La Serie A, stagione 2020-2021
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

L’ippica riparte trottando lunedì 25 maggio: al via le corse a Follonica, Taranto e Albenga

AG.RF 24.05.2020

(riverflash) – La ministra Teresa Bellanova, titolare del dicastero per le politiche agricole, alimentari e forestali, forza i tempi per tornare alle corse negli ippodromi. Migliaia di persone e cavalli vogliono tornare a produrre reddito per il loro sostentamento. Per farlo hanno bisogno di correre, incassare i premi in palio.

La ministra Bellanova afferma che è urgente annunciare l’avvio dell’attività delle corse fin dal prossimo 22 maggio. Perché un ritardo nella ripresa delle corse produrrà un ulteriore danno economico per il mondo allevatoriale.
Lo ribadisce per iscritto con la lettera inviata nella sera del 18 maggio al Presidente Conte e al Ministro Speranza al fine di sollecitare la riapertura degli ippodromi alle corse ippiche, rigorosamente a porte chiuse, dunque “compatibile con le previsioni del DL 16 maggio 2020 n. 33 e non in contrasto con le previsioni di cui al DPCM 17 maggio 2020, dove pure è assente ogni riferimento in merito”. E annunciando l’adeguamento delle Linee guida secondo alla luce di quanto già indicato dal Comitato tecnico scientifico così da garantire, per quanto di competenza, “il massimo livello di sicurezza a tutte le attività oggetto di riapertura”.

“Le corse ippiche”, scrive Teresa Bellanova, “rappresentano l’unico strumento di reddito per gli allevatori e gli operatori del settore, nonché degli ippodromi. Un ritardo nella ripresa delle corse produrrà un ulteriore danno economico per il mondo allevatoriale e la filiera ippica nazionale che conta in Italia oltre 30mila operatori con oltre 8mila cavalli da corsa in piena attività agonistica”. Inoltre, la mancanza di corse non consente “di qualificare le nuove generazioni dei cavalli pronti per essere venduti nelle imminenti aste, nazionali e internazionali; gli operatori non potranno fruire di parametri di valutazione provenienti da gare recenti, scontando un notevole deprezzamento degli stessi”, con un impatto negativo sul patrimonio equino nazionale, considerato come “l’assenza di corse sul territorio nazionale sta attivando un costante flusso di emigrazione degli allevatori nei Paesi dove le corse ippiche sono già riprese”.

Nella lettera la Bellanova ricorda infine, a conferma della sollecitazione, come gli impianti e le strutture degli ippodromi non siano mai stati chiusi ma utilizzati correntemente come sede per la cura, la movimentazione e l’allenamento del cavallo, attività regolarmente autorizzate, “in pieno accordo con il competente Ufficio del Ministero della salute”.

La data del 22 maggio si è rivelata ottimistica, ma solo di 3 giorni. Le corse italiane, infatti, torneranno lunedì 25 maggio con 3 convegni di trotto negli ippodromi di Follonica, Taranto e Villanova d’Albenga. Si dovrà attendere il prossimo fine settimana per vedere i purosangue galoppare a Roma.

A seguito della pubblicazione da parte del Mipaaf della circolare per la ripresa dell’attività e del calendario delle corse per i mesi di maggio, giugno e luglio 2020, la Hippogroup Roma Capannelle ha pubblicato i programmi e aperto le iscrizioni per le giornate di venerdì 29, domenica 31 e martedì 2 giugno maggio per il galoppo, sabato 30 maggio per il trotto.

Per le giornate precedenti a quelle citate e piste in calendario, i tempi ristrettissimi non consentono di espletare tutte le operazioni tecniche necessarie alla loro organizzazione.

Riparte la stagione del galoppo all’Ippodromo Snai San Siro, ma a “porte chiuse”. Primo appuntamento mercoledì 27 maggio.

Programma convegni corse trotto e galoppo del mese di maggio agli Ippodromo Snai di Milano (San Siro galoppo e La Maura trotto) e Montecatini Terme (Sesano trotto):

  • Martedì 26 e Venerdì 29 – Ippodromo Snai La Maura;

  • Mercoledì 27, Sabato 30 e Domenica 31 – Ippodromo Snai San Siro;

  • Sabato 30 – Ippodromo Snai Sesana.

Per il pubblico, invece, ci sarà ancora da attendere. Infatti, le corse in programma in questa fase di ripresa avverranno a “porte chiuse”, cioè senza la possibilità che il pubblico di appassionati possa assistere all’evento o da bordo pista o dagli spalti.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*