il decesso di Morricone a 91 anni
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

“HABEMUS STADIUM!”: ACCORDO RAGGIUNTO TRA AMMINISTRAZIONE CAPITOLINA E SOCIETA’ – LA ROMA SEGNA IL SUO GOL PIU’ BELLO

qzhudy0bcx5yw5ckv0wxraggi-baldissoni-675

AG.RF.(Maura Peripoli).25.02.2017

“riverflash” – Quella di ieri, è stata una giornata storica. Lo stadio della Roma si farà e i tifosi, tutti in piedi, applaudono all’iniziativa. L’amministrazione capitolina e l’AS. Roma, hanno infatti raggiunto un accordo con alcuni “aggiustamenti” sul progetto, che consistono principalmente nell’eliminazione delle torri programmate e nel dimezzamento delle cubature. La sindaca Raggi, dopo un breve malore che l’ha costretta ad essere ricoverata per alcune ore all’ospedale San Filippo Neri di Roma, ha fatto rinviare alle 7 di sera, la riunione programmata per le 14.00, proprio per presidiare alla riunione, alla quale erano presenti il vicesindaco Marcello De Vito, il costruttore Luca Parnasi e il direttore generale della squadra giallorossa Mauro Baldissoni, in rappresentanza del presidente James Pallotta. “Ci siamo riusciti – è stato il primo commento a caldo della sindaca Raggi – e ora i tifosi della Roma possono sognare”. Ma come si è arrivati all’accordo? Il progetto iniziale è stato dimezzato e quindi via le torri, dimezzate le cubature, elevati gli standard di costruzione alla classe A4, la più alta del mondo. Inoltre verrà messo in sicurezza il quartiere di Decima che non sarà più soggetto ad allagamenti. Il progetto iniziale dunque, è stato “decurtato” del 60% ed ora si appresta a diventare una grande opportunità per la città di Roma: “Abbiamo sempre detto di essere favorevoli alla realizzazione dello stadio ma nel rispetto della legge e per il bene della nostra città e siamo molto contenti del risultato – ha aggiunto Virginia Raggi – ora a  Tor di Valle nascerà uno stadio ma moderno, ecocompatibile, all’avanguardia dal punto di vista delle tecnologie ma soprattutto sarà un’opera che rispetterà molto di più l’ambiente e il territorio. E abbiamo previsto una convenzione con i costruttori: avranno priorita’ le opere di urbanizzazione utili alla città e ai romani, come la messa in sicurezza dell’area di Decima o il potenziamento della ferrovia Roma-Lido grazie a cui si accorceranno i tempi per andare e venire dal litorale di Ostia”. Molto soddisfatto il presidente James Pallotta, che ha commentato così l’esito della riunione: “È stato un percorso molto lungo, che potrebbe essere paragonato a quello fatto dai nostri antenati Romani in molte campagne del passato: un grande ringraziamento alla sindaca Raggi, al vice sindaco Luca Bergamo, a tutti gli altri membri dell’amministrazione a Luca Parnasi e alla sua squadra”. Un ringraziamento particolare, il presidente l’ha rivolto a Mauro Baldissoni, che ha creduto fin in fondo e lottato per questo sì e a tutta la dirigenza della Roma. Questa è una serata importante per la Capitale:  non vediamo l’ora di costruire uno stadio che Roma possa mostrare a tutto il mondo del calcio. Forza Roma”. E anche il mister giallorosso, Luciano Spalletti, ha voluto dire la sua, in merito alla costruzione del nuovo stadio: “Si tratta di una grande opportunità per la città di Roma”. Dunque ha vinto “famo lo stadio” anche se non si sa ancora quanto tempo ci vorrà per portare a termine il progetto. Una cosa è certa: l’AS. Roma avrà il “suo” stadio e il più bel gol della sua storia, è stato siglato ieri sera…

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*