il 20 giugno riparte la Serie A
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

RIECCO LA ROMA: 4 A 0 AL LECCE PER TENTARE UNA RIMONTA

AG.RF.(Maura Peripoli).24.02.2020

“riverflash” – Rabbia e voglia di vincere: riecco finalmente la Roma, quella dimenticata, quella “sparita” che non conquistava 3 punti in casa dal 15 dicembre 2029. Prove di ripresa, dopo il disastroso inizio del 2020 e l’inspiegabile “involuzione” di una squadra allo sbando. Ieri dunque, si è rivista la squadra che i tifosi (che non hanno mai smesso di sostenere) amano, quella che lotta, combatte e inventa giocate vincenti. Si tratta della seconda vittoria in 4 giorni, quella contro il Gent (in cui I giallorossi erano stati inguardabili anche se vincenti) e quella convincente di ieri contro il Lecce che veniva da 3 vittorie consecutive. Contro il Lecce è finita 4 a 0 ieri all’Olimpico: ci hanno pensato Under e Mkhitaryan nel primo tempo e Dzeko e Kolarov nel secondo, a confezionare il poker che da morale alla squadra in vista soprattutto della delicata partita di ritorno di Europa League giovedì prossimo contro i belgi del Gent. Per il match di ieri, Fonseca ha rilanciato Under e Mancini dal primo minuto con Mkhitaryan, ieri decisivo, che ha offerto a Under la palla del vantaggio al 13esimo con una piccola magia, dopo aver sottratto la palla a Petriccione e ha segnato anche il raddoppio al 37′, sorprendendo Vigorito in uscita dopo una bella ripartenza organizzata da Dzeko. I giallorossi sono “in giornata”, nel primo tempo non c’è praticamente partita, la squadra “tiene”, inibisce il gioco degli avversari e a parte un errore di Bruno Peres il possesso palla dei padroni di casa, è del 63%. Nella ripresa, Fonseca manda in campo Kluivert al posto di Pellegrini che aveva accusato problemi con il flessore sinistro e sostituisce Under con Peres. Nel secondo tempo il Lecce prende un po’ di coraggio e tenta di recuperare: Mancosu al 22esimo ha la palla buona per accorciare le distanze, ma spreca, tirando di poco al lato. Ma la scena è della Roma e Dzeko al 25esimo firma il rassicurante 3 a 0 (gol n. 102 con la maglia giallorossa): l’arbitro Giacomelli prima annulla per fuorigico, poi conferma dopo il Var. Infine al 35esimo c’è gloria anche per Kolarov (qualche fischio si era sentito anche ieri) che, segando il definitivo 4 a 0, cancella (forse), i malumori dei tifosi. “La squadra si è allenata bene e avevo buone sensazioni, ho visto i giocatori con più coraggio e fiducia. Devo essere sempre equilibrato e capire il momento, ora non mi aspetto fiori e accetto senza problemi le critiche”, ha commentato Paulo Fonseca, rincuorato a fine partita. Insomma, la Roma di ieri è piaciuta, ma la “storia” indica che con questa squadra occorre stare molto attenti a farsi prendere da facili entusiasmi.. i 3 punti conquistati ieri sono preziosi in vista della rimonta: ora però serve continuità perché è ancora presto per parlare di Roma ritrovata.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*