Il mistero delle ossa in Nunziatura
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

PRESENTATA LA 22ª STAGIONE DI ARABA FENICE, 12 CONCERTI (17 novembre-17 marzo)

AG.RF 28.10.2018

(riverflash) – Gli Stili del titolo che questo anno affianca la 22ª stagione di Araba Fenice con un claim dedicato al Pianoforte, sono quelli propri delle forme e delle interpretazioni musicali. Dallo swing del concerto inaugurale, alla musica di Piazzolla con il Tango Nuevo, dal ‘700 di Bach e Vivaldi, all’800 con il grande Romanticismo europeo, senza trascurare il ‘900 con l’impressionismo francese. Tanti sono gli Stili che vengono esplorati in questa nuova Stagione di concerti, diversi fra di loro, ma egualmente trascinanti e coinvolgenti, eseguiti da pianisti e musicisti talentuosi dall’esperienza internazionale.

Tutti contribuiranno a dare vita ad un grande ed unico Spettacolo che si declinerà in ben 12 concerti collegati dal sottile filo delle note musicali e tutti sorretti dal volo dell’armonia.

Tanti Stili, un unico Spettacolo. Araba Fenice consolida il proprio brand, con il Pianoforte strumento principe e con il sostegno  di tanti partners che hanno contributo alla 22esima Stagione a cominciare dalla Fondazione Carit, insieme alla Regione dell’Umbria, alla Camera di Commercio di Terni, il Comune di Guardea, il Comune di Amelia, una lunga serie di sponsor privati e grazie al Patrocinio del Comune di Terni.

Apertura di Stagione con Manhattan Suite una travolgente amalgama fra la voce del pianoforte ed un Quintetto di fiati, entrambi dall’assoluto livello artistico. Sabato 17 novembre a Guardea in sala consiliare e in replica a Terni domenica 18 novembre al Gazzoli con avvio alle 17.30, vedrà sul palcoscenico il pianista Andrea Trovato, pianista e artista Steinway, assieme ai Solitaire Ensemble composto da Alfredo Natili al clarinetto, Simone Salza clarinetto e sassofono, Renato Settembri al clarinetto, Francesco Belli al corno di bassetto e Roberto Petrocchi al clarinetto basso. Eseguiranno la Rhapsody in Blue di Gershwin e opere di Gillespie e Duke Elington.

A distanza di una sola settimana, sabato 24 novembre a Guardea in sala consiliare e in replica a Terni domenica 25 novembre al Gazzoli, Araba Fenice presenterà il Tango. Discepolin diceva che il tango è un pensiero triste che si balla, ma è anche l’intimità più segreta; è il grido che si innalza nudo. Un fantastico Duo composto dal fisarmonicista Endrio Luti e dal pianista Federico Rovini, daranno forza a quel “grido” attraverso l’interpretazione di brano celeberrimi, come Oblivion, Verano Porteno, Libertango e molti altri.

Un salto di quindici giorni per ospitare uno dei più talentuosi pianisti giovani italiani che a soli 20 anni, ha già nel proprio bagaglio musicale, grandi elogi e critiche oltremodo positive:  Axel Trolese. Già allievo di Roberto Prosseda e Maurizio Baglini, vive da tempo a Parigi,  dove studia e lavora.  Trolese Ha ricevuto importanti riconoscimenti, tra i quali il Premio Alfredo Casella alla 32ª edizione del Premio Venezia, il Premio EduMus, riconoscimento dedicato ai migliori giovani musicisti italiani, e il Premio Italia Giovane che coinvolge ogni anno tra i più brillanti giovani talenti italiani in tutti i campi. In ambito internazionale, arriva in semifinale al Suzhou International Piano Competition di Shanghai, si aggiudica il Grand Prix Alain Marinaro a Collioure (F) dove ottiene anche il premio del pubblico, e nel 2017 vince il 2° Premio all’Ettore Pozzoli International Piano Competition di Seregno. Axel Trolese si esibirà sabato 15 dicembre a Guardea in sala consiliare ed  a Terni domenica 16 dicembre al Gazzoli con opere di Ravel, Clementi e Brahms.

