Champions League: tutte le partite
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

In Italia i più ricchi vivono a Milano, i più poveri in Sardegna nel Medio Campidano

AG.RF 07.04.2018

(riverflash) – L’agenzia europea di statistica ha aggiornato di recente i propri numeri sul PIL degli europei, portandoli al 2015. Quanto più si scende in dettaglio tanto maggiore è l’attesa, per cui soltanto ora scopriamo qual è la situazione di quell’anno, ma il bello è queste sono le statistiche al maggior livello di dettaglio disponibile: così che possiamo usarle per guardare a ciascuna delle province del continente e costruire la mappa più dettagliata che abbiamo a disposizione.

La media generale dell’Europa a 28 stati ha raggiunto la cifra tonda dei 29mila euro annui, e usando questo metro di paragone possiamo dare un’occhiata a chi sta sopra e chi sta sotto. Ai due estremi dello spettro troviamo intanto l’area che comprende la City, a Londra, che risulta di gran lunga la più ricca del continente con un PIL che supera i 360mila euro per abitante. Tocca invece viaggiare verso est, in Bulgaria, per trovare provincia di segno opposto dove il reddito è di poco superiore ai 6.500 euro.

L’Italia, per parte sua, è divisa grosso modo in un terzo e due terzi, con parte del centro-nord sopra la media e il centro-sud decisamente sotto. Per fare qualche confronto, province come Napoli – e in effetti l’intera Campania – sono ormai state superate da nazioni fino a pochi decenni fa molto più povere come la Polonia.

medio-campidanoQuella di Napoli, d’altra parte, non è neppure l’area più povera d’Italia: record negativo che spetta alla provincia di Medio Campidano (Sardegna), poco sopra quella di Agrigento (Sicilia). In entrambe il tenore di vita degli abitanti è simile a quello di diverse aree in Grecia, Ungheria o Romania.

Milano risulta invece la provincia con il reddito maggiore, il che la pone molto sopra Madrid ma in posizione inferiore rispetto a capitali come Praga, Varsavia o Bruxelles, per non parlare di Parigi, Amsterdam o Oslo.

Caso interessante è quello della Germania: una delle poche nazioni in cui la capitale non risulta fra le aree economicamente più sviluppate, e che insieme a causa della sua frammentazione politica in tante piccole zone presenta – sempre quanto a reddito – una grande variabilità provinciale. Troviamo proprio lì, intorno alla città di Ingolstadt in Baviera – nei dintorni di Monaco –, la singola area più avanzata della Germania; sede tra l’altro di Audi, Airbus e insieme, curiosamente, il luogo in cui ormai 250 anni fa fu fondata la società segreta degli Illuminati.

Le province elencate possono a volte essere molto diverse fra loro anche in quanto a dimensione e, s’intende, per poche centinaia di migliaia di abitanti è molto più facile raggiungere un tenore di vita elevato che per enormi megalopoli nel loro complesso. Questo però vale anche il contrario, e rende il risultato di Parigi e dintorni ancora più impressionante: dove poco meno di 5 milioni di abitanti riescono comunque, in media, a restare intorno ai 90mila euro annui.

Tutti i valori indicati in questa analisi sono espressi in euro o (per i paesi che ne hanno ancora una) convertiti dalle valute nazionali, e tengono in conto del variabile potere d’acquisto che lo stesso denaro esprime in luoghi differenti. In genere le nazioni più povere tendono anche a essere meno care, per cui se vogliamo fare confronti realistici conviene fare qualche piccolo aggiustamento – e di questo si sono già occupati gli esperti di Eurostat che hanno compilato i dati.

In più i numeri comprendono già anche una stima dell’economia illegale, che com’è naturale nelle varie aree incide in modo diverso su quanto pesanti, alla fine, risultano le tasche di chi ci vive.

 

fonte: Info Data – Il Sole 24 Ore

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*