Stelle Michelin: 3 a Enrico Bartolini
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

LARA COMI CHIEDE LIBERTA’ AL TRIBUNALE DEL RIESAME MA EMERGONO NUOVE ACCUSE

AG.RF 04.12.2019

(riverflash) – Ieri, 3 dicembre, Lara Comi, è stata ascoltata dai giudici del riesame di Milano. La mission dell’ex-europarlamentare di Forza Italia era «Libera Subito», perché si trova tutt’ora agli arresti domiciliari con l’accusa di corruzione per aver sfruttato il ruolo pubblico per vantaggi privati. Gli arresti domiciliari sono scattati il 14 novembre per Lara Comi, arrestata nell’ambito dell’indagine “Mensa dei poveri”, su un presunto giro di mazzette, nomine e appalti pilotati. In un recente verbale, tra l’altro, Nino Caianiello, ex-coordinatore varesino di Forza Italia,  ha confermato il quadro accusatorio nei confronti della Comi e anche dell’ex dg di Afol Metropolitana Giuseppe Zingale (finito in carcere) sull’imputazione di corruzione e riscontri sulle contestazioni sono arrivati anche da altri verbali. Il 18 novembre Lara Comi si era difesa per quasi cinque ore nell’interrogatorio davanti al gip Raffaella Mascarino.

La ex-parlamentare europea cerca di uscire dall’inchiesta mentre emergono nuove accuse nei suoi confronti. Spuntano altre somme di denaro che, è il sospetto degli inquirenti, Lara Comi avrebbe incassato in modo illecito durante un periodo del suo mandato al Parlamento europeo, per pagare stipendi, fino a 3 mila euro, ai suoi collaboratori.

Nata a Garbagnate Milanese il 18 febbraio del 1983, Lara Comi ha debuttato in politica a 19 anni, come portavoce di Forza Italia giovani dal 2002 al 2005. Ottiene la laura triennale in Economia dei mercati alla Cattolica di Milano. Bella, con 2 occhi azzurri da incantatrice, Lara non ha mai puntato sulla sua avvenenza e dopo la laurea ha trovato lavoro come assistente di Mariastella Gelmini e coordinatrice della Regione Lombardia di Forza Italia giovani. Nel 2008 è cominciata la sua carriera politica, quell’anno si è candidata per la prima volta alla Camera dei Deputati per il collegio della Lombardia, ma non è stata eletta. L’elezione arriva l’anno successivo alle votazioni per l’Europarlamento: Lara Comi ottiene un posto da eurodeputata candidandosi con il Popolo delle Libertà per la circoscrizione Italia nord-occidentale. Nel 2012 assume il ruolo di coordinatrice del Pdl per la provincia di Varese. Nel 2013 viene rieletta all’europarlamento, ottenendo il secondo mandato consecutivo. Quest’anno ha sfiorato la rielezione, ma si è classificata come la prima dei non eletti.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*