il decesso di Morricone a 91 anni
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

La nuova maglia della Roma assomiglia a quella “ghiacciolo” di 40 anni fa

(***) – AG.RF 18.07.2020

(riverflash) – Assomiglia alla maglia-ghiacciolo indossata nella stagione 1979/80 la nuova maglia della Roma. La divisa casalinga è di un rosso più scuro rispetto a quella di 40 anni fa, che dal torace diventa a strisce orizzontali: la prima rosso chiara, la seconda arancione e la terza gialla. Sul petto lo scudetto con la Roma che allatta, ma per ritrovare il lupetto con gli occhi rossi, disegnato da Gratton, bisogna andare alla seconda maglia, quella dove prevale il bianco. Prevale il nero, con bordi giallorossi, nella terza maglia. Il lupetto dagli occhi rossi, legato a un’epoca felice, era sulle maglie nella stagione del secondo scudetto. Tornata al rosso-porpora la indossarono campioni del calibro di Falcao, Bruno Conti, Di Bartolomei e Pruzzo. In panchina il “barone” Nils Liedholm, mentre Dino Viola era il presidente con la Roma nel cuore. Niente a che vedere con James Pallotta, che non ha mai avuto casa nella capitale, da cui manca dal 2018. Quella che inizierà sarà l’ultima stagione con la Nike sponsor tecnico, urtata perché ha venduto nel mondo poche maglie giallorosse. Al contrario Pallotta era convinto che il brand «Roma» si sarebbe venduto da solo. Sarà anche l’ultima stagione con «Qatar Airways» quale main sponsor, scontento per il secondo anno fuori dalla Champions. Chiuso il rapporto con Walter Sabatini, Pallotta ha voluto accanto a se Franco Baldini, che ha ingaggiato e poi licenziato i ds Monchi e Petrachi nel giro di nemmeno due anni.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*