Champions League: tutte le partite
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

IPPICA: il ritorno a Maia di Al Bustan, vincitore del GP Merano-Alto Adige 2017

AG.RF 10.06.2018

(riverflash) – Rientrano all’attività agonistica nomi davvero altisonanti dell’ostacolismo, e mentre già solo uno di questi saltatori reggerebbe da solo il cartellone di una giornata di corse, il fatto che in un pomeriggio gli appassionati potranno ammirare vari primaserie, rende la giornata davvero interessante e di sicuro impatto emotivo. Quarta giornata della riunione primaverile all’ippodromo di Merano ed una connotazione immediata si evince dai nomi dei saltatori impegnati domenica: la qualità.

Doveroso partire dal nome di Al Bustan, il vincitore dell’ultima edizione del Gran Premio Merano Alto Adige per il quale si prefigura un test in vista del Meeting di fine mese, per quel che concerne il breve periodo, mentre una sua candidatura alla difesa del titolo di campione uscente del big event rientra tra le evenienze possibili e naturali. Il saltatore della Lokotrans, che ritrova Jan Faltejsek, può vantare ben cinque vittorie a seguire, tre delle quali, le ultime, sulla pista di Merano, della quale conosce ogni caratteristica. Subito si ripresenta Capivarì, il grigio del team Aichner/Vana tanto atteso all’esordio meranese ma solo interlocutorio quel giorno di maggio che aprì la stagione. La qualità non si discute e quindi si prospetta un gran bel test per entrambi. Il gregario Home Please accompagnerà di nuovo Capivarì e come si è già potuto vedere, saprà farsi onore tanto più se sarà sottovalutato. Alcydon Fan non si tira indietro, Silver Tango si ripropone mentre Axel Lauteix dovrà dire finalmente di sé se potrà confrontarsi in stagione a questo livello o se dovrà ridimensionare i suoi obiettivi.
Si parlava di qualità ed ecco subito servito il rientro a casa, sulla pista che lo ha eletto leader generazionale dei giovani siepisti italiani della campagna 2017, di Live your Life. Il sauro caro al team Troger/Romano riprende dal Premio Scena,un percorso che prevede, al momento, il procedere della carriera sulle siepi. Il fidato Solar Walker, buon soggetto di suo, lo accompagna ma le vere prime pietre di paragone potrebbero rivelarsi gli ospiti Dajuka di Radek Holcak e Sansiro dello squadrone Aichner/Vana, entrambi vincitori recenti. Haruza di Greg Wroblekswy si è invece fatta notare con un buon percorso tra novizi sulla pista e prova a misurarsi a questo livello.
Sullo steeple per novizi degli ostacoli alti ritorna a Maia un buon soggetto come Santo Cerro, il quale per non farsi trovare impreparato, si è già ben distinto in buone compagnie in terra di Francia che lasciavano presagire una campagna transalpina. Invece scende a Merano per aprire un discorso che potrebbe procedere con le canoniche tappe riservate agli steepler novizi (Vanoni-Richard…). Siffatto avversario rende duro il compito degli avversari di domenica e tra questi si possono distinguere il cresciuto Fly Filo Fly e la grigia Musique de la Nuit che ha qualcosa però da dimostrare circa la condizione attuale.
Altro tema di questa ricca domenica di contenuti la prova per siepisti di buon lignaggio, il Premio Saltusio sui 3500 metri nel quale un pezzo da novanta come Brog Deas, riprende il suo cammino. Il vincitore della Gran Corsa di Siepi del 2016, solo per citare la sua affermazione di pregio più recente nel tempo, è soggetto delicato ma decisamente qualitativo. Ben dosato dal suo team, scende a Maia con obbiettivi elitari come si può facilmente intuire. Non si potrà concedere comunque distrazioni per la presenza di un altro soggetto di assoluto valore come Champ de Bataille per il quale ci si augura che la dea bendata si ricordi anche di lui. Infatti a Maia in due occasioni è sceso in pista ed in entrambi, eventi sfortunati lo hanno estromesso anzitempo. Nella Gran Siepi settembrina cadde alla prima siepe per un intralcio, mentre due settimane fa un errore di percorso altrui lo portò per la tangente e fuori dai giochi. Ora è tempo di vedere di che panni veste. Il compagno di colori Notti Magiche da anni sulla breccia, un neo acquisto francese della scuderia Troger, Chateaudemalmaison e il vincitore dell’ultima Gran Siepi di Grosseto (ultima se l’ippodromo maremmano non aprirà più come si paventa..) Finoras , aggiungo altro sapore alla contesa.
Nelle tre prove in piano del pomeriggio, sempre protagonisti i gentlemen e le amazzoni , Mychoon prova per la sesta vittoria consecutiva sulla sua pista d’elezione, opposto a Point Blank su metraggio forse breve , e ai positivi Matey e Cool Climate. Sui 2200 mertri Twilight Zone in buon momento concede rivincita a Contra con Xilano pronto ad intervenire mentre nell’affollato handicap il rodato Apelle Fan potrebbe centrare risalto pieno nonostante il peso, in una prova molto interessante per cercare un’altra combinazione molto remunerativa.
Pomeriggio da non perdere quindi per i tanti motivi sportivi e di svago.
Il pomeriggio di corse si aprirà alle ore 14.45 con apertura della struttura e del ristorante dalle ore 12.00
Come di consueto il pomeriggio di corse all’ippodromo sarà allietato dalla musica dal vivo, nel parterre fra le due tribune per questa domenica l’intrattenimento è affidato al duo Sonia Ferrari – Paolo Callegari , e dalla possibilità di deliziarsi presso gli stand messi a disposizione del pubblico presente, la Champagnerie, la sorbetteria e la gelateria.
Per i più piccoli la possibilità di un giro in sella ai ponies.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*