Le Leggende del calcio a Mosca
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

L’ATALANTA FERMA SULLO 0-0 UN’INTER CHE HA SMARRITO LA VIA DEL GOL

miranda-vs-atalantaAG.RF 15.04.2018

(riverflash) – Da tre partite l’Inter non riesce a trovare il gol e torna a casa con un punto dallo stadio “Atleti Azzurri d’Italia”, frutto dello 0 a 0 contro l’Atalanta nel posticipo serale della 32ª giornata della Serie A.

Nei primissimi minuti di gioco, è l’Atalanta a fare la partita. Già al 5′, Cristante mette Gomez a tu per tu con Handanovic: l’argentino chiude troppo il destro e mette a lato da ottima posizione. La retroguardia interista soffre il pressing indemoniato dei bergamaschi: la squadra di Spalletti mette la testa fuori al 18′, con un sinistro di Rafinha dal limite che termina a lato non di molto. Pochi istanti dopo, tuttavia, l’Atalanta sfiora nuovamente il gol: Cristante lancia in verticale Barrow, la cui conclusione mancina viene deviata in angolo da Handanovic. I padroni di casa continuano a premere: al 24′ Handanovic si oppone a una conclusione centrale di Freuler, tre minuti più tardi il sinistro di Barrow sull’assist rasoterra di Gosens termina sul fondo per pochi centimetri. Alla mezz’ora Handanovic si fa ancora trovare pronto sul colpo di testa del giovane attaccante gambiano ma, sul ribaltamento di fronte, è Perisic ad andare vicino alla rete: il croato, lanciato alla perfezione da Rafinha, entra in area e scarica un potente sinistro, alzato in corner da Berisha. L’undici di Gasperini mantiene le redini del gioco anche nei minuti seguenti ma l’occasione più clamorosa del primo tempo capita sul destro di Perisic: sul lancio in verticale di Gagliardini, il numero 44 interista entra in area e lascia partire una conclusione a incrociare che sfiora il palo. Si va dunque al riposo col risultato fermo sullo 0 a 0.

Ad inizio ripresa, Gasperini manda in campo Cornelius al posto di Barrow, mentre Spalletti punta sugli stessi effettivi della prima frazione. Al 54′ Perisic e Icardi si rendono protagonisti di una pregevole combinazione in ripartenza, ma il capitano viene fermato da Hateboer al momento di calciare. L’Inter tiene meglio il campo rispetto ai primi 45 minuti di gioco: al 61′ Santon prova a sorprendere Berisha con un destro alla distanza ma la sfera termina sul fondo. La squadra di Spalletti guadagna metri col passare dei minuti: al 65′ Berisha anticipa tutti sul cross rasoterra di Cancelo, poi al 70′ Icardi non trova la deviazione efficace sul nuovo traversone del portoghese. Occasione importante per Rafinha al 71′: cross di Perisic, sponda di tacco di Icardi e conclusione sinistra del brasiliano, che mette alto da buona posizione. Spalletti manda in campo Eder al posto del numero 8 nerazzurro e proprio un potente destro su calcio di punzione dell’italobrasiliano chiama Berisha alla parata al minuto 81. L’Inter va vicinissima al gol all’86’: cross teso di Eder dalla destra, stacco imperioso di Perisic e palla sul fondo di pochissimo, con Berisha immobile. L’Atalanta chiude il match sulle gambe e, proprio al 90′, Spalletti si gioca la carta Karamoh, dentro al posto di Santon. L’arbitro concede tre minuti di recupero ma il risultato non cambia.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*