Johnny Depp respinge Amber Heard
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

LA NOTTE DEI MUSEI: LA CULTURA FA LE ORE PICCOLE

Layout 1di Maria Michela D’Alessandro (AG.RF. 15.05.2014) (river flash) – Sabato 17 maggio, in molti capoluoghi di provincia italiani, torna il consueto appuntamento con “La Notte dei Musei”, evento nato nel 2005 e promosso dal Consiglio d’Europa nei 47 paesi aderenti. Protagonista dell’iniziativa sarà la cultura, vera e propria star della serata, anzi, della notte.

Non solo mostre, ma un vero e proprio evento che coinvolgerà in un’unica notte tutto lo stivale. Conferenze, concerti, letture, spettacoli di danza e teatrali e visite guidate organizzate esclusivamente per la serata di sabato. Tanti gli esperti di arte chiamati a prendere parte alla manifestazione, che da anni porta a varcare le porte della cultura milioni di visitatori.

“Questa importante iniziativa serve per far conoscere i musei ad un pubblico più vasto, non solo ai turisti, ma anche a quanti non sono mai entrati nei musei delle loro città”, ha dichiarato il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini, che ha affermato: “sarà giorno tutta la notte”.

“Mangiare con la cultura” si può, soprattutto se ci si presenta in un orario inconsueto: dalle 20 alle 24, infatti, al prezzo simbolico di un euro si potranno visitare i musei statali e comunali. Con la crisi che dilaga e la spending review che avanza, uno dei settori più colpiti è la cultura, dove si tende a togliere più che ad aggiungere. Scopo di questa serata è anche educare a fare la fila non per acquistare un cellulare, ma per vedere un’opera, per ascoltare qualcuno che può insegnarci qualcosa che non sappiamo, per ammirare un quadro che è sempre stato vicino casa, ma del quale non ce ne è mai importato nulla. Secondo le statistiche solo il 50% dei cittadini italiani frequenta i musei. Organizzare appuntamenti come questo, quindi, è il modo migliore per trasmettere il messaggio positivo che la cultura e chi vi opera ci mandano tutti i giorni.

Le inziative in programma, pubblicate l’8 maggio sul sito del MiBACT, sono al momento 99. I capoluoghi che parteciparanno a questa imperdibile sesta edizione de “La Notte dei Musei” sono L’Aquila, Pescara, Matera, Potenza, Avellino, benevento, Caserta, Napoli, Salerno, Bologna, Modena, Parma, Frosinone, Latina, Roma, Viterbo, Brescia, Mantova, Milano, Monza-Brianza, Pavia, Ancona, Ascoli Piceno, Pesaro e Urbino, Campobasso, Isernia, Bari, Barletta-Andria-Trani, Taranto, Foggia, Cagliari, Pistoia, Perugia, Terni, Padova, Rovigo e Venezia.

 

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*