il decesso di Morricone a 91 anni
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

IL MAXI COLOSSO BULGARI ACCUSATO DI EVASIONE FISCALE: SEQUESTRATI BENI PER 46 MILIONI, POSTI I SIGILLI

(riverflash) – L’accusa è di quelle pesanti: Bulgari nei guai per evasione fiscale: la società avrebbe sottratto all’erario, dal 2006 al 2011, beni per 46 milioni, all’incirca 3 miliardi di ricavi e 293 milioni di dividendi. Il tutto avveniva per mezzo di società controllate con sedi in Irlanda e Olanda che servivano solo per sfuggire alle tasse in Italia. Per questo quindi, la Guardia di Finanza ha ordinato preventivamente il sequestro di 46 mln di euro tra liquidità e immobili, compreso “lo storico” palazzo di via Condotti. Il provvedimento è stato rivolto verso gli “alti” vertici del gruppo Paolo e Nicola Bulgari, Maurizio Valentini, rappresentante legale del gruppo gruppo italiana e il suo predecessore, Francesco Trapani per dichiarazione fraudolenta. Dunque la strategia per sottrarsi al fisco italiano, era quella di collocare i guadagni all’estero attraverso le società sopra citate. In Irlanda il gruppo Bulgari aveva creato la società Beire (British Ireland LTD) che aveva il compito di immagazzinare e spedire prodotti “finti” (gioielli, profumi) verso le società commerciali e i distribuito terzi del Gruppo Bulgari e veniva controllata completamente dalla società Bulgari S.p.a. Ma la realtà era completamente diversa perché le merci, secondo quanto emerso dalle prime indagini, non arrivavano proprio in Irlanda per esser smistate, ma attraverso la finta compravendita da parte delle Beire, si sarebbe alimentato un enorme giro di fatturazioni false proprio per concentrare tutti i dividendi in un Paese dove attualmente la pressione fiscale è intorno al 12,5% quindi molto ma molto più vantaggiosa rispetto all’Italia. E la stessa strategia era stata precedentemente avviata con la creazione di una società in Olanda. Ma Bulgari ha fatto sapere che le società straniere, oggetto dell’indagine, sono assolutamente reali, rappresentano un ruolo strategico per il gruppo e contano attualmente sulla collaborazione di circa 300 dipendenti. Sono stati proprio i risultati delle indagini effettuate dalla Guardia di Finanza a portare al sequestro dei beni e all’apposizione di sigilli: si attendono ora ulteriori verifiche e approfondimenti per fare ulteriore chiarezza su tutta la vicenda.

 

AG.RF. (MP) 15.03.2013

 

 

 

1 Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Una Risposta a “IL MAXI COLOSSO BULGARI ACCUSATO DI EVASIONE FISCALE: SEQUESTRATI BENI PER 46 MILIONI, POSTI I SIGILLI”

  1. 1

    kdid.org dice:

    Does your site have a contact page? I’m having problems locating it but,
    I’d like to shoot you an e-mail. I’ve got some suggestions for your blog you might be interested in hearing.
    Either way, great blog and I look forward to seeing it develop over time.

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*