il decesso di Morricone a 91 anni
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

MACUMBA: QUANDO L’ALLIEVA E’ DEGNA DEL MAESTRO

(riverflash) – Può dormire sogni tranquilli Max Imperoli, l’ideatore di Macumba: i suoi allievi sono “degni” sostituti del loro maestro… E’ si perché quando il “maestro” deve necessariamente andare in giro per l’Italia a formare i nuovi istruttori, la lezione di Macumba, mantiene comunque il suo carattere originario: allena e diverte. Questa mattina infatti, la sala del circolo Due Ponti a Roma, dove il sabato è veramente difficile trovare un posto nella lezione di Max, era comunque piena di gente che non voleva per nessuna ragione rinunciare a quella lezione che “ti cambia la giornata” perché, come ha detto una signora da noi intervistata “se quando entri sei triste o nervosa, quando esci sei sorridente”. Oggi quindi, assente Max, causa corsi di formazione, il merito di tutto questo è andato a Monica d’Intino, “storica” allieva e poi istruttrice di Macumba, che ha saputo interpretare alle perfezione i suggerimenti del suo maestro, facendo ballare e divertire una cinquantina di persone giovani, meno giovani e persino bambini. Il merito di tutto questo è ad attribuire a colui che ha ideato questa disciplina sportiva, l’unico che ha saputo anticipare i tempi, puntando sulla formazione, presupposto necessario per lavorare bene e con professionalità. Istruttori di Macumba non si nasce, si diventa, con sacrificio e impegno; la lezione che si svolge sul palco non è una lezione improvvisata ma è frutto di uno studio accurato: dalla scelta dei passi, alla musica adatta, alle coreografie, tutto è “pensato” per offrire una lezione allenante e divertente. La formazione è fondamentale per acquisire competenze e del gruppo di istruttori di Macumba fanno parte tutti ragazzi professionali e preparati: molti sono i corsi che vengono organizzati in Italia e all’estero per far sì che al numeroso gruppo già esistente, si aggiungano altri istruttori in grado di diffondere ulteriormente questa disciplina: chi si avvicina a Macumba, dopo un po’ di tempo, difficilmente rinuncia alla possibilità di diventare istruttore, e quando non riesce a trovare un posto nel corso, non rinuncia, al massimo aspetta il corso successivo… Ecco perché “i sostituti” del “boss” di Macumba riscuotono così grande successo: da lui hanno imparato ad essere seri, professionali, tecnicamente molto preparati…. E il risultato è inevitabile: alle lezioni di Macumba, nessuno vuole più rinunciare….

AG.RF. (Maura Peripoli) 13.04.2013

 

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*