CALCIO: la Serie A 2021-2022
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

L’ARABIA SAUDITA HA ALLENTATO LE RESTRIZIONI COVID PER IL PELLEGRINAGGIO ALLA MECCA

AG.RF 10.10.2020

(riverflash) – L’Arabia ha allentato le restrizioni per arginare la diffusione del virus covid 19 e tornano i pellegrini alla Grande Moschea della Mecca, luogo sacro dell’Islam. Ogni musulmano dovrebbe visitarla almeno una volta, pur vivendo in paesi lontani. Il regno saudita ha compiuto il raro passo di sospendere l’Umrah, il pellegrinaggio più piccolo che attira milioni di persone tutto l’anno da tutto il mondo, all’inizio di marzo, quando il coronavirus si è trasformato in una pandemia globale e ha spinto i paesi a imporre blocchi e coprifuoco per rallentarne la trasmissione.

L’attuale apertura prevede l’ingresso di un massimo di 6.000 pellegrini al giorno di entrare nella Grande Moschea della Mecca. Solo i cittadini e i residenti sauditi potranno entrare nella moschea durante questa prima fase di riapertura e ogni pellegrino ha fino a tre ore per completare il pellegrinaggio.

La Grande Moschea, che viene sterilizzata e pulita più volte al giorno, ospita la Kaaba, costruzione nera di forma cubica verso la quale i musulmani osservanti pregano cinque volte al giorno.

I fedeli che desiderano entrare nella moschea per la preghiera del venerdì o per eseguire l’Umrah devono fare domanda per prenotare un’ora e una data attraverso un’applicazione online lanciata dalle autorità per evitare il sovraffollamento. Ogni gruppo di 20 o 25 pellegrini sarà accompagnato da un operatore sanitario e le squadre mediche saranno a terra in caso di emergenza.

La seconda fase per l’allentamento delle restrizioni alla Grande Moschea entrerà in vigore il 18 ottobre, consentendo un massimo di 15.000 pellegrini e 40.000 per la preghiera tra residenti e cittadini in base ai tempi assegnati tramite l’app.

In contrasto con gli oltre due milioni di pellegrini che il regno ospita per l’evento annuale, solo 1.000 hanno preso parte dopo essere stati testati per il virus e messi in quarantena. Grazie all’allentamento di alcune restrizioni sui voli internazionali, i viaggiatori musulmani al di fuori dell’Arabia Saudita potrebbero essere autorizzati a eseguire l’Umrah già dal 1 ° novembre, ha detto il ministero dell’Interno.

Nonostante abbia adottato misure precoci e radicali per contenere il virus, l’Arabia Saudita ha registrato quasi 336.000 casi, di cui 4.850 morti.

 

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*