Il mistero delle ossa in Nunziatura
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

IL REDDITO DI CITTADINANZA GUARDA AL FUTURO, QUANDO LA TECNOLOGIA RIDURRA’ I POSTI DI LAVORO

AG.RF 18.09.2018

(riverflash) – Il Reddito di Cittadinanza non è certamente un provvedimento solo italiano. Con il proliferare di droni e robot molti posti di lavoro stanno scomparendo. Per esempio il Bancomat ha ridotto gli impiegati sportellisti alle banche, così come ai caselli delle autostrade il pagamento è informatizzato dalla crescita del Telepass. Anche le casse dei supermercati si stanno automatizzando a scapito dei posti di lavoro. Ci prepariamo a un futuro che sarà sempre più segnato dal progresso tecnologico e vedrà continue modificazioni del mercato del lavoro. Per questo sarà fondamentale farsi trovare pronti e dare la possibilità a milioni di persone di essere competitivi in un mondo del lavoro in continua trasformazione. Il Reddito di Cittadinanza non è quindi un “pannicello caldo” per gli sfaticati, ma è una misura di civiltà che mira a restituire dignità a tutte quelle persone, giovani e meno giovani, che oggi vivono una condizione di sofferenza e incertezza.

Nel nostro Paese ci sono circa 9 milioni di persone che vivono sotto la soglia di povertà, di cui 5 in povertà assoluta: il Reddito di Cittadinanza consentirà a queste persone di tornare a costruirsi un futuro. Attraverso una seria riorganizzazione dei centri per l’impiego, sarà possibile attivare percorsi di formazione, riqualificazione e reinserimento nel mondo del lavoro. Non si tratta solo di risolvere un problema contingente, da troppo tempo trascurato da una classe politica che ha pensato di risolvere tutto ricorrendo all’austerità, devastando il mondo del lavoro e l’economia di questo Paese. Mario Monti è l’emblema di chi ha scelto l’austerità per calmare i creditori esteri. Adesso è arrivato il momento di dire basta all’austerità.

Dopo la decisione della Francia, di istituire un Reddito di Cittadinanza per sostenere i cittadini più deboli e permettere loro di essere reinseriti nel mondo del lavoro, ora arriva anche l’annuncio di Rahm Emanuel, sindaco di Chicago, che sembra essere intenzionato a introdurre addirittura forme di sostegno universali e incondizionate per i propri cittadini. Un reddito universale per il popolo, insomma: 500 dollari ogni mese a 1.000 famiglie, senza condizioni.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*