aspettare, vogliono vincere! La palla passa ora nelle mani del nuovo presidente, del suo staff e dell’allenatore…

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*