La storia dei rifiuti di Roma
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

IL SASSUOLO FERMA LA ROMA (0-0) CHE VEDE SVANIRE L’OBIETTIVO CHAMPIONS

di Stefano Celestri (AG.RF 19.05.2019)

(riverflash) – La Roma non passa a Reggio Emilia nonostante il forcing finale che ha prodotto anche un gol di Fazio in extratime, annullato per fuorigioco di rientro di Dzeko. Una Roma che parte come un motore diesel, lento ad avviarsi ma con Mirante sicuro nello sbarrare la porta. Scaldato il motore, la Roma ha avuto 5 occasioni da gol in 12 minuti, dal 57′ al 69′, ma è stata imprecisa nelle conclusioni. Nervosismo accumulato in una settimana caratterizzata dal mancato rinnovo del contratto al capitano De Rossi, con la tifoseria in rotta di collisione contro il presidente Pallotta e il suo collaboratore Franco Baldini, che non è nell’organigramma della Roma, ma da Londra continua a operare nel nome della Roma. Baldini, quello che ha portato a Trigoria Monchi, infausto profeta di questa stagione, dopo aver chiuso di forza la carriera di Totti. Zero titoli in questa stagione, nessun posto in Champions League e pochi soldi per fare mercato con obbligo di vendere i pezzi pregiati. Domenica 26 maggio La Roma avrà l’obbligo di battere il Parma, per ottenere almeno un posto nell’Europa League 2019/20.

Quanto al Sassuolo non è stato solo una comparsa nel match al Mapei Stadium. Assenti Sensi e Peluso, i neroverdi hanno coperto la difesa arretrando Lirola a terzino destro e Rogerio a chiudere la fascia sinistra. A centrocampo Locatelli e Duncan erano pronti a inserirsi in attacco, dove la punta più avanzata era Boga, spostato a sinistra, mentre Djuricic è schierato centravanti di manovra. Berardi, attaccante atipico, come al solito è libero di svariare partendo da destra. Al 26′ e al 28′ Mirante è dovuto uscire di piede, prima su Boga e poi su Berardi. Al 30′ risponde la Roma con un colpo di testa di El Shaarawy, su cross di Kolarov, ma il pallone esce di un paio di metri. Tra i giallorossi, in maglia grigia, resta in panchina De Rossi mentre in avanti Cengiz Under ha vinto il ballottaggio con Kluivert per la fascia destra. Zaniolo, sempre più sbiadito da quando è partito Eusebio Di Francesco, gioca mezz’ala, sbagliando quasi tutti i palloni che tocca. Nella difesa giallorossa la coppia centrale è formata da Fazio, forse il migliore in campo, e Juan Jesus per l’indisponibilità di Manolas. Ritmi bassi e giocate prevedibili anche se al 39′ Kolarov, dal limite dell’area, obbliga Consigli a distendersi per deviare in angolo. Prima dell’intervallo l’arbitro Maresca concede 3′ di recupero e il Sassuolo cerca il gol prima con Djuricic, il cui destro incrociato viene deviato sul fondo da Mirante. Sul conseguente corner svetta di testa il gigante Demiral (198 cm) ma manda alto.

La ripresa inizia con gli stessi 22 in campo, con Ranieri che insiste su Cengiz Under, annullato da Rogerio nel primo tempo. Al 47′ Berardi non centra la porta su assist di Duncan, ma era in fuorigioco. Al 55′ Boga si accentra da sinistra e tenta un diagonale, che finisce sopra l’incrocio dei pali. Sale il ritmo, la partita si accende nei 12′ di assalto romanista. Al 57′ Florenzi colpisce male il pallone, ma offre un assist involontario a El Shaarawy che, da dentro l’area piccola, controlla e calcia al volo sfiorando il palo con Consigli immobile. Al 60′ assist di El Shaarawy per Dzeko che calcia di controbalzo colpendo la base del palo.

Sassuolo’s Rogerio (L) and Roma’s Cengiz Under in action during the Italian Serie A soccer match US Sassuolo vs AS Roma at the Mapei stadium in Reggio Emilia, Italy, 18 May 2019.
ANSA/ELISABETTA BARACCHI

Subito dopo Cristante colpisce di testa, in tuffo, un cross di Kolarov ma Consigli vola sulla sinistra e mette in angolo. Al 66′ Ranieri opera un doppio cambio: Kluivert per Cengiz Under e Pastore per Zaniolo. Al 69′ Dzeko trova al centro Pastore, il cui tiro è respinto in spaccata da Demiral e al 70′ Fazio svetta di testa su corner, schiacciando il pallone che esce alla sinistra di Consigli. Al 73′ il Sassuolo si scrolla la pressione romanista e Djuricic si presenta davanti a Mirante, ma si allunga la palla sul fondo nel tentativo di saltare il portiere. Al 75′ El Shaarawy va via sulla sinistra e mette al centro per Kluivert che anticipa Rogerio, ma non si accorge di aver colpito il palo. È l’ultima azione di El Shaarawy perché Ranieri commette l’errore di toglierlo al 77′ per inserire Perotti. In attacco Fazio è stabile e al 86′ svetta su corner di Kolarov, ma manda alto. Al 90+4′ c’è l’urlo del gol per i romanisti perché Fazio insacca di propotenza di destro, riprendendo un pallone che Dzeko non riesce a toccare. L’arbitro Maresca ravvisa il fuorigioco di rientro di Dzeko e annulla il gol.

 

SASSUOLO-ROMA: 0-0

Sassuolo (4-3-1-2): Consigli; Lirola, Demiral, G.Ferrari, Rogerio; Locatelli (dal 90+2 Adjapong), Magnanelli, Duncan; Djuricic (dal 77′ Brignola); Berardi, Boga (dal 81′ F.Di Francesco). Allen. Roberto De Zerbi

Roma (4-3-3): Mirante; Florenzi, Fazio, Juan Jesus, Kolarov; Cristante, Nzonzi, Zaniolo (dal 66′ Pastore); Under (dal 66′ Kluivert), Dzeko, El Shaarawy (dal 77′ Perotti). Allen. Claudio Ranieri

Arbitro: Fabio Maresca di Napoli

Ammoniti: Zaniolo (R) al 40′, Magnanelli (S) al 41′, Fazio (R) al 49′, Juan Jesus (R) al 52′, Nzonzi (R) al 86′, Brignola (S) al 90+6′

Recupero: pt 3′ e st 6′

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*