La morte di FRANCO ZEFFIRELLI
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

Riccardo SALA (Fratelli d’Italia), candidato al comune di Fidenza nonostante 40 reati commessi

AG.RF 18.05.2019

(riverflash) – La morale cattolica tiene in grande considerazione il pentimento, così che un pregiudicato per vari reati possa divenire sacerdote. Riccardo Sala, candidato nella lista di Fratelli d’Italia al consiglio comunale di Fidenza, promette: “Più sicurezza”. Ma nel suo certificato penale compaiono decine di furti in appartamento. La fedina penale lunga 3 pagine di casellario la dice lunga. Affidare la sicurezza di una città a chi é stato delinquente abituale è un rischio per chi lo sostiene come Giorgia Meloni.

Riccardo Sala, candidato nella lista di Fratelli d’Italia al consiglio comunale di Fidenza, in provincia di Parma. Prometteva sicurezza, lotta alla criminalità con un occhio di riguardo, naturalmente, per i reati commessi dagli immigrati. Il 35enne aveva assorbito in tutto e per tutto la battaglia del suo partito sulla sicurezza, tanto da averne fatto uno dei principali punti del suo programma. “Sono candidato perché voglio fare in modo che anche Fidenza possa ritornare a essere sicura”. Peccato che lui stesso vantasse un certificato penale di “tutto rispetto” comprendente furti, incendi, porto d’armi e danneggiamenti per un totale di 39 reati processati.

Naturalmente il curriculum di Sala ha imbarazzato non poco il partito di Giorgia Meloni che si è affrettata a prendere le distanze: “Il ragazzo – scrive Fratelli d’Italia in una nota – risulta avere delle evidenze sul suo casellario giudiziario. Si tratta di eventi vecchi che risalgono a oltre dieci anni fa. Condanne per reati minori di un ragazzo che da giovane ha avuto delle vicissitudini. Ha pagato il suo debito con la giustizia e, per sua negligenza, non ha mai cancellato tali iscrizioni. Il problema non è di incandidabilità ma la scelta operata insieme a lui è stata quella che il suo cammino per queste elezioni si fermi qui”.

Segue il certificato penale di Riccardo Sala

 

 

 

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*