La Serie A, stagione 2020-2021
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

NAPOLI – ROMA GARCIA IN CONFERENZA STAMPA: “DOMANI NON ANDREMO AL MATTATOIO”.

13_0_263205886-033-kLI-U1301267642856FS-620x349@Gazzetta-Web_articolo

AG.RF.(MP).12.12.2015

“riverflash” – Alla vigilia dell’attesissima partita della Roma contro il Napoli che si giocherà al San Paolo, con inizio alle ore 18.00, Rudi Garcia è tornato oggi a parlare in conferenza stampa, sottolineando come prima cosa che “Non sarà un confronto tra l’ultima del campionato e la prima della classe”  (come molti hanno scritto), ma sarà una sfida importante che i giallorossi andranno a giocare, rifiutando in tutto e per tutto l’etichetta di “quelli che partono già battuti.”. “Loro hanno Higuain che è un grande campione, ma non solo lui… e noi anche abbiamo i nostri…”. Ecco a proposito: domani contro il Napoli, ci saranno sia Salah che Gervinho “Anche se non ha ancora i 90 minuti sulle gambe, andrà in campo probabilmente dall’inizio”. I giallorossi dunque, arrivano al San Paolo con una qualificazione in tasca (il passaggio agli ottavi di Champions è stato una sofferenza, ma è arrivato…), dopo una partita giocata non bene, con i tifosi inferociti che non hanno lesinato fischi a ripetizione dagli spalti. “A febbraio vedrete un’altra Roma, perché avremo recuperato tutti i giocatori e la rosa sarà al completo: d’altronde abbiamo dimostrato di saper fare partite alla grande e perdere ugualmente… quindi ritengo che, anche se non si gioca come si sa fare ma, si ottiene la qualificazione, questo al momento, va bene lo stesso. Volevamo vincere, e non ci siamo riusciti, ma ci abbiamo provato, l’importante era non prendere gol e non li abbiamo presi…”. Ma la squadra di Sarri fa paura, gioca benissimo, verticalizza tanto e non concede nulla… “Si è vero, ma ripeto, non stiamo andando lì già battuti come molti hanno ipotizzato, perché siamo ancora l’attacco più forte del campionato (28 gol segnati) e anche noi abbiamo possibilità di segnare dei gol”. Ma la Roma ha anche un altro problema: il suo centravanti Dzeko, quello che è stato acquistato e accolto nella capitale come un re, colui che avrebbe dovuto “salvare o preservare” la squadra dalle brutte figure, non sta segnando e questo crea non pochi problemi alla squadra…. “Dzeko è un grande giocatore, è vero sta segnando poco, ma deve ancora ambientarsi bene qui, non conosce la lingua ed ha cambiato completamente tipo di gioco… bisogna dargli tempo.. i gol arriveranno… e non è ne il primo centravanti, né l’ultimo che passa un momento come questo”. “Beh almeno, contro il Napoli, i giallorossi si troveranno a giocare in uno stadio vero, pieno di tifosi, che a noi mancano tanto dall’inizio del campionato, perché i tifosi sono la nostra carica in più… per questo il presidente Pallotta è andato a parlare con il prefetto Gabrielli, per far sì che la vicenda dello sciopero della Sud, si possa concludere in modo positivo…. coì noi potremo tornare a vedere di nuovo la curva piena e, in ogni caso… preferisco i fischi di uno stadio pieno…”. A questo punto dunque, non resta altro da fare che andare a Napoli e vincere… perché la Roma vuole e può portare a casa un risultato positivo: potrebbe trattarsi di uno “scaccia- crisi” per ritrovare l’umore giusto, la carica e la grinta per tornare a combattere come i giallorossi hanno dimostrato di saper fare in diverse occasioni… quando vogliono….  E se è vero che, come recita il proverbio: “Volere è potere….”, il traguardo di domani, non è affatto irraggiungibile….

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*