Johnny Depp respinge Amber Heard
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

MA E’ GIUSTO CHE UN BAMBINO A 5 ANNI VADA ALLE ELEMENTARI?

asilo

AG.RF.(MP9.08.06.2014

 “riverflash” – La proposta, lanciata dal ministro dell’Istruzione Stefania Giannini, è di quelle che fanno discutere: anticipare l’ingresso alle elementari, per i bambini che hanno compiuto i 5 anni. Il ministro ha voluto dunque “allinearsi” ai programmi europei, con l’obiettivo di far sì che i giovani possano arrivare prima nel mondo del lavoro; in ogni caso la scelta non sarebbe obbligatoria, ma a “discrezione” dei genitori . Al momento, la proposta ha trovato la ferma opposizione dei sindacati che promettono battaglia, ritenendo che non si tratti di un miglioramento dell’istruzione, ma solo ed esclusivamente di un taglio di organici”. In ogni caso, al di là delle motivazione e “contrarietà” politiche, resta il fatto che un bambino di 5 anni avrebbe la possibilità di accedere alla I classe delle elementari…è giusto tutto ciò? I pareri degli psicologi sono discordanti: da una parte ci sono coloro che “suggeriscono” alle mamme di anticipare di un anno il periodo scolastico per far sì che i bambini possano “avvantaggiarsi”, guadagnando tempo per entrare nel mondo del lavoro… dall’altra ci sono coloro che parlano di “sforzo mentale eccessivo” per bambini che a quell’età dovrebbero ancora pensare a giocare e divertirsi e non essere “caricati” di un peso ed un impegno eccessivo per la propria età… A chi dare ragione? Difficile dirlo: forse, come sempre in questi casi, dovrebbe valere la logica del buonsenso: nel momento in cui un genitore si accorge che il proprio bambino dimostra “precocemente” interesse e curiosità per tutto ciò che ruota intorno a lui…. forse è giusto spingerlo avanti e, anche se con un po’ di fatica, incoraggiarlo ad impegnarsi in un percorso scolastico “anticipato”…. Al contrario, se il bambino si presenta ancora, più portato al gioco e il suo apprendimento risulta legato ad esso….. sicuramente sarà meglio “rispettare” i tempi della sua maturazione e lasciarlo nella scuola materna ancora un anno….. e visto che il “passaggio” in prima elementare non diventerebbe obbligatorio con la nuova riforma, ma solo discrezionale, le mamme possono stare tranquille perché hanno tutto il tempo di valutare e studiare gli atteggiamenti e i comportamenti dei propri bimbi, prima di prendere questa o quella decisione…

 

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*