il decesso di Morricone a 91 anni
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

NUOVO BANDO DI TRUMP SUI MIGRANTI; IRAQ FUORI DALLA LISTA

donald-trump-675

AG.RF.(redazione).07.03.2017

 “riverflash” – Donald Trump, ha ufficializzato il decreto-bis che limita gli accessi negli Stati Uniti, di persone provenienti da sei Stati a maggioranza islamica. Rispetto alla versione precedente tutelerà i detentori di visto e carta verde. Ma i democratici si ribellano: “È anti-americano”. L’ordine esecutivo entrerà in vigore il 16 marzo. Tuttavia, rispetto alla precedente versione che aveva scatenato un’ondata di proteste a livello mondiale, prima della sospensione da parte di diverse Corti federali, ci sono alcune novità. Il bando infatti, non riguarderà chi arriva dall’Iraq. La lista dei Paesi dove saranno sospese le richieste di nuovi visti si riduce a sei: rimane il bando per Iran, Libia, Somalia, Sudan, Siria, Yemen. Il segretario di Stato Rex Tillerson ha spiegato la decisione affermando che “l’Iraq è un alleato importante nella lotta all’Isis”. Un’altra importante novità sostanziale riguarda i detentori di visti e carta verde, che col nuovo bando saranno protetti e potranno viaggiare negli Usa. Esclusi dai controlli anche coloro che sono residenti permanenti negli Stati Uniti. Il ministro della Giustizia, Jeff Sessions, ha evidenziato che il nuovo decreto sull’immigrazione tutela gli americani e chi immigra legalmente e rappresenta un esercizio appropriato dei poteri del presidente’’. Illeader dei democratici in Senato, Chuck Schumer, ha invece commentato il bando-bis definendolo un decreto ”anti-americano”. Il primo ordine esecutivo vietava temporaneamente gli arrivi da Iran, Iraq, Somalia, Sudan, Yemen, Siria e Libia e metteva uno stop al programma nazionale per i rifugiati. Dopo le proteste negli aeroporti degli Stati Uniti e in diversi Paesi del mondo, era stato bloccato da una Corte Federale.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*