Modello di Autocertificazione
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

LAZIO – SPEZIA 2 A 1 – BIANCOCELESTI CONQUISTANO 3 PUNTI IMPORTANTISSIMI IN OTTICA CHAMPIONS

AG.RF.(redazione).04.04.2021

“riverflash” – La Lazio ieri all’Olimpico, ha conquistato 3 punti importantissimi incontro lo Spezia, in ottica Champions: è finita 2 a 1 una partita non facile per i biancocelesti, complice anche una maxi rissa finale che ha lasciato in nove la squadra di Inzaghi. Succede tutto nel secondo tempo, mentre nel primo lo Spezia manovra bene e la Lazio spreca al ‘9 con Correa: al 20esimo arriva il primo giallo per Chabot che ferma irregolarmente Correa partito in contropiede. Successivamente un susseguirsi di azioni con un finale tutto ligure, ma nessun gol. La ripresa riparte senza cambi, i biancocelesti  si dimostrano più incisivi e anche Immobile si mostra pericoloso: entra Luis Alberto e subito perde una brutta palle ma Acerbi è pronto a fermare Piccoli nell’uno contro uno, rialzarsi e ripartire, presentandosi anche in area al fianco di Correa ma l’ argentino spreca incredibilmente, facendosi però perdonare attraversando tutto il campo per servire Lazzari che bruciando Bastoni in velocità, fa passare la palla sotto le gambe di Zoet in uscita e porta in vantaggio la sua squadra. A quel punto Italiano corre ai ripari e opera cambi che risulteranno decisivi: al 73esimo Gyasi dopo essersi liberato di Marusic (proteste biancocelesti) crossa per Verde che si inventa una rovesciata pazzesca che colpisce la traversa e si infila nella porta di un incolpevole Reina. Ma non è finita perché all’88esimo i padroni di casa beneficiano di un calcio di rigore per un braccio largo di Marchizza in area, il difensore è di spalle ma Guia vede al monitor il tocco e assegna il penalty. Caicedo va sul dischetto e non sbaglia: è il 2 a 1 definitivo che rilancia la possibilità per la squadra di Inzaghi di accedere alla zona Champions: il finale è movimentato: giallo ad Agudelo, rosso diretto a Lazzari per reazione al brutto fallo subito dopo una mini rissa e secondo giallo a Correa per un fallo su Nzola. Soddisfatto mister Inzaghi a fine partita: “Sapevamo il loro atteggiamento. Nel primo tempo siamo andati davanti al portiere con Correa, sapevamo sarebbe stato difficile produrre azioni con continuità. Lo Spezia non è una sorpresa. Il merito maggiore è stata l’umiltà, è fondamentale essere umili con una squadra che viene dalla Serie B, che non ha problemi di classifica, e che proprio per questo può mostrare il miglior gioco. Se non sei umile queste partite non le porti a casa”.

Il tabellino

Lazio (3-5-2): Reina; Marusic, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic (72′ Akpa Akpro), Leiva (77′ Cataldi), Pereira (51′ Luis Alberto), Lulic (51′ Fares); Correa, Immobile (72′ Caicedo). A disp.: Strakosha, Alia, Armini, Musacchio, Hoedt, Parolo, Escalante, Muriqi. All.: Inzaghi.

Spezia (4-3-3): Zoet; Ferrer, Erlic, Chabot, Bastoni (65′ Marchizza); Maggiore (65′ Agoume), Ricci, Sena (70′ Agudelo); Farias (70′ Verde), Piccoli (70′ Nzola), Gyasi. A disp.: Rafael, Provedel, Capradossi, Terzi, Ismajli, Vignali, Pobega, Acampora, Galabinov, Farias. All.: Italiano

Arbitro: Giua

Marcatori: 56′ Lazzari, 88′ Caicedo (L), 73′ Verde (S)

Ammoniti: Chabot, Agudelo, Nzola (S), Pereira, Correa (L)

Espulsi: Lazzari, Correa (L)

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*