CALCIO: la Serie A 2021-2022
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

MILAN- ROMA 3 A 1 TRA ESPULSIONI E POLEMICHE: ESPULSI KARDSORP E MANCINI

AG.RF.(redazione).07.01.2022

“riverflash” – Nella calza della befana la Roma trova l’ennesima sconfitta a Milano, tra errori e polemiche: è finita 3 a 1 con due espulsioni, Kardsop e Mancini, certamente non di buon auspicio per la prossima partita di domenica contro la Juventus. I rossoneri hanno vinto grazie ad un rigore (contestatissimo l’arbitro Chiffi) segnato da Giraud al ‘6 del primo tempo e alle reti di Messias e Leao; ininfluente le rete di Abraham. Sicuramente la concessione del rigore decretato dall’arbitro, ha subito indirizzato male la partita per i giallorossi, che non sono riusciti poi a raddrizzare il match. “Non mi è piaciuta la mia squadra e l’arbitro – ha ammesso Mourinho – siamo stati nella partita anche con l’1-0 e di più sul 2-0, ma con un livello tecnico basso, abbiamo perso palle su situazioni di grande facilità. C’è stata una mancanza di qualità tecnica che non ci ha permesso di costruire di più. Il carattere c’è sempre, ma il livello tecnico è stato veramente basso”. E non è mancato ovviamente, il giudizio sull’arbitro Chiffi: arbitro e VAR sono difficili da capire, da accettare: sono alla Roma da 6/7 mesi e mi sto abituando, ma è una cosa a cui non ci si deve abituare, non ho visto una immagine in cui è davvero rigore quello di Abraham, ho bisogno di vedere altre immagini, ho chiesto di averle a Trigoria: se ho sbagliato sono pronto a chiedere scusa, devo capire le sue decisioni, anche in merito all’episodio su Zaniolo”. In ogni caso, al di là delle dichiarazioni del mister giallorosso, la Roma ha fatto veramente poco per vincere la partita. Dopo 6 minuti dall’inizio del match, il Milan è già in vantaggio grazie al rigore trasformato da Giroud. Dopo un tiro di Theo Hernandez, il Var richiama l’attenzione dell’arbitro Chiffi che va a vedere le immagini e ravvisa un tocco di mano volontario di Abraham in area e lo ammonisce anche. Protestano i giallorossi, ma la decisione dell’arbitro è irrevocabile. Al 17esimo arriva poi il raddoppio di Messias, grazie agli errori della Roma che fa tutto da sola: Ibanez fa uno sciagurato retropassaggio a Rui Patricio, Giroud intercetta il pallone e colpisce il palo, è Messias con il sinistro metter dentro la palla a porta vuota . Dopo due buone occasioni per Zaniolo, i giallorossi accorciano al 40’ con Abraham, bravissimo a deviare con l’esterno un tiro di Pellegrini: c’è tanto nervosismo in campo e nel finale del primo tempo, l’arbitro distribuisce parecchi cartellini. Inizia la ripresa e dopo poco più di cinque minuti il Milan va vicino al terzo gol: Brahim Diaz colpisce la traversa con un tiro potente da fuori area e a quel punto i giallorossi costruiscono almeno 3 occasioni che super Maignan annienta, permettendo ai padroni di casa di mantenere il vantaggio. La Roma spinge, il Milan è in sofferenza e Pioli cambia, inserendo Bakayoko per ridare sostanza a centrocampo e Leao per avere più spinta in avanti. Anche Mourinho cambia 3 uomini: dentro Cristante, Felix ed El Shaarawy al posto di Vina, Veretout e Pellegrini. Dopo tre minuti arriva il secondo giallo per Karsdorp che va anticipatamente sotto la doccia All’81esimo poi, arriva la rete di Leao: Ibrahimovic sovrasta Smalling e libera Leao che si invola verso la porta di Rui Patricio e segna il 3 a 1. Ma il disastro romanista non è ancora concluso: al 93esimo Mancini, già ammonito, entra in contatto con Leao in area: per l’arbitro è rigore e secondo giallo. Sul dischetto va Ibra, che calcia debolmente e Rui Patricio para. Finisce così (fortunatamente….) il disastroso match dei giallorossi, in attesa di ricevere la Juve in casa.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*