il decesso di Morricone a 91 anni
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

LA TOSCA di PUCCINI ha inaugurato la stagione della SCALA di Milano

di Francesco Angellotti (AG.RF 08.12.2019)

(riverflash) – Ho appena visto l’inaugurazione stagionale alla Scala: la TOSCA di Giacomo Puccini, presentata da una compagnia eccezionale, in un ambiente scenografico sontuoso.

   Gli interpreti sono stati veramente unici nell’interpretazione di un dramma, in cui Puccini ha messo in musica un dramma arricchito di tanti risvolti, che comportano l’avvicendamento delle sciagure umane; prese di posizione assunte con spirito avanguardista solo per patriottismo, il sentimento d’Amore che è sempre presente ma in questo caso è travolgente, le astuzie che sono espresse con perfidia, le menzogne alla radice degli eventi … che finiscono nel dramma.

   Un Puccini che veramente è Grande, forse perché cercava nella Musica la realtà di Vita che gli mancava: nonostante i continui tentativi di raggiungere la stabilità, si trovava sempre avviluppato in avventure passionali ma momentanee, in cui c’è morta anche una sua giovane addetta al servizio di casa.

   La rappresentazione che è andata in onda questa sera è stata un’esaltazione di tutte le rifinitezze che potevano essere studiate: adesso, anche lo stesso Puccini ne sarebbe rimasto allibito. Perchè la coreografia si è ammirata di una sontuosità che traeva le radici nei più moderni studi scientifici, che hanno permesso delle scene incredibilmente elaborate; addirittura acrobatici certi passaggi che i cantanti dovevano eseguire, per mantenere la scena.

   La cornice all’Opera quasi ha sovrastato il contenuto musicale, che non è stato rispettato dal pubblico (molto elegante ma poco competente) che interrompeva i tempi con applausi scenografici; ma hanno creato stasi emotiva per riprendere a seguire la trama del Dramma, e soprattutto costituivano  per i cantanti una certa difficoltà per seguire la linearità della trama; che dovevano sospendere per poi riproporla facendo lo sforzo di riallacciarsi al tema ormai non più nell’armonia. Ma, in fondo, il pubblico non era molto preparato ad assistere ad un’Opera, eccedendo anche col credere di dover inneggiare con applausi alla fine di ogni atto. Va, però, apprezzato il senso che può essere interpretato come forma ironica, spinta all’umorismo.

   I cantanti, invece, si sono ben destreggiati nell’interpretazione condotti da un maestro bravissimo, anche se qualche tempo lo ha interpretato troppo svelto: ma sono pareri solo personali; l’organizzazione legata alla preparazione che ha lasciato Puccini è stata rispettata: quasi, anche perché si è voluto dare un risvolto moderno corredando tutta la Rappresentazione di attributi accessori straordinari, che mai sarebbero stati supposti dal Musicista.

   Inoltre, va calcolato anche che la ripresa è stata divulgata in tutto il Mondo, portando la Cultura prodotta in Italia  al di là di qualsiasi confine. Forse per questo si è curato di circondare la parte operistica di un contorno brillante; anche se bisogna riconoscere che il soggetto della serata è stata l’Opera Tosca, cantata e suonata da Grandi Interpreti.

   Gli schiamazzi che sono stati organizzati all’ingresso dei selezionati Ospiti sono stati avvertiti, ma non hanno avuto l’effetto che poteva essere temuto; anche perché nessuno ha cercato lo scontro, ma è si voluta affermare una Realtà che non viene considerata, facendo le considerazioni sul filo della Media e calcolando le Regole, che non collimano con la vita quotidiana della Moltitudine (che evito di nominare quale Massa, che per me ha un diverso significato:e credo anche per altri, che hanno scelto programmi politici specifici).

   Ma gli applausi entro il Teatro sono stati scroscianti, lunghi una durata di tempo che dovevano significare: Gran Successo.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*