Johnny Depp respinge Amber Heard
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

RedBull World Series 2022: Boston – il cliff diving riparte, info del weekend

di Nicola Marconi (AG.RF 03.06.2022)

(riverflash) – Questo weekend – domani e sabato – la tredicesima edizione delle Red Bull Cliff Diving World Series riparte dagli Stati Uniti: il circuito delle grandi altezze disputerà infatti la tappa inaugurale di questa stagione dalla città di Boston, negli Stati Uniti. Un primo appuntamento che ben rappresenterà una stagione che si preannuncia particolarmente “cittadina”, con molte tappe che si allontanano dai tradizionali scenari mozzafiato per incontrare i fan nel cuore delle grandi città: i tuffatori si lanceranno da apposite piattaforme montate sui tetti dell’Istituto di Arte Contemporanea di Boston.

Boston non ospitava le grandi altezze dal 2013 e quindi sarà la prima volta per le donne, che ai tempi non gareggiavano: una location indubbiamente suggestiva, con la facciata a vetrate che si staglia direttamente sull’animato porto della città. Le temperature non saranno particolarmente estive, e in caso di maltempo le condizioni potrebbero diventare rapidamente piuttosto difficili.

Tutto come prima, quindi, a partire dai campioni in carica: Rhiannan Iffland e Gary Hunt sono ancora la donna e l’uomo da battere, con l’australiana che continua a scrivere la storia al femminile di questo sport e l’anglo-francese che mira non solo al decimo titolo delle World Series, ma anche alle Olimpiadi in casa di Parigi 2024, magari dalla piattaforma da 10 metri.

Anche quest’anno ritroveremo otto tuffatori e otto tuffatrici “permanenti”, che gareggeranno in tutte le tappe: per le donne, troveremo quindi la campionessa australiana Rhiannan Iffland, la canadese Molly Carlson, la britannica naturalizzata canadese Jessica Macaulay, la bielorussa Yana Nestsiarava, la colombiana Maria Paula Quintero, l’australiana Xantheia Pennisi, la messicana Adriana Jimenez e la statunitense Eleanor Smart.

Tra gli uomini, il campione francese Gary Hunt, l’azzurro Alessandro De Rose, il messicano Jonathan Paredes, i rumeni Catalin Preda e Constantin Popovici, il gallese Aidan Heslop e l’ucraino Oleksiy Prygorov. Il russo Nikita Fedotov, che ha diritto a essere chiamato tra i permanent diver, ha chiesto di poter gareggiare da indipendente.

Per Boston, i tuffatori “wildcard” saranno invece: gli americani David Colturi, Andy Jones, Genevieve Bradley Meili Carpenter: il ceco Michal Navratil, la tedesca Iris Schmidbauer, l’ucraina Antonina Vyshyvanova e lo spagnolo Carlos Gimeno.

Venerdì si disputeranno i tuffi obbligatori, due per gli uomini e due per le donne. Qui invece il programma di sabato 4 giugno, l’unica giornata trasmessa in diretta, con gli orari italiani (gli Stati Uniti sono sei ore indietro rispetto all’Italia):

 

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta utilizzando il modulo in fondo. Il trackback non è attualmente abilitato.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*