Concerto di Natale a Guardea sabato 22 dicembre sempre in Sala consiliare,  con un Duo con alle spalle oltre 1000 concerti in tutta Italia, composto dal Paolo Zampini flautista di Morricone e Primo Oliva al pianoforte, membro onorario della New York University. Un concerto titolato “il ritmo dei Sogni” in cui verrà eseguita la composizione Jazz “Bolling Suite”, insieme ad opere dei Morricone padre e figlio.

Avvio di 2019 con due talentuosi pianisti di Terni, cresciuti musicalmente all’Istituto Briccialdi e poi, seguendo rotte musicali diverse, hanno costruito una brillante carriera pianistica, eseguendo concerti in tutto il mondo: Luca Monti e Moira Michelini.

Inizierà Luca Monti il 2019 domenica 20 gennaio al Gazzoli con un concerto titolato Romantische Strasse, che percorrerà un cammino negli strati più profondi della musica romantica che ha caratterizzato tutto l’800. Eseguirà opere composte da Chopin, Liszt, Schubert e Schumann.

Il giorno domenica 3 febbraio sarà la volta di Moira Michelini in un concerto speciale in cui ci sarà la partecipazione della cantante Edita Randovà di Praga, accompagnate entrambe dalla Orchestra da Camera “Talenti d’Arte” diretta da Diego Terreni.  Edita Randovà ha iniziato la sua carriera sul palcoscenico come membro del Teatro Musicale di Karlín a Praga e sulle scene dell’altrettanto prestigioso Teatro dell’Opera di Praga.  E’ stata inviata nel 2003 dal Ministero degli Affari esteri per promuovere la musica ceca in Australia. Dopo aver cantato nei più prestigiosi Teatri del mondo, nel 2009 ha ricevuto il “Premio Europeo Gustav Mahler“ per il suo contributo alla musica e nell’anno 2010 ha ricevuto il premio “Riconoscimento medaglia d´oro culturale internazionale“. Saranno eseguite musiche di Bach, Vivaldi e Mozart.

Il Pitros Duo, sarà sul palcoscenico del Gazzoli il 17 febbraio. Un Duo molto originale composto da Luigi Santo alla tromba e Daniela Gentile al pianoforte. Eseguiranno musiche in cui saranno messe a confronto due scuole compositive opposte: quella russa e quella americana. Eseguiranno opere di Bernstein, Gershwin e Peskin. Il concerto che sarà connotato dal titolo: “Russia e America, note di un viaggio” possiede la forza della particolarità: la tromba è uno strumento poco ascoltato nelle sale nonostante la sua forza sonora e che si sposa armonicamente con il pianoforte. Il Pitros Duo ha al suo attivo centinaia di concerti in tutta Europa.

Un altro Duo sarà ospite domenica 3 marzo, ma con il cambio di uno strumento: dalla tromba al flauto. Alessandro Crosta primo flauto di importanti Orchestre quali quelle del Teatro S. Carlo di Napoli, l’Orchestra Arcenciel di Zurigo, la Minsk Orchestra e molte altre, eseguirà insieme alla pianista Nadia Testa, un concerto titolato: Il Volo: musiche intorno al mondo. Sul palcoscenico del Gazzoli si potranno ascoltare opere rarissime di compositori poco conosciuti ai più come, Schoonenbeek, Diniku, Moniuzsko e Gimenez.

Chiusura della Stagione con un concerto/spettacolo. Come in un film, la musica libera la fantasia, domenica 17 marzo al Gazzoli di Terni, ancora una volta protagonista l’Orchestra da Camera “Talenti d’Arte” diretta dal giovane talento Emanuele Stracchi ed ancora una volta presente al pianoforte Moira Michelini e per la prima volta il celebre attore ternano Stefano de Majo. Un pomeriggio in cui la musica danzerà con la parola. Le stupende melodie dalle colonne sonore di film celebri, sono affidate al Pianoforte accompagnato da un’Orchestra d’archi. Le parole, tratte dai dialoghi cinematografici e da brani della letteratura, sono affidate alla maestria dell’Attore, la cui voce recitante seguirà il “mood” della musica e trascinerà lo spettatore in un’atmosfera magica, in cui il Direttore sarà il collante del momento.

Nel mese di aprile 2019 Araba Fenice in collaborazione con il Comune di Amelia e a favore dell’AUCC sede di Amelia, il consueto concerto di Primavera presso Palazzo Petrignani con un programma, al momento in via di definizione.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*