il 20 giugno riparte la Serie A
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

Piccola favola sull’amore

In questa favola viene raccontata una storia molto semplice, in cui si cerca di cogliere quale sia il vero amore, questa tematica ha coinvolto l’essere umano dagli antichi greci e latini fino a oggi, moltissime sono le opere dedicate a tale argomento, di cui si è detto tanto, praticamente tutto. L’esperienza, lo studio, le suggestive ricerche che mi hanno permesso di inoltrarmi nel mondo della scienza e in quello letterario, senza mai sentire i due ambiti in contrasto fra loro, ma anzi cogliendone sempre la connessione, che mi ha portata ad avere delle consapevolezze in più; sono stati i portatori di ciò che penso oggi su qesto tema così complesso. Dalle conoscenze raccolte ne ho voluto tirare fuori una breve narrazione con la speranza di aggiungere un contributo, anche se piccolo, alla riflessione e di ispirare le persone che si trovano in difficoltà nel fare scelte inerenti all’amore.

favola-di-keyla-amore
Ancora una volta andiamo a rovistare nel baule dei ricordi e troviamo una foto di un evento molto particolare. Keyla spesso veniva invitata alle feste del piccolo villaggio in cui viveva, lei amava divertirsi in modo semplice e non prediligeva una vita sfarzosa, anzi era dedita al suo lavoro e ogni tanto si concedeva un po’ di svago con gli amici. Una sera a una festa due giovani si proposero a lei, erano entrambi molto belli, ma con caratteri molto diversi, uno spavaldo, sicuro di sé, si vantava di avere diverse corteggiatrici e aveva una vita molto movimentata, l’altro lavorava in una libreria, aveva la passione per i racconti proprio come Keyla e non ci pensava neanche ad altre donne perché da quando aveva conosciuto lei, non pensava a nessun’altra. Quando Keyla si confidò con le amiche loro le dissero che con il giovane libraio avrebbe rischiato di annoiarsi, mentre con il cavaliere avrebbe avuto un rapporto più stimolante, che l’avrebbe tenuta sulle spine, ma questo sarebbe stato anche fonte di maggiori emozioni. La giovane fanciulla ci pensò per un po’ e poi disse alle ragazze che il cavaliere poteva sembrare apparentemente più attraente e che la vita con lui sarebbe stata piena di emozioni, ma anche poco sicura e probabilmente infelice, in verità aveva capito che storie così ne aveva già avute, che dopo un po’ certe situazioni portano soltanto noia e infatti lei le aveva sempre chiuse, quello che invece l’avrebbe emozionata davvero sarebbe stata una relazione in cui lei non avrebbe temuto le altre proprio perché il suo giovane avrebbe avuto occhi e pensieri solo per lei e spiegò alle amiche che il vero brivido risiede nella stabilità delle emozioni, che diventano presto sentimenti. Quando annunciò la decisione al giovane libraio, lui ne fu felice e le regalò un libro bianco, nel quale la giovane Keyla avrebbe potuto scrivere la storia che aveva in mente da tempo e che presto lui avrebbe potuto vendere. I due vissero felici e contenti e le amiche imparano da quella storia che l’amore non è qualcosa che tiene l’animo sospeso, ma è ciò che accoglie il cuore dentro un focolare sempre acceso.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*