il decesso di Morricone a 91 anni
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

Naomi e i suoi splendidi 50

di Valentina Riso (AG.RF 30.05.2020) ore 21: 03 (riverflash) Naomi Campbell 50 anni da poco compiuti. Un compleanno importante per la supermodella inglese, che è stata e continua ad essere diva e musa di molti stilisti e una delle poche donne capaci di tenere testa al sistema moda.
Naomi (ma anche Claudia, Linda, Cindy), c’è stata un’epoca in cui bastava il nome per riconoscerle, e ancora adesso sappiamo benissimo di chi stiamo parlando. Erano gli anni 90, era l’epoca delle supermodelle. Sfilate, copertine, pubblicità, eventi mondani: loro erano ovunque. Hanno cambiato la percezione della moda e con loro anche la moda non è più stata la stessa.
Oggi molte si sono ritirate ma non lei, che è ancora al centro dello star system. Naomi Campbell, un fisico statuario, un incedere fatale, per la Venere nera gli anni d’oro non sono mai passati. A 50 anni la supermodella inglese continua a sfilare, continua a posare, continua ad essere la testimonial delle case di moda più prestigiose. Insomma continua ad essere Naomi in un’epoca in cui ormai le modelle non hanno più nome anzi in cui tutte, ormai, sui social un po’ lo sono.
Sfonda da giovanissima e conquista molti record, come quello di essere la prima donna nera a posare su una copertina di Vogue. La consacrazione arriva però con Gianni Versace, le cui sfilate da semplici passerelle diventano spettacolo, improvvisazione, arte.
Naomi è cresciuta a Londra, non ha mai conosciuto il padre, ha avuto molti amori. Le definizioni per lei si sprecano, Perla Nera, Venere Nera, ma lei ha voluto dimostrare di essere non soltanto una donna bellissima e ricca, ma anche una persona impegnata nel sociale, in particolare attiva nella lotta contro la povertà in Africa. Nel 2005 ha partecipato anche alla raccolta di aiuti per i sopravvissuti dell’uragano Katrina. Inoltre con Iman e Bethann Hardison è portavoce della campagna Diversity Coalition, che denuncia le case di moda che discriminano le modelle di colore. Un affetto speciale l’ha legata a Nelson Mandela, che l’aveva nominata sua nipotina ad honorem.
Ha fatto però notizia anche per la dipendenza dall’alcol e dalla cocaina, per un carattere irascibile, per le celebri sfuriate. E l’ipocondria.
Una vita molto intensa ma non poteva essere altrimenti, per una delle donne più belle e famose del pianeta. Su instagram scrive: “A 16 anni mi dicevano che sarei durata 10 anni nel mondo della moda e invece sono ancora qui”.
Solitamente festeggia il compleanno a Cannes, durante il festival del cinema, con party favolosi. Quest’anno gli amici avrebbero voluto organizzare una festa a sorpresa per lei nel lussuoso hotel Myfair di Londra, città dove vive. Ma gli assembramenti sono vietati. Il coronavirus ha bloccato una giramondo come Naomi, fissata con l’igiene ben prima che scoppiasse la pandemia e infatti i suoi consigli su come proteggersi con tuta sanitaria, visiera-casco, mascherina, guanti, mentre viaggia in aereo sono stati visti da migliaia di follower. Non solo, in questo periodo di lockdown, si è messa a intervistare gli amici della vita uno per uno: Marc Jacobs, Anna Wintour, le sorelle Williams, Sharon Stone, Pierpaolo Piccioli – per nominarne alcuni. La serie si chiama No Filter with Naomi, e sembrano tutti perdutamente innamorati di lei. Perché se hai abbastanza coraggio, puoi vincere anche contro la cattiva reputazione.
E lei va avanti senza mai fermarsi, ha perfino realizzato la prima copertina self-shot per Essence, che pure festeggia 50 anni di attività, utilizzando un iPhone e FaceTime. Naomi ha realizzato e disegnato tutte le foto segnando una vera prima volta: una cover scattata con i selfie dal telefonino. Trucco e parrucco, tutto da sola. Ancora una volta ha stupito e lasciato il segno.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*