Modello di Autocertificazione
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

ROMA DA URLO BATTE IL BOLOGNA 5 A 1 NELLA PARTITA “PERFETTA”

AG.RF.(redazione).13.12.2020

“riverflash” – Una Roma fantastica alla quale oggi è impossibile trovare un difetto: una partita perfetta con giocate spettacolari, chiusa dopo appena 15 minuti: la Roma più bella dell’era Fonseca. Il mister giallorosso aveva chiesto una reazione dopo le polemiche a seguito di Sassuolo – Roma e l’inifluente sconfitta contro il Cska in Europa League. Fonseca chiama e la Roma risponde: 3 gol in 15 minuti e spettacolo per merito degli inarrestabili Dzeko, Pellegrini, Veretout e Mkhitaryan a segno. I giallorossi incantano e Dzeko (che ha segnato un gol ma ne avrebbe potuti segnare almeno altri tre..) raggiunge Amadei sul podio dei cannonieri della Roma, con 111 gol: “Sono contento di essere sempre più nella storia della Roma” ha scritto twitter. Il primo tempo della squadra di Fonseca al Dall’Ara è stato da manuale: i giocatori si conoscono benissimo, giocano a memoria senza nemmeno guardare e ne è uscito fuori così, un match da incubo per il Bologna, soprattutto per il portiere Ravaglia, oggi al suo debutto, in sostituzione di Skorupski infortunato. Nella Roma invece mancava Pedro (squalificato) ma erano in campo Pellegrini (miracolosamente recuperato) e Veretout, Cristante è in difesa e Paulo Lopez in porta. E si è capito subito come sarebbe andata la partita: la Roma va in vantaggio ‘5 con con un autogol di Poli nel tentativo disperato di anticipare Dzeko sul cross di Spinazzola. Il raddoppio arriva al 10’ a firma di Dzeko a seguito di un perfetto dribbling a rientrare su Tomyiasu, dopo un lancio in verticale di Pellegrini e proprio lui trova il gol, grazie ad un assist dell’inarrestabile Spinazzola. I giallorossi giocano in scioltezza, la squadra di Mihajlovic è incapace di reagire e allora ci pensa bene Cristante a dar loro “un aiutino”, infilando la porta di Pau Lopez al 24esimo, ma la Roma non si compone anzi, continua a produrre infinite occasioni da gol e segna ancora 2 volte: con Veretout, servito da Mkhitaryan al termine dell’ennesima azione spettacolare e al 44’ arriva anche il quinto gol, firmato dall’armeno, dopo una volata sulla destra di Karsdorp. Nella ripresa Mihajlovic cambia tre giocatori, ma la forza della Roma di oggi è inarrestabile: inevitabilmente i ritmo è più basso nel secondo tempo e gli emiliani mostrano qualche segnale di risveglio: al 58′ Dominguez trova il 5-2, complice un’altra deviazione di Cristante nella sua porta, ma il Var segnala Palacio in fuorigioco di qualche millimetro e il gol viene annullato, così come il successivo pallonetto di Pellegrini, sempre controllato dal Var. Oggi la squadra di Fonseca era chiamata ad una reazione per cancellare definitivamente le polemiche dei giorni scorsi: la risposta è arrivata direttamente dal campo con la “partita perfetta”: dalla tribuna Fonseca (squalificato) applaude.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*