il 20 giugno riparte la Serie A
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

LE DONNE E LA RESISTENZA DI ROMA, incontro pubblico all’Esquilino

resistenza-romanaAG.RF 05.06.2017

(riverflash) – A Testaccio c’è una lapide che ricorda dieci donne romane fucilate il 7 aprile del 1944. Avevano assaltato un forno, le dieci donne, uno di quelli che erano stati requisiti per rifornire le truppe tedesche, avevano rubato il pane, nei giorni della fame più forte. Oggi, lunedì 5 giugno si parlerà di antifascismo, della Resistenza di Roma e dei tanti eroi sconosciuti che l’hanno fatta, spesso pagandola con la morte. A Roma la resistenza iniziò l’8 settembre del 1943 e per finire il 4 giugno del 1944. Presso l’Associazione Esquilino di via Galilei, per commemorare la liberazione di Roma dai nazisti, si parlerà delle Marocchinate, di queste donne che hanno saputo portare con dignità le loro ferite per essere state violentate dalle truppe francesi formate da nordafricani. Era il premio per la vittoria l’abuso sessuale, di cui, oltre alle donne, sono stati vittime anche maschietti. Nel film «La Ciociara» Vittorio De Sica racconta quei drammatici giorni.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*