Johnny Depp respinge Amber Heard
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

LA ROMA TRAVOLGE LO SHAKHTAR DONETSK CON I MAGNIFICI 4: RETI DI PELLEGRINI, MANCINI, ZANIOLO BOVE E AUTOGO DI KONOPLYA

AG.RF.(redazione),08.08.2022

“riverflash” – Bella prestazione, bella squadra e fantastico allenatore: è la Roma che i tifosi sognano, è la Roma che darà del filo da torcere a tutti. Davanti a 65.000 spettatori la Roma di Josè Mourinho regala brividi e spettacolo, battendo 5-0 gli ucraini dello Shakhtar Donetsk, che nella prossima stagione disputeranno la Champions League. Doveva essere una festa e così è stata anche oltre le aspettative: i giocatori sono stati presentati uno ad uno, particolarmente acclamati Dybala emozionatissimo, alla sua prima presenza all’Olimpico e Nicolò Zaniolo che ha mostrato dei numeri da grande campione. Non c’è stata partita ieri sera in uno stadio gremito di tifosi entusiasti e desiderosi di conoscere il nuovo volto della Roma a seguito dell’ottima campagna acquisti operata con pazienza da Tiago Pinto. Mourinho ha voluto mandare in campo tutti i suoi campioni senza “risparmiarli” per la prima partita di campionato domenica prossima a Salerno, contro la Salernitana. E’ finita 5 a 0 con i gol di Pellegrini (grande trascinatore), Mancini, Zaniolo, Bove e l’autorete di Konoplya. I fantastici 4 Pellegrini, Dybala, Abraham e Zaniolo hanno messo in mostra tutte le loro qualità, ci tenevano a fare bella figura e ci sono riusciti: si cercano sempre, si intendono a meraviglia, sotto la regia di un grande Matic che ha incantato i tifosi con qualità e quantità, recuperando tantissimi palloni servendo bene i suoi compagni e dando tranquillità a tutta la difesa. Nel prmo tempo, al al 19esimo i giallorossi segnano il primo gol da manuale: Zaniolo e Abraham si scambiano la palla che arriva sui piedi di Dybala che offre di nuovo ad Abraham che con un tocco, manda in gol Pellegrini. I tifosi giallorossi impazziscono e Roma continua la sua  corsa, incoraggiata dal vantaggio. Il secondo gol arriva al 40’ grazie a Mancini: Abraham ruba palla sulla linea di fondo, mette al centro, velo di Zaniolo e destro di Mancini che sigla il raddoppio.  E nel finale del primo tempo, l’autogol di Konoplya: Matic mette in mezzo il difensore ucraino vorrebbe anticipare ma con un tocco anticipa Spinazzola, provocando l’autogol. Nella ripresa stesso copione: in campo ancora i magnifici 4, la Roma attacca ancora a testa balla, il gol di Zaniolo al 15esimo del primo tempo, fa esplodere l’olimpico: El Shaarawy corre sulla fascia in profondità, lancia Zaniolo che non si lascia sfuggire l’occasione: è il 4 a 0 ma non è finita: dopo un palo colpito da Pellegrini c’è gioia anche per Bove che sigla in quinto gol. Finisce la partita e all’Olimpico tutti in piedi soddisfatti ed esaltati per il nuovo volto della Roma: Se Mourinho voleva indicazioni per il campionato, sembra che le abbia ricevute più che buone.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*