Gli ottavi della Champions League
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

Gli allievi di canto del Briccialdi in concerto presso la Biblioteca Comunale di Terni

di Francesco Angellotti (AG.RF 15.03.2019)

(riverflash) – La risposta che l’Istituto di studi musicali Giulio Briccialdi sta proponendo alle Autorità che tendono a limitare la disponibilità dell’Accademia, un discorso molto lucido; che non svolge “proteste”, eppure è istruttivo secondo la dinamica di qual’è il modo, onde far capire asserire la validità di quel che si cerca di sostenere.

   Alle gravi difficoltà economiche e strutturali che rendono precarie le condizioni dell’Organizzazione, i docenti e tutta l’Organizzazione, più che sommosse e contestazioni, mostrano quanto sia Valido e Culturale l’istruzione che si svolge nell’Accademia; quindi quanto sia essenziale il suo apporto alla Collettività, che partecipa con passione.

   Si è allestita una seconda Rassegna Concertistica, per portare di fronte al pubblico gli Allievi più pronti e preparati; onde far avere un contatto, oltre che con lo strumento ed il professore che impartisce la lezione, anche con i Pubblico, che rappresenta il senso di una Buona Esecuzione.

   Così, da sabato 2 marzo, si sono programmati 13 concerti che termineranno il 10 aprile. Gli Allievi selezionati potranno esibirsi presso i locali della Biblioteca Comunale, che spesso ospita eventi culturali, identificandosi come promotrice di tutte le iniziative che, andando oltre il discorso limitato al “libro”, coordina l’espressione che amplia la Cultura di chi si avvicina verso il discorso dell’Apprendimento.

   Abbiamo avuto occasione d’ascoltare la quinta rappresentazione degli allievi, tutti giovanissimi, che il solo ruolo d’interpreti ammanta d’un fascino mitico.

   Nell’incontro avvenuto il 12 marzo, era di scena l’ensemble lirico a cura della classe di Canto; ed abbiamo potuto solo  elogiare la bravura della professoressa Ambra Vespasiani, che ha impostato gli studenti in modo eccezionale

   I ragazzi hanno mostrato che la loro maestra  è stata all’altezza di insegnare l’abilità essenziale per essere dei bravi professionisti, che sanno tenere l’impegno di una prestazione artistica, con tutti gli imprevisti, avendo assimilato il modo come tamponare gli errori; può accadere, infatti, difficoltà di mantenere la voce, iniziata su scala troppo alta; e i cantanti quasi si scusavano tra loro per aver creato difficoltà ai compagni, per l’impostazione lanciata difficile da reggere.

   Eppur, devo dire la verità, gli Allievi sono stati bravissimi anche ad adeguarsi ai cambiamenti di programma, perché tutto il Pubblico ha ascoltato con sentita partecipazione, e non ha notato i bilanciamenti occasionali.

   Certo devono essere stati importanti gli insegnamenti di Ambra Vespasiani, che rassicurava gli allievi di aver svolto un concerto bellissimo; ma bisogna fare i complimenti all’altro professore del Briccialdi, Stephen Kramer, che al pianoforte cercava di guidare l’armonia degli Allievi, nel tono e nei tempi. Roba di classe per grandi professionisti.

   Questo professore è, come dice il nome, americano; eppur son ormai 30 anni che sta in Italia, perché volle stringer matrimonio con la signora con la quale ancora vive a Roma; ma il professor Kramer insegna “pianoforte” presso l’Istituto Briccialdi a Terni. Non faccio commenti, perché non c’è bisogno.

   Il concerto è cominciato con un quartetto da “L’Oca del Cairo” di Mozart, a cui ha seguito dello stesso autore un altro quartetto da “Il Flauto Magico”; che gli applausi scroscianti hanno richiamato alla fine, perché è statoi imposto il bis.

   Dopo Mozart, che risale alla fine del ‘700, si è ascoltato un brano da “L’enfant et les sortileges” di Maurice Ravel, che a parte il cavallo col quale ho fatto bellissime corse, è un autore francese che ha contribuito all’esordio di un nuovo genere, di cui possiamo apprezzare le composizioni prodotte tra l’8 ed il 900.

   Torniamo in Italia per concludere, e si sono ascoltati 2 brani entusiasmanti; il primo era il delicatissimo a solo “Regnava nel silenzio” dal I atto di “Lucia di Lammermoor”. Come conclusione, dalla stessa Opera, si è fatto ascoltare “Chi mi frena il tal momento”, dal !! atto. Brano aggiunto, fuori programma, sempre di Gaetano Donizetti nato alla fine del 700 che ha composto fino alla metà dell’800, il terzetto “Tan Tan” da “L’Elisir d’Amore”.

   Chi ascoltava apprezzava la bellissima musica; ma per gli Allievi è stato molto importante affrontare le più diverse maniere d’espressione: da a soli lenti, anche passionali, a terzetti, quartetti ed addirittura sestetti, in cui era essenziale il discorso corale, ma anche il dialogo tra personaggi; apparso rifinito anche nei brani cantati da 2 interpreti.

   E’ stata l’espressione di quanto sia importante socialmente la Musica, perché è stata interpretata in modo entusiasmante, ma ha scandito principi che si son potuti verificare: bisogna lasciar perdere discorsi nazionalisti o d’esclusione, perché è il Valore che conta, al di là della sua estrazione. E’ un’evidenza constatabile nell’interpretazione di 2 allieve; una cinese, e l’altra cecoslovacca; che sono venute in Italia per cantare con i compagni del Briccialdi, ed hanno interpretato testi in tedesco ed in francese. E la bellezza dell’esecuzione è stata rilevante, veramente eccezionale. Voi pensate, una ragazza, tra l’altro bellissima, viene dalla Cina, e canta in tedesco con altri 2 italiani un quintetto dal Flauto Magico; come un’altra soprano, altrettanto bella, che dialoga con un’italiana in francese nel particolare “le feu – La princesse – Le rossignol” scritto da Maurice Ravel.

   Quindi non serve accampare concetti teorici, che possono avere basi artefatte e non riscontrabili; la Musica mostra quel che è la Bravura che porta verso l’arricchimento, della Cultura e dell’Interior.

   Con i migliori saluti al nazionalismo, che quando sparirà, sarà troppo tardi.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*