il 20 giugno riparte la Serie A
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

IL REGNO UNITO NON FA PIU’ PARTE DELL’UNIONE EUROPEA: “LASCIARE L’EUROPA E PER NOI UNA MERAVIGLIOSA SPERANZA”

AG.RF.(redazione).01.02.2020

“riverflash” Dalla mezzanotte di ieri, il Il Regno Unito non fa più parte dell’Unione Europea e la folla brexiteer riunita a Westminster Square ha festeggiato con gioia, cantando l’inno nazionale (God Save the Queen), fra fuochi d’artificio slogan e uno sventolio di bandierine sotto il cielo di Londra. La Gran Bretagna ha salutato così l’Europa e la Brexit è diventata una realtà. Boris Jhonson, primo ministro del Regno Unito, è stato il primo a parlare: “Stanotte lasciamo l’Ue: per molte persone è un momento di meravigliosa speranza e finisce così la lotta politica sulla Brexit. L’Unione Europea, nonostante tutti i suoi punti di forza e le numerose qualità, è evoluta negli ultimi 50 anni verso una direzione che non si addice più – ha aggiunto – e la scelta è stata fatta per restituire sovranità al Paese  al Regno Unito, su temi quali il controllo dell’immigrazione commerci, e legislazione. D’altronde il popolo ha scelto alle urne, non una ma due volte, al referendum del 2016 e alle elezioni di dicembre.” Inizia dunque ora, una nuova fase, importantissima per il Paese: l’entusiasmo e la speranza sono alle stelle.  Il commissario europeo Paolo Gentiloni, aveva espresso ieri sera il suo pensiero con un tweet: “A mezzanotte la Gran Bretagna lascerà l’Ue. Sarà una notte storica e triste. Che il risveglio porti più forza e fiducia a chi vuol bene all’Europa”, mentre Draghi ha commentato:  “L’euro era e resta il ‘cuore’ del nostro comune progetto dell’Europa”.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*