Johnny Depp respinge Amber Heard
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

PRIMO MAGGIO: TUTTI IN PIAZZA PER RIVENDICARE IL DIRITTO AL LAVORO

AG.RF.(redazione).02.05.2019

“riverflash” – “Senza lavoro rimane incompiuto il diritto stesso di cittadinanza, la dignità dell’individuo ne rimane mortificata, la possibilità di sviluppo della società vengono  compromesse”. Sono state queste le parole del Presidente Mattarella, che ha parlato dal Quirinale, in occasione della festa del I maggio, che ha visto scendere in piazza migliaia di persone in tutte le città d’Italia: a Bologna erano in 30mila, accanto ai leader di CGIL, CISL E UIL, In 30mila a Bologna con i sindacati per più diritti e lavoro, in particolare il neo segretario generale Maurizio Landini, che ha commentatoin in tema lavoro, chiedendo che il salario minimo si faccia partire dai contratti e proponendo anche un sindacato unico dei lavoratori”. Parole rafforzate da Barbagallo (Uil) che rivolgendosi al Governo, ha aggiunto: “Incontriamoci e contrattiamo anche per correggere quota 100”, mentre per Anna Maria Furlan (Cisl) si deve “cambiare rotta”. A Torino, dove si erano radunate tantissime persone, ci sono stati scontri tra le forze dell’ordine e i no Tav e alcuni sono rimasti feriti, ma a tenere banco è stato soprattutto lo scambio di accuse tra Pd e M5s: un gruppo di no Tav, tra cui consiglieri comunali e regionali del M5s, hanno aggredito verbalmente e fisicamente esponenti e militanti del Pd prima di essere allontanati dalle forze dell’ordine. Tutto ciò accadeva mentre a Roma si stava svolgendo il  “tradizionale” concertone del I maggio. Anche Di Mio è intervenuto ieri per dire la sua:  “Sarà l’ultimo I maggio senza salario minimo: il lavoro è la priorità del nostro governo ed è la vera emergenza del nostro Paese. Il nostro sforzo principale è creare lavoro stabile. Nei prossimi mesi lavoreremo al taglio del cuneo fiscale, in vista della prossima legge di bilancio”.  Infine Papa Francesco, che ha dichiarato: “Pensiamo a chi non ha un lavoro, è una tragedia mondiale, preghiamo per loro.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*